COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Moringa, la pianta miracolosa

É talmente benefica da essere chiamata “albero della vita”. La pianta di moringa, di cui esistono 13 specie (la più pregiata è la Moringa oleifera), è infatti la più ricca di sostanze nutritive mai scoperta: le sue foglie contengono proteine, vitamine A, B, C e minerali. I prodotti estratti hanno proprietà antibiotiche e antinfiammatorie, e si utilizzano contro le ulcere, il colesterolo alto, l’ipoglicemia e per regolare la tensione. La piantà dà foglie durante la stagione secca e la carestia, ed è interamente commestibile: oltre alle foglie, si mangiano anche i baccelli, la corteccia e le radici. La pianta è di origine asiatica, ma in Africa oggi cresce in modo endemico e viene anche coltivata. Qui viene utilizzata per il nutrimento di donne in stato di gravidanza e di bambini, ma anche come ingrediente principale di alcuni piatti nei villaggi, preparati con le foglie intere della pianta o ridotte in polvere.

In Senegal è possibile assaggiare tali piatti nella regione meridionale della Casamance, per esempio, dove tra le sue rigogliose foreste non mancano certo piante di quelle che i senegalesi chiamano informalmente “nebaday”, scimmiottamento dell’inglese “never die”, proprio a causa delle sue miracolose virtù, che renderebbero immortali. Nel villaggio di Kagnarou, ormai conosciuto dai lettori della nostra rubrica, il nostro amico Vieux ci ha mostrato l’albero di moringa, il suo baccello e il suo frutto. «Quando le nostre mamme ne cucinano le foglie, anche se pestate, poi buttiamo l’acqua, perchè è amarissima. Il frutto invece – spiega mentre lo estrae dal baccello e lo priva della membrana che lo riveste – fa benissimo per problemi di tensione…basta che ne prendi due ogni mattina!».

Se reperibile in polvere, possiamo spolverizzare la moringa anche sui nostri piatti di carne e/o verdure per renderli più nutrienti, oppure farci delle tisane: in tutti i casi, come ci ricorda Vieux, è da tener presente per le quantità il gusto amaro della foglia.

(testo e foto Luciana De Michele)
28 gennaio 2021
http://www.africarivista.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 04/02/2021 da in Ecologia, ITALIANO con tag , .

  • 624.861 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 756 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: