COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Ci perdoniamo o ci perdiamo

Il perdono è… e non è

Nella vita concreta.
Quando benedico l’appartamento di due nuovi sposi dico sempre: “Questa casa sia luogo di festa e di perdono”. Una coppia che si ama davvero, amplifica le gioie e minimizza gli sbagli, anzi li elimina col perdono.

Il perdono non è una categoria psicologica. Perdonare non coincide col dimenticare o col rimuovere il male subìto o con la capacità di minimizzare l’offesa o col ritenere che riconciliarsi riporterà le cose allo stato di prima. Perdonare non significa giustificare l’altro. Capire sì, giustificare no.

Il perdono non è una categoria politica o giudiziaria: non si identifica con l’amnistia e non si confonde con il condono.

Il perdono è categoria etico/religiosa: esso tocca e rende nuovo il cuore di chi dà il perdono (perché lo ha già dentro di sé) e rende nuovo il cuore di chi riceve il perdono (perché se non cambia dentro, non potrà mai sentirsi perdonato). In questo senso il perdono è un dono bivalente perché è fatto anche agli altri ma innanzitutto a se stessi, alla propria pace e libertà interiore.

Il perdono è una categoria tipicamente cristiana. Gesù, superando la Legge dei nostri fratelli maggiori Ebrei (occhio per occhio dente per dente), ha insegnato che Dio è un Padre che perdona a tutti i suoi figli pentiti e quindi noi, da figli di Dio, dobbiamo scambiarci a vicenda il per-dono che è il superlativo di dono. Non neghiamo che è molto faticoso perdonare a chi è continuamente recidivo o a chi è legato a noi con un rapporto di parentela, tuttavia il perdono cristiano è una sfida alla cultura attuale che tollera ma non perdona.

Il perdono è il più alto livello della carità cristiana. Esso non è rassegnazione per l’amore deluso ma è dono rinnovato, è supplemento d’amore, è rilancio di un amore che sa sempre sperare, stupirsi e stupire. Saper perdonare è segno e custodia di un cuore ancora giovane. La vecchiaia non sta negli anni ma nel cuore: il vecchio ripete: ”Ormai!” e ritiene inutile perdonare. Chi ha il cuore giovane invece dice: “Ancora!” perché ritiene possibile perdonarsi e perdonare, stupirsi e stupire.

Mons. Claudio Livetti
https://donlivetti.wordpress.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 12/09/2020 da in Fede e Spiritualità, ITALIANO con tag .

  • 491.481 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 894 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: