COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

Archivi categoria: ITALIANO

Lectio divina sulla seconda lettera ai Corinzi

Lectio divina sulla seconda lettera ai Corinzi Padre Paolo Berti X e XI settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari) La seconda lettera ai Corinzi è stata preceduta da circostanze non … Continua a leggere

18/06/2017 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della Domenica Corpus Christi (A)

A volte ripenso a quella parola, piccola parola, con cui gli Ebrei hanno chiamato quel cibo inatteso dal cielo: Manna, manhu, che significa: che cos’è? E penso che era come una domanda iscritta per sempre, quasi non ci fosse fine alle risposte, alla sorpresa: che cos’è?

17/06/2017 · Lascia un commento

Lectio della domenica Corpus Christi (A)

Nell’accettare Gesù, nell’assimilare la sua vita e la sua morte, come avviene nell’Eucarestia, noi assimiliamo la sua persona, la sua vita, il suo dono e così arriviamo alla terra promessa: la nostra realizzazione finale nella vita definitiva.

17/06/2017 · Lascia un commento

Lectio del Il Libro di Tobia

IX settimana del Tempo Ordinario (Anno dispari) Il Libro di Tobia P. Pino Stancari S.J. La vocazione alla vita nel tempo della diaspora: in viaggio verso Gerusalemme Il libro di … Continua a leggere

05/06/2017 · Lascia un commento

Da Babele a Pentecoste

Quando in una casa entra un raggio di sole, la lampada non attira più gli sguardi, perché domina vittorioso lo splendore del giorno. (Nicola Cabàsilas, De vita in Christo)

03/06/2017 · Lascia un commento

L’Istituto dei Missionari Comboniani compie 150 anni

Quest’anno l’Istituto dei Missionari Comboniani celebra i 150 anni. Una grande notizia per l’Istituto che tanto ha fatto bene nel mondo. Sulla storia, il perchè e come dell’Istituto dei Missionari Comboniani, … Continua a leggere

02/06/2017 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della Domenica di Pentecoste (A)

La Parola di Dio racconta in quattro modi diversi il venire dello Spirito Santo, per dirci che Lui, il respiro di Dio, non sopporta schemi. Nel Vangelo lo Spirito viene come presenza che consola, leggero e quieto come un respiro, come il battito del cuore.
Negli Atti viene come energia, coraggio, rombo di tuono che spalanca le porte e le parole. Mentre tu sei impegnato a tracciare i confini di casa, lui spalanca finestre, ti apre davanti il mondo, chiama oltre…

02/06/2017 · Lascia un commento

Lectio della domenica di Pentecoste (A)

Il contesto liturgico di oggi è segnato dal termine del tempo pasquale e dal rilancio del tempo ordinario. Come a dire: riprendi il tuo solito tran tran, ma ricorda che c’è qualcosa di nuovo che lo attraversa… La luce del Risorto è guida sicura al cammino di quanti vogliono seguirlo, lo Spirito è dato, nessun dono manca a coloro che si lasceranno attrarre e condurre dal Signore della vita sulle strade della quotidianità.

02/06/2017 · Lascia un commento

Si sono intensificati gli scontri nella Repubblica Centrafricana

Sono sempre più numerosi nella Repubblica Centrafricana gli episodi di violenza a sfondo religioso. Nelle ultime settimane gli scontri tra le milizie rivali hanno preso il sopravvento e più di cento persone hanno perso la vita nel corso di un triplice attacco avvenuto ad Alindao, a Bengassou e a Bria, nel sud-est del paese.

31/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (31)

31. Fare buon uso della gloria e della lode.
Se dunque qualcuno ci loda e ci glorifica, dobbiamo comprendere l’esempio che qui ci dà la Madre di Dio ed essere pronti a rispondere con questo versetto e a fare buon uso della gloria e della lode e dire apertamente o almeno pensare nel cuore…

31/05/2017 · Lascia un commento

Guerra e malnutrizione: Sud Sudan allo sbando

Amref lancia l’allarme: «Drammatiche le conseguenze del conflitto sulla popolazione locale». Il Papa non si recherà nel Paese nel 2017

30/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (30)

30. Che creatura meravigliosa!
Oh, quant’è semplice e puro il suo cuore! Che creatura meravigliosa! Grandi cose sono nascoste sotto così semplici apparenze! Quanti l’hanno toccata, con lei hanno parlato, mangiato e bevuto, forse l’hanno disprezzata e considerata una comune cittadina, povera e semplice

30/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (29)

29. “E SANTO È IL SUO NOME”.
Perciò essa aggiunge: “E santo è il suo nome”; cioè io non mi attribuisco l’opera e così neppure mi attribuisco la fama e l’onore di essa. Poiché l’onore e la fama è soltanto di chi compie l’opera.

30/05/2017 · Lascia un commento

Le apparizioni mariane / 1

Le apparizioni sono un fenomeno sempre attuale nella storia della Chiesa, già la Sacra Scrittura di fatto attesta molte apparizioni, se poi noi, rileggendo la storia della Chiesa, dal tempo patristico a oggi, diventa praticamente impossibile calcolare il numero delle apparizioni documentate

30/05/2017 · Lascia un commento

Visitazione della Beata Vergine Maria

La Marialis cultus al numero 7 circa la festa della Visitazione della Beata Vergine Maria ricorda che essa è una celebrazione dove viene commemorato un evento salvifico, nel quale la Vergine Madre è strettamente legata a suo Figlio, e la «liturgia ricorda “la beata Vergine Maria, che porta in grembo il Figlio” e che si reca da Elisabetta per porgerle l’aiuto della carità e proclamare la misericordia di Dio Salvatore» (MC 7).

30/05/2017 · Lascia un commento

Lectio sugli Atti degli Apostoli (7)

Paolo è impegnato oramai nei suoi grandi viaggi missionari. Siamo al suo terzo grande viaggio missionario. Ogni viaggio ha la sua particolare fisionomia pastorale, ogni viaggio diventa occasione di crescita nella contemplazione dell’evangelo, ogni viaggio diventa momento di rivelazione per quanto riguarda la novità di cui Dio è protagonista nella storia degli uomini per la salvezza di tutte le genti.

30/05/2017 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della VII settimana di Pasqua

Invochiamo lo Spirito con forza, chiediamo al Signore risorto l’abbondanza della sua presenza, chiediamogli di aiutarci a superare la Babele dell’incomprensione! Il Signore è vivo e presente, l’unico in grado di convertire i nostri cuori, di dissetare la nostra immensa sete di felicità e di bene, di amore e di pace, di luce e di grazia!

29/05/2017 · Lascia un commento

La strage dei copti, padre Scattolin: «Vogliono destabilizzare»

Il comboniano che lavora tra i diseredati del Cairo: «Colpiscono i cristiani perché sono un bersaglio facile. La risposta alle loro azioni deve essere culturale»

29/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (28)

28. Una potenza operante.
Questo dunque è il pensiero della santa Madre di Dio in queste parole: in tutte queste cose e in questi grandi beni non v’è nulla di mio, ma tutto è di Colui che tutte queste cose compie e agisce con la sua potenza in tutti; egli ha fatto per me queste grandi cose.

28/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (27)

27. Il Potente.
“Il Potente”. Con questo nome essa toglie ogni potenza e forza a tutte le creature per attribuirla a Dio solo.

27/05/2017 · Lascia un commento

«Cinque magnati nigeriani potrebbero sconfiggere la povertà nel loro Paese»

Sarebbe sufficiente la ricchezza dei cinque uomini più ricchi del Paese a mettere fine alla povertà in Nigeria. A denunciarlo è la Ong Oxfam nel suo rapporto «Inequality in Nigeria – Exploring the drivers». Secondo i responsabili dell’organizzazione britannica, nonostante l’attuale recessione economica, «una piccola élite sta diventando sempre più ricca» mentre più della metà della popolazione nigeriana è ancora alle prese con la miseria.

26/05/2017 · Lascia un commento

In Africa, cresce la classe media e il tenore di vita

Nonostante i «progressi sul fonte dello sviluppo umano siano lenti e irregolari», 18 dei 54 Paesi africani hanno raggiunto un tenore di vita medio-alto. Ad affermarlo il rapporto «African Economic Outlook» pubblicato congiuntamente da Banca africana dello sviluppo, Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico e il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite.

26/05/2017 · 1 Commento

Commento al Vangelo della Ascensione del Signore (A)

Io sono con voi, tutti i giorni, fino alla fine del mondo: con voi, sempre, fino alla fine. Cosa sia l’ascensione lo capiamo da queste parole. Non è andato lontano o in alto, in qualche angolo remoto del cosmo, ma si è fatto più vicino di prima. Se prima era insieme con i discepoli, ora sarà dentro di loro. Non è andato al di là delle nubi ma al di là delle forme

26/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (26)

26. La libera grazia di Dio
Essa parla anche di una libera grazia di Dio, non secondo il suo proprio merito. (…) Che poi si canti nel Regina coeli laetare: “ Tu hai meritato di portarlo”, e in un altro punto: “Del quale tu sei stata degna di portarlo…”, non dimostra nulla.

26/05/2017 · Lascia un commento

Lectio della Ascensione del Signore (A)

L’antica professione di fede della prima comunità cristiana che riconosce Gesù Cristo risorto come il “Signore”, viene trascritta nel linguaggio simbolico della sua ascensione al cielo. Luca privilegia questo modello espressivo alla fine del vangelo e all’inizio del suo secondo libro, gli Atti degli apostoli.

25/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (25)

25. Tutto è grande quello che ha fatto per me.
Essa non elenca i doni ricevuti specificandoli, ma con una parola li comprende tutti in una volta e dice: “Egli mi ha fatto cose grandi”, cioè tutto è grande quello che ha fatto per me. Così ci insegna che quanto più la meditazione è spirituale, tanto meno è fatta di molte parole. Si rende conto di non poter assolutamente esprimere ciò che prova con parole, per quanto vi pensi e lo desideri fortemente. Ed ecco perché queste poche parole dello Spirito sono in ogni tempo tanto grandi e profonde che nessuno le può comprendere, se almeno già in parte non le senta lo Spirito. Queste parole appaiono del tutto insignificanti e senza valore a coloro che non hanno lo Spirito e agiscono usando molte parole e grandi schiamazzi. Lo stesso Cristo ci insegna in Matteo VI che non dobbiamo usare molte parole quando preghiamo, in quanto fanno così coloro che non avendo fede, pensano di essere esauditi per le loro molte parole. (…)
Se dunque si pensa di lodare Dio con molte parole, grida e suoni, si agisce come se Egli fosse sordo o non sapesse nulla, come se noi volessimo svegliarlo e informarlo. Una simile opinione di Dio va più a detrimento e disonore che a sua lode. Ma chi medita sulle azioni divine con tutto il cuore e le considera con ammirazione e gratitudine, traboccante d’amore, egli sospira più che parlare, e le parole scorrono (senza essere studiate, né pesate), cosicché lo spirito stesso si manifesta e le parole hanno vita, mani e piedi, anzi è come se tutto il corpo e tutta la vita e tutte le membra volessero parlare: ciò significa lodare Dio veramente in spirito e verità, perché le parole sono puro fuoco, luce e vita, come dice Davide nel Salmo CXVIII: “Signore, le tue parole sono tutte infocate”. E ancora: “Le mie labbra esprimeranno la tua lode”, come dell’acqua bollente trabocca e spuma, e per il gran calore non si può più trattenere nella pentola. Così sono tutte le parole della beata Vergine in questo canto: poche, ma profonde e grandi. Simili persone sono chiamate da san Paolo, in Romani XII, spiritu ferventes, spiritualmente bollenti e spumanti, e ci insegna ad essere così.
Le grandi cose non sono altro che questo, che essa è diventata Madre di Dio; in tale opera le sono dati tanti e sì grandi beni che nessuno li può comprendere. (…) Poiché da ciò le viene ogni onore, ogni beatitudine, e in ogni generazione umana la sua singolare posizione sopra tutti, poiché nessuno come lei ha avuto dal Padre Celeste un bambino e un simile bambino. Ed essa stessa non gli può dare un nome per l’immensa grandezza e non può fare altro che traboccare d’amore, poiché sono cose grandi che non si possono esprimere ne misurare. Perciò con una parola, chiamandola Madre di Dio, si è compreso tutto il suo onore; nessuno può di lei o a lei dire cosa più grande, anche se avesse tante lingue quante sono le foglie e l’erba, le stelle in cielo e la sabbia del mare. Anche il cuore deve riflettere che cosa significhi essere Madre di Dio.

25/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (24)

24. “POICHÉ IL POTENTE MI HA FATTO GRANDI COSE, E SANTO È IL SUO NOME”…
Qui essa canta tutte insieme le opere che Dio ha fatto per lei, rispettando un preciso ordine.

24/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (23)

23. “PER CUI TUTTE LE GENERAZIONI MI CHIAMERANNO BEATA”.
L’espressione latina omnes generationes l’ho tradotta in tedesco “i posteri”, sebbene significhi “tutte le generazioni”.

23/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (22)

22. Maria non vuole che tu venga a lei, ma per mezzo di lei tu vada a Dio.
Per questa ragione, chi vuole onorarla non la deve porre soltanto dinanzi a sé, ma dinanzi a Dio (…). Essa non vuole che tu venga a lei, ma per mezzo di lei tu vada a Dio.

22/05/2017 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della VI settimana di Pasqua

Sono due a dare testimonianza: lo Spirito e i discepoli della prima ora. Lo Spirito, il Paraclito, cioè il difensore, colui che protegge dagli assalti del mondo, il primo dono ai credenti da parte del risorto. È lui, lo Spirito, che spalanca il nostro sguardo interiore

21/05/2017 · Lascia un commento

Lectio sugli Atti degli Apostoli (6)

Questa volta affrontiamo il secondo grande viaggio missionario di Paolo. Luca che racconta, ci mette già sull’avviso: secondo viaggio missionario, un cammino di conversione per Paolo e per gli altri con lui. Le pagine che leggeremo ci aiuteranno a costatare come il grande viaggio missionario è il viaggio che in primo luogo e in maniera davvero radicale determina la esperienza di conversione

21/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (21)

21. Il vero onore che le si deve tributare
In tal modo possiamo imparare quale sia il vero onore che le si deve tributare e mediante il quale la si deve servire. Con quali parole ci si potrà rivolgere a lei? Le sue stesse parole ci inducono a dire

21/05/2017 · Lascia un commento

Centrafrica, vescovo e cristiani fanno da scudo ai musulmani

«Sto molto bene. Ma mi sono messo a fare da scudo affinché non vengano uccisi 500 donne e bambini all’interno di una moschea. Insieme ad altri, siamo qui da tre giorni. Raccogliamo feriti e cadaveri. Finora abbiamo contato 40 morti e cento feriti».

20/05/2017 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della VI Domenica di Pasqua (A)

“Se incontri il Buddha per la strada, uccidilo!”, a dire che l’amore per il maestro può ostacolare quello per il suo messaggio. Gesù invece vuole che lo si ami, che si sia coinvolti nella sua vita, al punto che i suoi comandi non siano imposizioni o leggi, ma siano realizzati nell’amore.

20/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (20)

20. La prima opera di Dio in Lei è lo sguardo divino
Maria confessa che la prima opera di Dio in lei è lo sguardo divino che si è posato su lei, ed è anche l’opera maggiore, dalla quale tutte le altre dipendono e dalla quale tutte scaturiscono.

20/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (19)

19. Soltanto l’occhio astuto ed egoista dell’uomo è insaziabile
Tutti gli animali si accontentano di ciò che possiedono e servono Dio con amore e lode; soltanto l’occhio astuto ed egoista dell’uomo è insaziabile e per di più mal destro, tanto che vorrebbe saziarsi attraverso la sua stessa ingratitudine e il suo orgoglio

19/05/2017 · Lascia un commento

Lectio della VI Domenica di Pasqua (A)

A pochi giorni dalla Solennità dell’Ascensione di Gesù al cielo, il Vangelo di oggi ci dà una certezza: Gesù non ci ha lasciati soli, in balia di noi stessi e di forze avverse; ha mandato il Paraclito, lo Spirito della verità, che ci sostiene nel cammino della vita

18/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (18)

18. Molti non lodano Dio perché considerano di avere ricevuto poco
Così oggi ci sono molti che non lodano la bontà di Dio, perché considerano di non di avere ricevuto quanto ha ricevuto san Pietro o un altro santo o come questo o quel mortale; pensano che se anche essi avessero tanto, lo loderebbero e amerebbero

18/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (17)

17. Fonda la tua salvezza soltanto sulle opere che Dio compie in te
Considera, dunque, come fa la vergine Maria, che Dio opera anche nei tuoi confronti e che, di conseguenza, devi fondare la tua salvezza soltanto sulle opere che Dio compie in te e non su quelle che compie negli altri.

17/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (16)

16. Poi, lodare le sue opere e i suoi beni.
Successivamente, la madre di Dio – dopo aver lodato con spirito semplice e puro il suo Dio e Salvatore senza diventare presuntuosa a causa dei suoi beni, ma cantando la bontà di colui come si conviene – passa, secondo un giusto ordine, a lodare le sue opere e i suoi beni.

16/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (15)

5. Temiamo che l’occhio ipocrita non sia troppo aperto.
Perciò Dio deve riservare a se stesso il riconoscimento e la considerazione della nostra umiltà e occultarla al nostro sguardo, lasciandoci in modeste condizioni ed esercitandoci in esse, affinché dimentichiamo la considerazione di noi stessi.

15/05/2017 · Lascia un commento

Lectio sugli Atti degli Apostoli (5)

Lectio sugli Atti degli Apostoli (5) Pino Stancari LA CONTEMPLAZIONE DI PAOLO Un nuovo protagonista Oramai sulla scena narrativa del nostro libro rimane come figura di spicco, come personaggio che … Continua a leggere

14/05/2017 · Lascia un commento

Caos sul Web. Londra: non pagate il riscatto agli hacker

Secondo gli esperti quella lanciata venerdì è stata “la più grande epidemia del virus ransomware nella storia”. Nel mirino 130mila sistemi in oltre 100 Paesi, tra cui l’Italia.

14/05/2017 · Lascia un commento

Papa Francesco a Fatima

Nel Santuario mariano, nella Solennità della Beata Vergine di Fatima, il Papa canonizza i due pastorelli, Giacinta e Francesco Marto, sulle cui tombe si era prima raccolto in preghiera.

13/05/2017 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della V Domenica di Pasqua (A)

La Bibbia è piena di strade, di vie, di sentieri, piena di progetti e di speranze. Felice chi ha la strada nel cuore, canta il salmo 84,6. I primi cristiani avevano il nome di “Quelli della via” (Atti 9,2), quelli che hanno sentieri nel cuore, che percorrono le strade che Gesù ha inventato, che camminano chiamati da un sogno e non si fermano.

11/05/2017 · Lascia un commento

Lectio della V Domenica di Pasqua (A)

Siamo al cap. 14 di Gv, al primo discorso di addio perché Giovanni mette un altro discorso di addio al cap. 15-16 che pone l’attenzione sulla comunione di vita con Lui, che va intensificato per mezzo della pratica del comandamento dell’amore vicendevole. Invece nel cap. 14 Gesù insiste sulla fedeltà dei discepoli alla sua Parola. Gesù invita a non turbarsi.

11/05/2017 · Lascia un commento

Il Sud Sudan è ormai sull’orlo di un altro conflitto

Il dialogo è finito. Si passa allo “stato d’allerta bianco”. Quel fragile processo di pace che aveva come obiettivo la riconciliazione del giovanissimo Sud Sudan, teatro di una sanguinosa guerra dal 2013, si è interrotto minacciando un nuovo livello di instabilità. Tra carestie e violenze, il Paese sembra pronto ad esplodere

11/05/2017 · Lascia un commento

Kleponis: «Così possiamo lottare contro il porno che ci invade»

Trecento milioni di utenti visitano quotidianamente 260 milioni di siti pornografici. Il 75% sono uomini, il 25% donne, ma le proporzioni stanno rapidamente equilibrandosi in nome di una parità che in questo caso non fa onore a nessuno. Grazie anche a Internet, ma non solo, l’industria della pornografia è tra le più floride del mondo

11/05/2017 · Lascia un commento

​Il potere del sì

​Quando mi rivolgo a Maria di Nazareth, come tutti, cerco aiuto. Ricorro a Lei non solo come protezione da pericoli e calamità, ma come luce che indica il cammino, come conferma delle mie scelte, perché siano – come la sua – orientate all’obbiettivo di restare unita a Dio.

11/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (11)

11. Humilitas, la condizione dei poveri
Nell’uso della Scrittura humiliare significa “abbassare” e “annientare”; perciò in vari passi della Scrittura i cristiani sono chiamati pauperes, afflicti, humiliati, gente povera, da nulla, disprezzata, come nel Salmo CXV: “Io ero quasi annientato”, o “abbassato”.

11/05/2017 · Lascia un commento

​Sulle tracce della Vergine

​La tradizione neotestamentaria riserva poco spazio alla figura di Maria; la prima attestazione storica in ordine cronologico che ci è nota è contenuta nella Lettera ai Galati scritta da san Paolo tra il 48 e il 49, che accenna brevemente alla madre di Cristo, pur senza nominarla.

10/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (10)

10. “POICHÉ EGLI HA RIGUARDATO ALLA BASSEZZA DELLA SUA ANCELLA”.
Alcuni hanno reso qui la parola humilitas con “umiltà”, quasi che la vergine Maria avesse rivestita la sua umiltà e se ne fosse vantata; per questa ragione anche dei prelati si chiamano humiles, sebbene ciò non sia assolutamente vero.

10/05/2017 · Lascia un commento

Fatima, mistero e profezia del Novecento

Tutto ha inizio nei primi decenni del Novecento, ad Aljustrel, una piccola frazione di Fatima, un paese che porta un nome musulmano, quello della figlia di Maometto e sorge a 120 chilometri da Lisbona, capitale del Portogallo. Sono tempi difficili per la nazione

09/05/2017 · Lascia un commento

​La nuova Eva attesa dalla storia

Paolo VI: «Non basta dire: Dio è Amore, Dio ha amato il mondo; bisogna aggiungere: Dio è Misericordia, Dio ha amato un mondo colpevole. Non figli, ma ribelli, ma ingrati, ma perduti ha amato. E quelli più lontani e più miseri, quelli più avversi e più cattivi, quelli ha amato. È stato un amore salvatore.

09/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (9)

9. Maria esulta soltanto nella fede, non per i beni di Dio
Dunque tanto più qui va celebrato lo spirito di Maria meravigliosamente puro, che mentre le viene fatto un onore sì grande non si lascia indurre in tentazione, ma come se non vedesse rimane sulla giusta via, si afferra soltanto alla bontà divina, che ella non vede e non sente, lascia tutti i beni che sente, non fonda in essi la sua gioia, non cerca il suo interesse…

09/05/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Lutero (8)

8. Rimanere uguali nell’abbondanza e nella scarsità
(Coloro che non cercano in Dio che il loro proprio interesse) non sanno rimanere uguali nell’abbondanza e nella scarsità, nella ricchezza e nella povertà, come dice san Paolo: “Ho imparato ad essere nell’abbondanza e nella penuria”.

08/05/2017 · Lascia un commento

Il Santo della Settimana: 13 maggio, Vergine di Fatima

Il 13 maggio si celebrano le apparizioni della Vergine Maria a Fatima, in Portogallo nel 1917. Il 12 e 13 maggio prossimi Papa Francesco giungerà «come pellegrino» a Fatima per il centenario delle apparizioni e la canonizzazione dei due veggenti Francesco e Giacinta Marto.

07/05/2017 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della IV settimana di Pasqua

Gesù parla per immagini e oggi riprendiamo la figura del pastore delle pecore che ieri, dolorosamente, ci ha spinto a riflettere sul sacerdozio nella Chiesa e a pregare perché il Signore doni alla sua Chiesa pastori secondo il suo cuore. Leggendo l’inizio del brano di Giovanni mi piace sottolineare un particolare che chi vive in campagna conosce bene: fra gli animali e chi li accudisce si crea un rapporto di affetto e di complicità, di intesa.

07/05/2017 · Lascia un commento

Lectio sugli Atti degli Apostoli (4)

Dobbiamo ora ritornare a quella figura di cui ci siamo già occupati a più riprese: Pietro, l’altro grande personaggio che domina nel racconto degli Atti degli apostoli. Si potrebbero reintitolare gli Atti di Pietro e di Paolo. Le due figure di Pietro e di Paolo sono in qualche modo esemplari, così da esprimere la varietà, la ricchezza, la originalità delle molte vocazioni che si raccolgono all’interno di un unico disegno di comunione al servizio dell’evangelo.

07/05/2017 · 1 Commento

Un grano di sale, da Lutero (7)

7. “E LO SPIRITO MIO GIOISCE IN DIO, MIO SALVATORE”.
(…) Ella comincia ordinatamente a chiamare Dio suo Signore prima che suo Salvatore, e suo Salvatore prima di annoverare le sue opere. Ci insegna in tal modo che dobbiamo semplicemente amare e lodare Iddio come si conviene, senza cercare in lui il nostro interesse.

07/05/2017 · Lascia un commento

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.336 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

  • 127,110 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Tag

Aborto Advent Advento Africa Alegria Ambiente America Amor Amore Amoris laetitia Anthony Bloom Arabia Saudita Arte Arte cristiana Arte sacra Asia Bibi Ateismo Avent Avvento Bellezza Benedetto XVI Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Bruno Forte Capitalismo Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Church Cibo Cina Cinema Confessione Contemplazione Cristianesimo Cristiani perseguitati Cristianos perseguidos Cristãos perseguidos Cuaresma Cuba Cultura Curia romana Daesh Dialogo Dialogo Interreligioso Dialogue Dio Diritti umani Domenica del Tempo ordinario (A) Domenica del Tempo Ordinario (C) Domenica Tempo ordinario (C) Donna Ecologia Economia Ecumenismo Enciclica Enzo Bianchi Epifania Estados Unidos Eucaristia Europa Evangelizzazione Fame Famiglia Famille Family Família Fede Fondamentalismo France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giovedì Santo Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La Madonna nell’arte La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lectio della Domenica - A Lectio Divina Lent LENT with Gregory of Narek Le prediche di Spoleto Libia Libro del Génesis Libro della Genesi Litany of Loreto Litany of Mary Livre de la Genèse Livro do Gênesis Madonna Magnificat Maria Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Medio Oriente Migranti Misericordia Mission Missione Morte México Natale Navidad Nigeria Noël October Oración Oração Pace Padre Cantalamessa Padre nostro Padri del Deserto Paix Pakistan Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paraguay Paul VI Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione anti-cristiani Persecuzione dei cristiani Pittura Pobres Pobreza Politica Pope Francis Poveri Povertà Prayers Preghiera Profughi Quaresima Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Rifugiati Rosary Sacramento della Misericordia Santità Scienza Sconfinamenti della Missione Settimana del Tempo Ordinario Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Solidarietà Spiritualità Stati Uniti Sud Sudan Synod Terrorismo Terrorismo islamico Testimoni Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Viaggio apostolico Violenza Virgin Mary Von Balthasar Zundel