COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

La Civiltà Cattolica – Populismo e terrorismo, gli eredi illegittimi del nichilismo

Vi invito a leggere questo interessante articolo pubblicato dalla rivista La Civiltà Cattolica.
Vi offro alcuni estratti riassuntivi.

POPULISMO E TERRORISMO, GLI EREDI ILLEGITTIMI DEL NICHILISMO
Álvaro Lobo Arranz

(foto: iStock.com@SIphotography)

La Civiltà Cattolica
Quaderno 4098, pag. 534 – 547, Anno 2021, Volume I
20 Marzo 2021

Il XXI secolo ha superato abbondantemente la soglia della maggiore età. Per quanto giovane esso ci possa ancora apparire, gli avvenimenti che ci ha fatto vivere a livello mondiale ci mostrano che il suo svolgimento può essere non meno appassionante del XX secolo. Probabilmente negli annali della storia i suoi esordi verranno ricordati per le sfide globali che li hanno caratterizzati, come la crisi economica, il cambiamento climatico e, ovviamente, il Covid-19.

Tuttavia, se volgiamo lo sguardo indietro, possiamo scorgere due mali endemici di cui le nostre democrazie hanno sofferto e che in qualche modo possono sempre riapparire: il terrorismo e il populismo.  (…)

I due fantasmi delle nostre democrazie

Il primo fantasma è anche il più chiaro: il terrorismo. Nei nostri occhi sono ancora impresse le immagini dell’attentato dell’11 settembre 2001, ossia l’inizio inimmaginabile delle grandi calamità che hanno afflitto la democrazia, togliendo la vita a migliaia di cittadini in tutto il mondo. Tuttavia l’incubo non si è limitato al grande numero di morti, ai feriti e ai loro familiari, ma si è spinto ben oltre… Sebbene l’impatto in Europa e in America sia stato enorme, oggi le regioni più colpite sono di gran lunga il Medio Oriente, l’Africa e il Sudest asiatico, dove il terrorismo è una realtà cruenta e il bilancio dei morti notevolmente maggiore…

Il secondo fantasma presente nelle democrazie contemporanee è il populismo. Nel 2002 ha destato scalpore l’ascesa di Jean-Marie Le Pen nel secondo turno delle elezioni presidenziali francesi. Ma oggi il populismo è una costante in quasi tutti i Paesi con una lunga tradizione democratica, e in alcuni casi è riuscito a salire al potere con relativa facilità, come abbiamo potuto constatare nell’ultimo decennio…

Il populismo è un fenomeno politico che, seppure in modo diverso, si manifesta sia nell’estrema destra sia nell’estrema sinistra, e progressivamente mina i nostri sistemi di democrazia rappresentativa. Non è una ideologia, ma un modo semplicistico di comprendere la realtà e il gioco politico… che propone sempre soluzioni facili a problemi complessi…, senza che i partiti tradizionali siano in grado di scongiurarlo. (…)

La genealogia del nulla

Dopo aver visto quali sono questi due mali e come agiscono, occorre indagare l’elemento che li genera. Il fatto di avere la stessa origine porta il terrorismo e il populismo a manifestare alcune caratteristiche comuni a prescindere dal tempo e dalle frontiere, come in una di quelle saghe cinematografiche in cui parenti lontani, benché assai diversi, si rivelano prigionieri degli stessi impulsi genetici…

Nel capitolo «La ribellione» de I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoev­skij possiamo collocare l’inizio di questa singolare dinastia… Perché esiste il male? Perché Dio lo permette? Che cosa fa l’ordine costituito? … nell’indignazione verso la sofferenza troviamo la genesi nichilista, qualcosa che d’altra parte si riscontra sia nel populismo sia nel terrorismo…. Nella tensione tra l’eteronomia e l’autonomia morale, lo scrittore russo opta per la seconda: la libertà che si contrappone all’ordine morale imposto. Si avvia così una riflessione fondamentale per il nostro tempo: se Dio non esiste, «tutto è permesso?». Nel momento in cui perdiamo la bussola della bontà e della verità non viene meno soltanto il senso, ma anche il criterio oggettivo per distinguere ciò che è bene da ciò che è male, ciò che appare da ciò che è vero…

La porta che conduce al nichilismo si apre con Friedrich W. Nietzsche… Il filosofo tedesco pone la «morte di Dio» come una visione del mondo che ormai non ha più senso… scegliere il nulla è l’unica scelta valida. Il nichilismo di Nietzsche opta per una volontà forte, lasciandosi alle spalle il crollo della morale cristiana, per aprire la strada a un nuovo scenario per l’uomo… Per lui, quella che ne I fratelli Karamazov era la sfida del perdono si trasforma in rancore, elemento che a sua volta appare nel terrorismo e nel populismo…

L’ultimo anello di questa strana genealogia lo troviamo in pieno XX secolo, in coincidenza, anche dal punto di vista cronologico, con alcuni totalitarismi. Sebbene in teoria appartenga a un’altra corrente di pensiero, Jean-Paul Sartre affonda le proprie radici nello stesso nichilismo…

Nel corso del XX secolo gli eredi di questa genealogia nichilista si sono presentati sotto forma di leader totalitari che, nonostante propugnassero ideologie totalmente opposte, avevano vari punti in comune… I sistemi totalitari hanno fatto propri alcuni dei fondamenti del nichilismo e non hanno avuto scrupoli a calpestare la ragione, eliminando milioni di esseri umani, per imporre la loro visione del mondo…

Nel nostro XXI secolo questa genealogia non sembra estinta. Attualmente si presenta sotto di forma di terrorismo e di populismo, inclini a cercare ispirazione nei loro antenati più diretti…

Stessi geni, stesse caratteristiche

Per analizzare le caratteristiche comuni al terrorismo e al populismo potremmo forse tornare all’origine stessa del nichilismo: la sofferenza. Nella vecchia Europa è stata la Grande Depressione che ha contribuito all’emergere dei totalitarismi, così come sono state anche la povertà e la disuguaglianza a suscitare il terrorismo in America Latina, per non parlare della relazione tra la crisi del 2008 e il risveglio dei populismi nello scorso decennio…

L’avversario non diventa solo un rivale politico, ma un nemico da eliminare, perché a volte entrambi i fenomeni – il populismo e il terrorismo – provocano in tutta la realtà odio e risentimento.

E in entrambi i fenomeni appare la figura del leader salvatore, perché, in assenza di un dio in cui confidare, sorge la necessità di trovare nuove realtà a cui prostrarsi… Non c’è da meravigliarsi se i leader salvatori o il fragore delle folle trovino presto un capro espiatorio… Ogni gruppo trova la causa di tutti i suoi mali in una minoranza etnica o sociale: immigrati, poliziotti, religiosi, politici, giudici, giornalisti, massoni e così via…

Il nichilismo influisce anche sul nostro modo di percepire l’informazione, la ragione e la conoscenza scientifica, tanto più e tanto peggio nell’epoca della post-verità… Non è esagerato affermare che la nostra cultura ha perso il senso della verità e sottomette i fatti ai suoi interessi particolari… E questo rifiuto di cercare la verità si avvale della menzogna come di una risorsa…

È possibile trovare una soluzione?

… Dobbiamo partire da un presupposto fondamentale: non c’è pace senza giustizia. Uno sviluppo integrale e la riduzione delle disuguaglianze sociali è, a livello nazionale come a quello internazionale, il miglior vaccino per prevenire l’insorgere di simili patologie… Se non riusciamo ad andare al nocciolo della questione, ci attende una serie di rimedi tardivi, costosi e dolorosi… Nessuno sa come saranno il mondo e la democrazia fra qualche decennio; in compenso sappiamo quali sono i pericoli che corriamo, perché i figli illegittimi del nichilismo sono ancora in agguato.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 09/04/2021 da in Attualità sociale, ITALIANO con tag , .

  • 660.930 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 768 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: