COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Gianfranco Ravasi – Un’intricata questione cronologica

“Un decreto di Cesare Augusto ordinò
che si facesse il censimento di tutta la terra.
Questo primo censimento
fu fatto quando Quirinio
era governatore della Siria”.
(Luca 2,1-2)

Sono stati scritti volumi interi su questo passo simile più a un macigno storico che a una pietra d’inciampo nell’analisi critica dei Vangeli. Noi ci accontenteremo di una piccola nota sintetica. L’unico censimento documentato di Quirinio (ne parla anche lo storico Giuseppe Flavio del I sec.) fu eseguito nel 6-7 d.C. quando Gesù doveva avere almeno dodici anni, se è vero – come ci riferisce Matteo – che è nato sotto il regno di Erode il Grande, morto nel 4 a.C. Come è noto, il calcolo dell’anno di nascita di Cristo è stato fissato in modo approssimativo ed erroneo dal monaco scita Dionigi il Piccolo nell’anno 753 dalla fondazione di Roma.

Anche Luca ha fatto confusione? O ha voluto imprimere alla nascita di Gesù un respiro universale ponendola nel contesto di un «censimento di tutta la terra» senza badare alla correttezza storica? Quell’atto censuale del 6 d.C. ebbe un grande rilievo nell’area siro-palestinese perché rese il Paese una provincia dipendente da Roma in senso stretto. A più riprese abbiamo notato che gli evangelisti, pur narrando vicende storiche, non sono guidati da rigorose preoccupazioni storiografiche.

Si potrebbe concludere, con un importante commentatore di Luca, Heinz Schürmann, che la connessione artificiosa erronea con il censimento di Quirinio metterebbe agli occhi dell’evangelista «la nascita di Gesù in rapporto con tutto l’impero. In lui si compie non solo l’attesa dei Giudei ma di tutta la terra. Si apre un orizzonte vasto come il mondo: è affermata l’importanza universale della nascita di Gesù». Tuttavia stupisce il fatto che sia proprio Luca, il più attento al dato storico nel suo Vangelo, a patire questo equivoco.

Forse un’ulteriore soluzione potrebbe essere cercata in una precisazione apposta da Luca: «Questo primo censimento». Quirinio, in Siria come reggente della legazione romana (il legato Sanzio Saturnino era impegnato in un’aspra guerra con gli Armeni), potrebbe aver ordinato un censimento amministrativo in Palestina, condotto secondo il metodo tribale e non residenziale, un metodo più accettabile agli Ebrei. Saremmo nell’anno 7-6 a.C. corrispondente alla nascita di Gesù.

Quando diverrà legato a titolo pieno, Quirinio deciderà un secondo censimento più generale e sistematico, quello del 6 d.C. L’una o l’altra interpretazione si rivela possibile, ma entrambe lasciano un alone di incertezza cronologica proprio sull’evento che ha cambiato la storia dell’umanità.

11 luglio 2014
http://www.famigliacristiana.it

Un commento su “Gianfranco Ravasi – Un’intricata questione cronologica

  1. Stefano Ligorio
    25/12/2020

    Buone feste…

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25/12/2020 da in ITALIANO, Riflessioni bibliche con tag , .

  • 586.882 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 942 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: