COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

LIBANO – Patriarca Rai: A Beirut “esplosione misteriosa”. Chiediamo aiuto a tutti, fuori da tornaconti politici


Beirut


Beirut (Agenzia Fides) – «Beirut, la sposa d’Oriente, Beirut, il faro d’Occidente, è ferita». È una «città devastata», ridotta come «uno scenario di guerra senza guerra». Così inizia l’appello lanciato dal Patriarca maronita Bechara Boutros Rai «agli Stati del mondo», dopo la «misteriosa esplosione» (questa l’emblematica espressione scelta dallo stesso Patriarca) avvenuta martedì 4 agosto nel porto della capitale libanese, con bilancio provvisorio di più di cento morti e migliaia di feriti.
L’evento devastante – ripete il cardinale libanese – ha sventrato la città, spargendo morte e devastazione, distruggendo ospedali, case, chiese e moschee, alberghi e negozi. E ciò – incalza il Patriarca – avviene proprio mentre lo Stato libanese «si trova in una situazione di bancarotta economica e finanziaria che lo rende incapace di affrontare questa catastrofe», con il popolo ridotto «in condizione di povertà e miseria».
La Chiesa – riferisce il cardinale – ha istituito una rete di soccorso in tutto il territorio libanese, ma l’emergenza è tale che ogni sforzo messo in atto dalla comunità nazionale risulta impari rispetto alla catastrofe che ha colpito il Paese dei Cedri. Per questo, a nome della Chiesa in Libano, il Patriarca Rai ringrazia anticipatamente «tutti gli Stati che hanno espresso la loro disponibilità ad aiutare Beirut», e si rivolge «a tutti gli Stati amici e fratelli», e a in particolare alle grandi Potenze e alle Nazioni Unite, chiedendo a tutti un aiuto immediato per la salvezza di Beirut, che prescinda da ogni considerazione e calcolo politico e geopolitico, «perché ciò che è accaduto va oltre la politica e va al di là dei conflitti». Il Libano, piegato negli ultimi anni da una sequenza di catastrofi di ordine politico, finanziario, economico e sul fronte della sicurezza nazionale – aggiunge il Patriarca maronita – ora «merita il sostegno dei suoi fratelli e amici, necessario per rimettere in piedi la sua capitale». Secondo il Patriarca Rai, la via più adeguata per far fronte allo stato di emergenza è quella di istituire un “fondo controllato dalle Nazioni Unite” per gestire gli aiuti. «Mi rivolgo a voi» conclude il Patriarca «perché so che amate il Libano e che risponderete a questo appello. Mi rivolgo a voi perché so quanto avete a cuore che il Libano riacquisti il suo ruolo storico al servizio dell’uomo, della democrazia e della pace in Medio Oriente e nel mondo».

Al momento dell’esplosione, che ha devastato Beirut nel pomeriggio di martedì 4 agosto, i libanesi, sfiancati dalla crisi economica e dall’emergenza COVID che era tornata a paralizzare il Paese negli ultimi giorni, hanno subito messo da parte ogni indugio e si sono precipitati a soccorrere i propri connazionali: medici e personale sanitario hanno aperto ospedali e cliniche all’afflusso dei feriti, albergatori hanno messo le loro strutture a disposizione per accogliere gli sfollati fuggiti dalle proprie case distrutte. Lo stesso hanno fatto conventi, monasteri, chiese e moschee. Anche gli uffici di Caritas Libano sono stati devastati dall’esplosione.
«Questa dolorosa tragedia» recita un comunicato emesso nel tardo pomeriggio dall’ufficio politico del Partito sciita Hezbollah «e le sue ripercussioni sociali, economiche, umanitarie e sanitarie» esigono da tutti i libanesi dalle forze politiche e da tutti gli attori del Paese solidarietà, unità e lavoro condiviso per superare questa prova difficile». (PR/GV) (Agenzia Fides 5/8/2020)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 05/08/2020 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , , .

  • 491.598 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 894 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: