COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

CANTICO DEI CANTICI – Lectio quotidiana per risvegliare il cuore!

CANTICO DEI CANTICI
Lectio quotidiana per risvegliare il cuore!

GiornoTestoTemaLUOGHI ed attoriCitazioni
11, 1-4DESIDERIO
per il Diletto
STANZA REALE L’AmataMi baci coi baci della sua bocca! Attirami dietro a te, corriamo!
21, 5-6PRESENTAZIONE
dell’Amata
VignA Amata e fratelliBruna sono ma bella! La mia vigna non l’ho custodita !
31, 7-8ricerca
del Diletto
PASCOLI Amata e compagniDimmi, o tu che il mio cuore ama, dove vai a pascolare! Se non lo sai, segui le orme del gregge!
41, 9-11INCONTRO
con il Diletto
strada Diletto ed AmataBelle sono le tu guance! Faremo per te pendenti d’oro!
51,12-14CONFIDENZA
dell’Amata
RECINTO REALE AmataIl mio Diletto è per me un sacchetto di mirra
che riposa sul mio cuore!
61,15-17CONTEMPLAZIONE reciprocaCampagna Diletto ed AmataComo sei bello, mio Diletto, quanto grazioso! Come sei bella, amica mia, come sei bella!
72, 1-7Duetto
d’innamorati
CaNTINA Diletto, Amata, coroSostenetemi perché sono malata d’amore! Vi scongiuro, non svegliate l’amata!
82, 8-14visita
del Diletto
Casa Diletto ed AmataUna voce! Ecco il mio Diletto Alzati, amica mia, mia bella, e vieni!
92, 15-17Sospiro
per il Diletto
VignA E PASCOLI Coro ed AmataLe nostre vigne sono in fiore! Il mio Diletto è per me e io per lui.
103, 1-5NUOVA RICERCA
del Diletto
GERUSALEMME Amata, guardie, DilettoVoglio cercare l’Amato del mio cuore! Quando trovai l’Amato del mio cuore, lo strinsi fortemente
113, 6-11corteo
nuziale
Deserto Corteo, coro e SposiChi è colei che sale del deserto? Guardate il Re nel giorno della gioia del suo cuore!
124, 1-7ELOGIO
della Sposa
Intimità SposoCome sei bella, amica mia, come sei bella! Tutta bella sei, amica mia, in te nessuna macchia!
134, 8-11INVITO
alla Sposa
Libano SposoVieni con me dal Libano, o Sposa! Tu mi hai rapito il cuore con uno solo tuo sguardo!
144, 12-15DESIDERIO
verso la Sposa
Giardino SposiGiardino chiuso tu sei, sorella mia, sposa! Fontana che irrora i giardini, pozzo di acque vive!
154, 16-5, 1COMUNIONE
degli Sposi
Giardino Sposi ed amiciVenga il mio Diletto nel suo giardino! Sono venuto nel mio giardino! Mangiate, amici, bevete!
165, 2-7Visita notturna dello SposoCasa SposiIo dormo, ma il mio cuore veglia! Aprimi, sorella mia, mia amica, mia colomba!
175, 8-9PASSIONE
della Sposa
GERUSALEMME Sposa, guardie, coroSe trovate il mio Diletto, ditegli che sono malata di amore! Che ha il tuo Diletto di diverso?
185, 10-16ELOGIO
dello Sposo
GERUSALEMME Sposa e coroEgli è tutto delizie! Questo è il mio Diletto, questo è il mio amico !
196, 1-3ricerca NOTTURNA
dello Sposo
GIARDINO Sposa e coroIo sono per il mio Diletto e il mio Diletto è per me! Dov’è andato il tuo Diletto, o bella fra le donne?
206, 4-10COMPIACENZA
dello Sposo
tirza-Gerusalemme Sposo e coroDistogli da me i tuoi occhi: il loro sguardo mi turba! Chi è costei bella come la luna, fulgida come il sole?
216, 11-12DESIDERIO
per la Sposa
Giardino SposoNel giardino sono sceso per vedere il verdeggiare della vale… Il mio desiderio mi ha posto sui carri di Ammi-nadib!
227, 1-6Contemplazione della SposaDanza CoroVolgiti, Sulamita, vogliamo ammirarti! Come son belli i tuoi piedi nei sandali, figlia di principe !
237, 7-10PASSIONE
per la Sposa
Danza SposoQuanto sei bella e quanto sei graziosa,
o amore, figlia di delizie!

247, 11-14INVITO
allo Sposo
Campagna SposaIo sono del mio Diletto e il suo desiderio è per me! Vieni, mio Diletto, andiamo nei campi!
258, 1-2Desiderio
d’unione
Casa materna SposaOh se tu fossi un mio fratello! Ti condurrei, ti introdurrei, nella casa di mia madre!
268, 3-5RIPOSO
della Sposa
ABBRACCIO Sposi, coroLa sua sinistra è sotto il mio capo e la sua destra mi abbraccia! Sotto il melo ti ho svegliata, là, dove ti concepì tua madre
278, 6-7sigillo
dell’amore
SOTTO IL MELO SposaMettimi come sigillo sul tuo cuore! Forte come la morte è l’amore!
288, 8-10PACE
della Sposa
FAMIGLIA Fratelli e SposaUna sorella piccola abbiamo! Così sono ai suoi occhi come colei che ha trovato pace!
298, 11-12possesso desideratoVigna SposaLa vigna mia, proprio mia, mi sta davanti! A te, Salomone, i mille sicli!…
308, 13-14NOSTALGIA
degli Sposi
Giardini e monti Sposo, amici, SposaTu che abiti nei giardini fammi sentire la tua voce! Fuggi, mio Diletto, sopra i monti degli aromi!

ALCUNI SUGGERIMENTI PER LA LECTIO DIVINA SUL CANTICO DEI CANTICI

Il giorno in cui il Cantico dei cantici venne dato a Israele supera in valore il mondo intero. Tutte le scritture sono sante, ma il Cantico è il Santo dei Santi” (Rabbi Aqibà)

1. Obiettivo della proposta:
Fare una LECTIO DEL CUORE…

Cioè una Lectio Divina che privilegia il cuore piuttosto che la mente, per risvegliarlo e renderlo sensibile all’Amore e capace di amare, in una dimensione sponsale.

Vorrei precisare che non sto proponendo di rimpiazzare la preghiera o meditazione personale quotidiana (che spesso facciamo sulla Parola del Giorno) con il Cantico dei Cantici ma piuttosto di farne il complemento o coronazione di essa. Per questo non c’è bisogno di essere un “esercizio” particolarmente lungo.

2. Seguendo il METODO della LECTIO DIVINA:
LECTIO – MEDITATIO – ORATIO – CONTEMPLATIO…

Cioè praticare la Lectio su un brano del Cantico proposto per la giornata, in modo progressivo. Per questo l’ho suddiviso in 30 parti, una per ogni giorno del mese. Ho cercato di rispettare la struttura del testo ma è sempre una scelta discutibile, data la sua complessità.

E’ bene tener conto che il Libro ha, nonostante tutto, una sua unità letteraria e quindi l’insieme illumina ogni sua parte. Inoltre, ogni parola e libro della Scrittura per noi cristiani va letto alla luce della PAROLA incarnata, lo Sposo in Persona. Per questo trovo particolarmente utile e illuminante leggere il brano del Cantico dopo aver letto (e possibilmente meditato e pregato) il Vangelo del giorno. Con stupore, ho spesso costatato un misterioso legame tra di loro, per cui Vangelo e Cantico s’illuminano a vicenda!… In realtà, in questo legame con il Vangelo, il Cantico diventa essenzialmente il 4° momento della Lectio Divina, cioè la CONTEMPLATIO, contemplazione, il frutto saporito della Lectio.

3. PROPOSTA concreta

1) Leggere il testo del giorno, possibilmente ad alta voce, due o tre volte di seguito.

2) Meditarlo brevemente, leggendo eventuali note a pie-di-pagina e riferimenti al margine della Bibbia, e sottolineando qualche parola significativa o frase che ci tocca il cuore.

3) Pregarlo, personalizzando le manifestazioni di amore in esso contenute.

4) Ma soprattutto CONTEMPLARE, GUSTARE, INEBRIARSI DI AMORE… Ricordandoci che si tratta di una attività del cuore, intenerito dalla Testimonianza dell’Amore. È questo il momento da privilegiare.

5) Alla “contemplazione” deve seguire l’AZIONE, quella del cuore, cioè l’esercizio dell’amore vissuto nella quotidianità. Per questo possiamo scegliere una frase del testo del Cantico che ci accompagni durante la giornata marcando il “ritmo del cuore”. La sera, possiamo fare un breve controllo del… “battito cardiaco”!

4. ATTEGGIAMENTO:
da fare con un Cuore da SPOSA o da SPOSO

Ricordiamoci che nell’interpretazione mistica si tratta del Cantico (per eccellenza) dell’Amore tra Dio e il suo Popolo (alleanza), o tra lo Sposo Cristo e la Sposa Chiesa, o ancora tra Dio e l’Anima. Personalmente preferisco la seconda, senza escludere le altre. Ma il Cantico rimane sempre (dal punto di vista letterario) una esaltazione dell’amore umano, con connotazioni anche sessuali. Una eccessiva spiritualizzazione gli toglie qualcosa di essenziale: l’Amore di Passione, incarnato e reso tangibile nella mediazione del corpo. Come “sfruttare” questa dimensione “carnale” del Cantico? Ecco qualche mia osservazione personale in proposito.

4.1 Nell’amore matrimoniale, reso sacramento dell’Amore tra Cristo e la Chiesa (Ef 5), ci è offerta la possibilità di amare Dio con PIACERE, godendo nei sensi dello scambio di affetto, tenerezza e donazione reciproca tra i due coniugi. Nello sposo, la sposa cristiana riconosce il Cristo suo Sposo e a lui/Lui si offre con reduplicato affetto e amore. E lo sposo cristiano riconosce con stupore che in lui è Cristo stesso che ama la sua sposa e in lei rende presente il suo Amore per la Chiesa Sposa. Da qui l’esigenza che l’amore sponsale degli sposi cristiani sia “Puro”, cioè per quanto possibile libero dall’egoismo calcolista che vuole accaparrare e strumentalizzare l’altro. Quindi, questo libro potrebbe essere il Cantico dei Cantici degli sposi cristiani, sorgente inesauribile d’ispirazione nel loro cammino di fede e di coppia.

4.2 Il carattere sponsale del Cantico, però, non impedisce che sia “cantato” anche da quelli che il Signore ha chiamato alla vita consacrata e sacerdotale. Anzi, la loro condizione “verginale” è un segno permanente nella Chiesa della sua appartenenza radicale al Cristo suo Sposo. Naturalmente questo esige una sublimazione o meglio una crescita ulteriore verso una concezione ed esperienza più profonde e “spirituale” del desiderio e del piacere, cioè più simili alla condizione nostra futura.

4.3 La difficoltà nel vivere questa dimensione “sponsale” (nel matrimonio o nella vita celibe) può apparire alquanto artificiale nel caso dell’uomo. Infatti, tutti quanti, come Chiesa, siamo Sposa di Cristo. Come può l’uomo sentirsi “sposa”?

Una possibile risposta potrebbe essere quella di coltivare l’interpretazione mistica che vede nell’Amata del Cantico la nostra “Anima”. Talvolta però il forte accento di sensibilità femminile in certe espressioni può urtare la sensibilità maschile.

Un’altra possibilità potrebbe essere di vederci “rappresentati” propria dalla “Donna”, in cui s’incarna quello che ci manca: Lei ci completa. Si tratta di un modo di sperimentare la gioia e la bellezza dello scambio di doni, diventare totalmente ‘dono’ per l’altro in quello che ci rende da lui diversi. Nel caso dell’uomo sposato questa “Donna” sarà la donna-sposa che Dio gli ha messo accanto. Per il celibe, potrebbe essere una “Donna” in cui egli vede incarnata la dimensione della “Sposa” del Cristo, oltre che “l’eterno femminino”. Trovo che in questo caso la scelta migliore sia una “amicizia spirituale” vissuta nella “Comunione dei Santi”, cioè con Qualcuna che contempla ormai il volto dello Sposo ed “accetta” la nostra proposta di esserci Sorella ed Amica nell’arte dell’Amore. La lettura del Cantico si farà allora insieme a “Lei” e quei momenti d’intimità possono diventare squarci del cielo nella nostra giornata.

Buon dialogo con lo Sposo!

P. Manuel João Pereira Correia mccj

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 06/12/2020 da in ITALIANO, Lectio Divina con tag .

  • 659.900 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 767 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: