COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

I fantasmi che uccidono di fame i rifugiati in Africa


Mamma e bambino


La fame è causata da una combinazione di sei flagelli e rappresenta un grave rischio per milioni di rifugiati in Africa, secondo le autorità del World Food Program (WFP) e l’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). Mancanza di fondi, conflitti armati, catastrofi naturali, interruzioni nelle catene d’approvvigionamento, diminuzione delle entrate e aumento dei prezzi dei generi alimentari sono i fantasmi che stanno lasciando milioni di rifugiati senza cibo. La maggior parte dei 30 milioni di rifugiati del mondo vivono in Africa – senza contare gli sfollati nel proprio paese – e di questi 18 milioni sono affidati alle cure dell’UNHCR.

Prima della pandemia molti rifugiati riuscivano a sopravvivere da soli, ora “dipendono da un aiuto esterno per soddisfare le proprie esigenze alimentari e circa la metà sono bambini”, afferma Filippo Grandi, la massima autorità dell’UNHCR. Ecco perché in Etiopia nei campi profughi, il 62% dei bambini soffre di anemia. La PMA, per mancanza di fondi, ha dovuto tagliare dal 30 al 50% il cibo ai rifugiati originari della Repubblica Democratica del Congo, a quelli della Repubblica Centrafricana e a coloro che hanno lasciato la regione del lago Ciad. La PMA assegnerebbe all’Africa 694 dei 1200 milioni di dollari che ha richiesto per aiutare 10 milioni di rifugiati in tutto il mondo. L’UNHCR sta pure cercando 745 milioni di dollari di cui 227 milioni sarebbero per l’Africa.

Sempre se i paesi donatori manterranno le promesse e il prezzo del cibo non continuerà ad aumentare peggiorando la situazione. I prezzi quest’anno sono già aumentati del 27% in Ruanda e sono più alti del 40% rispetto al 2018. Per non parlare del fatto che, oltre ai conflitti armati, all’insicurezza e alla siccità nel Sahel, per esempio, dove ci sono 1,2 milioni di rifugiati, la chiusura delle frontiere per il virus è un ostacolo maggiore all’approvvigionamento alimentare. Vedi

Seis fantasmas dejan sin comida a los refugiados de África Vedi anche Africa: Unhcr-Pam, milioni di rifugiati a rischio fame e malnutrizione a causa del Covid-19

Foto – Fatima è fuggita dalla Repubblica Centrafricana con sua figlia, Aïshatou, in cura per malnutrizione nel Ciad meridionale. © UNHCR / C. Fohlenv
Gpic Notizie dal Blog di Gian Paolo ? Vol. 8 – N 8

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 02/08/2020 da in Attualità sociale, Giustizia e Pace, ITALIANO con tag , , .

  • 487.120 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 896 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: