COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

La folla degli invisibili

Nelle nostre città aumenta sempre di più la folla degli invisibili.
Chi sono? Sono poveri, diseredati, vecchi soli, handicappati.
Gente che soffre in silenzio una vita di stenti, di quotidiane umiliazioni, di muto dolore.
Perché invisibili? Perché molti di noi non li vogliono vedere, ed essi non essendo veduti di fatto non esistono. Non vogliamo vederli perché temiamo che il nostro stato di falso benessere sia turbato dallo spettacolo inquietante della miseria, della vecchiaia, dell’handicap, del disagio psichico.
Così essi sono condannati ad una morte civile, ma così anche noi moriamo dentro: moriamo nella capacità di essere uomini, di esercitare l’organo della compassione, di crescere come persone integrate.
Qualcuno ha detto: «Se vuoi essere un vero uomo non toglierti mai dagli occhi la pena umana».
Ma tant’è…
Una perfetta metafora di questo percorso evolutivo la troviamo nel racconto del principe Siddharta che poi diventerà il Buddha. È una storia sempre attuale che merita di essere ricordata.

Siddharta ottiene la sua prima illuminazione quando, fuggendo dalla dorata vita di corte cui lo costringe il padre, attorniato solo da persone giovani, belle e sane (mito più che mai attuale); fa quattro incontri fatali.
Mi limiterò a ricordare i tre più importanti: la Vecchiaia, la Malattia, la Morte; rispettivamente nelle persone di un vecchio, di un malato, di una salma.
Scosso da queste visioni, per lui inedite, Siddharta abbandona definitivamente la corte paterna e inizia una dura ascesi che lo condurrà a scoprire un percorso per aiutare le persone ad uscire dal dolore.
Anche oggi molti di noi sono ancora vittime della dorata prigione di Siddharta, in una società che fa di tutto per nascondere i segni della vecchiaia, della malattia e della morte: una società succube del mito dei sani-belli-felici.
Le dimostrazioni sono sotto gli occhi di tutti: dai mille centri di benessere, alle cliniche di chirurgia estetica, agli infiniti prodotti per nascondere le rughe, coprire le macchie senili, rassodare tessuti atonici ecc.
Senonchè questo regno dorato è fuori dal principio di realtà e appartiene pericolosamente al regno dell’illusione.
Dunque, se vogliamo davvero crescere, diventare uomini completi, dobbiamo fare come il principe Siddharta: guardare in faccia la realtà, accettare il dolore, la vecchiaia, gli acciacchi dell’età e uscire da noi stessi, dal nostro bozzolo rassicurante, per andare verso gli altri.

Aldo Rosa
Ripreso da http://www.leggoerifletto.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 25/02/2021 da in Giustizia e Pace, ITALIANO.

  • 680.529 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 774 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: