COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Archivi categoria: Cultura

Dopo la pandemia 5 parole per ricominciare: FIDUCIA

Ha scritto qualcuno che dovremmo evitare di parlare di un semplice “ritorno” alla normalità o di un “ripartire” da dove abbiamo lasciato. Dobbiamo invece augurarci che tutto non sia più come prima, perché prima non era affatto “normale”. Dobbiamo invece “ricominciare”.

23/05/2020 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – Riscoprire il senso del limite

La crisi è diventata una domanda sulla fragilità e sul limite della morte, che nessuno può evadere. Abbiamo anche scoperto i limiti della scienza, della medicina, di tante realtà che prima ci sembravano garanzie rassicuranti, a livello personale e sociale.

19/05/2020 · Lascia un commento

Quale uomo? Crisi e rilancio del progetto umanistico

Dove va l’uomo? Da più parti viene oggi avanzata questa domanda, che non trova risposte univoche, ma che segnala l’esistenza di uno stato di malessere diffuso di fronte a un processo di disumanizzazione in corso.

08/05/2020 · Lascia un commento

Dopo la pandemia: Rinascere per non morire

In un’analisi lucida e suggestiva, proviamo a immaginare il dopo-pandemia. Restaurazione, fine dell’Impero o Rinascimento? Occorre custodire gli esseri umani, prendendo atto dei guasti prodotti dal paradigma neoliberale.

02/05/2020 · Lascia un commento

Quei Promessi Sposi che ci parlano oggi

“Manzoni mi ha dato tanto”. Così Papa Francesco nel 2013 parlò del suo interesse per “I Promessi Sposi”, letti da lui più volte e richiamati anche in questo periodo. Il grande classico della letteratura italiana, ambientato in un periodo di pestilenza, tratteggia infatti l’umanità con grande attualità

27/04/2020 · Lascia un commento

La morte rimossa e il congedo impossibile. Un altro senso di “euthanasia” come compito comune

Se, come è accaduto negli ultimi giorni, decine e decine sono i defunti di un solo ospedale, ciò significa che tutti questi pazienti si sono aggravati e hanno perso la vita del tutto privi di ogni compagnia diversa da quella professionale e funzionale della cura sanitaria.

12/04/2020 · Lascia un commento

Patrimonio culturale immateriale | Il posto dell’Africa

L’Africa è per l’Unesco un’esplicita priorità, anche se allo stato attuale non appare come la regione del mondo numericamente più rappresentata: 54 «elementi» per l’Africa subsahariana sui 549 al momento elencati e distribuiti su 127 Paesi del mondo.

14/02/2020 · Lascia un commento

Non c’è Europa senza trascendenza

George Steiner, uno dei più grandi intellettuali del Novecento e mastro della letteratura mondiale, è morto qualche giorno fa. Lo ricordiamo con una straordinaria intervista, uscita sulla rivista Vita e Pensiero nel 2004, nella quale il grande critico parla dell’Europa, della coscienza, della creazione. Un testo ricchissimo, difficile da eguagliare nel panorama di oggi.

08/02/2020 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – Nel cammino il senso della vita

Solo nel silenzio si può fare l’esperienza che “niente è senza voce”, come scriveva Paolo di Tarso. Sì, quando cammino e non resto distratto o chiuso in me, ogni cosa ha un messaggio da offrirmi, anzi diventa essa stessa una parola.

07/02/2020 · Lascia un commento

La cultura della paura

Noi umani siamo “programmati” per la sopravvivenza; di fronte al pericolo reagiamo per paura. Tuttavia, “Le paure sono inculcate in noi e possono, se lo desideriamo, essere educate” (Karl Augustus Menninger), perché “L’ignoranza è genitrice di paura” (Herman Melville).

01/01/2020 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, “Si può sperare solo insieme”

Abitare il tempo significa invece abitare ciò che viviamo, ritrovare il senso della durata, darsi tempo per guardare indietro, in avanti, e dunque per considerare con sapienza il presente, assumendo la realtà: in una parola, siamo chiamati a fare del tempo il luogo, lo spazio della vita.

31/12/2019 · Lascia un commento

La vera storia di Babbo Natale

Ogni anno la diatriba è la stessa: Babbo Natale o Santa Claus? Non si tratta di una domanda che ha solo a che fare con temi legati al consumo. Il vecchietto con la lunga barba bianca e vestito di rosso è così entrato nel nostro immaginario che, in fondo, tutti sentiamo l’intimo dovere di schierarci da una parte o dall’altra.

09/12/2019 · Lascia un commento

Gianfranco Ravasi, “Trappole postmortali”

«La morte è il riposo, ma il pensiero della morte è il disturbatore di ogni riposo». La verità di questo assioma, annotato nel suo diario Il mestiere di vivere, Pavese l’ha dimostrata tragicamente col suo suicidio. Ai nostri giorni, però, si è adottato un altro sistema per neutralizzare questa inquietudine…

04/12/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, “È tempo di un’insurrezione delle coscienze”

«È l’ ora di un ’insurrezione delle coscienze. Dobbiamo assumerci responsabilità, impegnarci in una concreta resistenza alla cattiveria, al disprezzo, altrimenti la barbarie andrà al potere. La storia ci insegna che la violenza verbale può diventare violenza fisica»

30/11/2019 · Lascia un commento

L’uomo e l’eterna sfida del rapporto con l’altro

Lo straniero è la figura paradigmatica dell’altro e l’amore chiede all’ego di farsi indietro per fare spazio al tu. Moni Ovadia ai Dialoghi di Trani sulla “Responsabilità”

28/11/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, Impariamo a leggere

Quando la barbarie avanza, si mostra innanzitutto tale proprio per l’ostilità verso il leggere, fino alla distruzione dei libri, al rogo delle biblioteche. Non dimentichiamo il monito di Heinrich Heine: “Dove si danno alle fiamme i libri, si finisce per bruciare anche gli uomini!”.

19/11/2019 · Lascia un commento

Se vogliamo vivere insieme impariamo le parole giuste

È solo quando l’io riesce a convivere con se stesso (e le sue molteplici alterità) e con il tu (e le sue altrettanto molteplici alterità), che si pone poi il problema del “noi” e della convivenza sociale.

09/11/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, La nostra parola sia umile

Oggi siamo invasi dalle parole, dal rumore, dalle chiacchiere; l’inquinamento sonoro può ormai essere annoverato tra i problemi ecologici. Molti avvertono il bisogno del silenzio, cioè imparare a tacere per riscoprire la bellezza del silenzio e la bellezza di forme di comunicazione non verbali.

23/10/2019 · Lascia un commento

Imbambolati dal gender

Dopo le aule scolastiche e gli schermi cinematografici e televisivi, la colonizzazione-gender invade gli scaffali dei negozi di giocattoli. Ed è proprio il caso di dire che quando il consumismo si intreccia all’ideologia è lecito attendersi di tutto.

15/10/2019 · Lascia un commento

Tolentino Mendonça: Per una società dell’ascolto

Nella società della comunicazione c’è un deficit di ascolto. In una cultura della valanga di parole come la nostra, un vero ascolto si può configurare solo come una risignificazione del silenzio, un arretramento critico di fronte al delirio di parole e messaggi che a ogni istante vorrebbero impadronirsi di noi.

06/10/2019 · Lascia un commento

La creazione sospesa tra scienza e fede

Da dove veniamo? Dove andiamo? Chi siamo? Sono le domande classiche del pensiero, di fronte alle quali con Tonelli possiamo concludere che «arte, bellezza, filosofia, religione, scienza, in una parola la cultura, sono la nostra tenda magica, e ne abbiamo bisogno, disperatamente, da tempo immemorabile».

29/09/2019 · Lascia un commento

L’Africa animista riletta col Vangelo

Cosa significa essere animisti, ma soprattutto cosa vuol dire arrivare al cattolicesimo dalla religione degli antenati. Il lucido sguardo di un africano, teologo gesuita, alla luce di papa Francesco

18/09/2019 · Lascia un commento

Bruno Forte, Il nuovo umanesimo significa solidarietà

Nella visione cristiana, ma anche in quella laica, la concezione dell’orizzonte ideale del Paese è agli antipodi delle logiche sovraniste

05/09/2019 · Lascia un commento

Omosessualità, “Dio mi ha creato così”. La scienza smentisce l’ideologia

Un recente studio smentisce la spiegazione del “Dio mi ha fatto così”. Il ruolo della genetica nell’orientamento sessuale ridotto all’1%. A pesare maggiormente cultura e ambiente. Con buona pace dell’ideologia.

31/08/2019 · Lascia un commento

Il volontario di Auschwitz che si fece internare per documentare l’orrore

Witold Pilecki si consegnò ai lager per aiutare la resistenza polacca. Fuggito, rivelò nel ‘43 lo sterminio. Ma gli inglesi non gli credettero. E i comunisti lo uccisero nel ‘48

12/08/2019 · Lascia un commento

Elogio dell’amicizia in tempo d’estate

L’interesse per il rapporto di amicizia è sempre stato vivo nella filosofia e nella letteratura. Tutti i maggiori filosofi e letterati ne hanno trattato l’essenza sin dalla notte dei tempi. Nella tradizione cristiana accade un fatto assolutamente nuovo e rivoluzionario. Cristo, maestro e Signore, tratta i suoi discepoli come «amici»

11/08/2019 · Lascia un commento

Il viaggio dell’ingiustizia: nell’agosto di 400 anni fa lo sbarco dei primi schiavi africani in Virginia

Nell’agosto del 2019 ricorre il 400° anniversario dell’arrivo dei primi schiavi africani in quelle colonie inglesi che oggi sono note come Stati Uniti d’America: era il 1619.

03/08/2019 · Lascia un commento

Massimo Cacciari – A un’Europa vecchia e sterile serve il fertilizzante della Chiesa

“Una forza politica può dare un’immagine di sé conservatrice, ma se la dà la Chiesa è spacciata. Alla riforma devi rispondere con la tua riforma, alla crisi rispondi con i santi, rispondi con San Francesco, con Sant’Ignazio, non puoi rispondere difendendo etiche e basta”.

28/07/2019 · Lascia un commento

La fraternità, dalla Rivoluzione francese ad Abu Dhabi

In questi ultimi anni è consueto sentire ripetere che dei tre grandi principi della Rivoluzione francese liberté, égalité e fraternité è stato quest’ultimo a essere il più trascurato….

23/07/2019 · Lascia un commento

Quelle fake news sulle crociate

È diffusa una retorica sulle crociate. Quella secondo la quale sarebbero state espressione ante litteram del colonialismo europeo nei confronti di miti e pacifici popoli islamici. Si tratta di un riduzionismo storico che dimentica od omette volutamente alcuni retroscena che precedettero il 27 novembre 1095…

05/07/2019 · Lascia un commento

Fede e neuroscienze: il ruolo del corpo

L’aspetto forse più inquietante, quando ci si riferisce al corpo, è che se ne è sempre parlato e se ne parla sempre di più, ma troppe volte a scapito del corpo stesso, quasi che al di là del considerarlo più o meno importante, il corpo sia comunque un oggetto muto…

04/07/2019 · Lascia un commento

Cardinal Ravasi: Sventolare il crocefisso? Un rituale magico

«Credere è un rischio. Fede e religione non sono sinonimi, anche se tra loro connessi. La fede è un’esperienza esistenziale, una scelta radicale. La religione è la manifestazione esteriore. Agitare il Vangelo, ostentare il rosario, baciare il crocefisso non fa di te necessariamente un credente».

20/06/2019 · Lascia un commento

Fabrizio Floris: Soyinka e i “no“ alla violenza

«Non ci siamo tutti evoluti nello stesso modo, ci sono popolazioni primitive che non hanno parole per dire omicidio, assassinio, violenza, e forse un giorno non le avrà più nessuno». La recente lezione del Nobel a Torino, in occasione del suo ritorno alla poesia.

11/06/2019 · Lascia un commento

Il multiculturalismo non è il vero pericolo (3) Combattere la deculturazione

Gli incontri con gli stranieri sono destinati a moltiplicarsi. Ci tocca solo trarre il meglio da questi incontri, a casa loro come da noi, e questo passa attraverso la cooperazione laggiù, l’integrazione qui. Le forze del nostro interesse e della nostra coscienza ci spingono nella stessa direzione.

07/06/2019 · Lascia un commento

E depois do futuro? A provocação de Franco Berardi

Depressão. Paralisia da vontade. Captura e impotência permanentes. Como os sonhos da modernidade degeneraram, em todo o Ocidente, em vertigem distópica? Como reunir as forças para o possível resgate?, indaga filosofo italiano Franco Berardi, mais conhecido por Bifo, escritor e agitador cultural italiano.

05/06/2019 · Lascia un commento

Il multiculturalismo non è il vero pericolo (2) Per un’autentica integrazione

Il primo obbligo per tutti gli abitanti di un Paese, che vi siano nati o arrivino da altrove, è di rispettarne le leggi e le istituzioni, dunque aderire al contratto sociale di base. Non c’è invece motivo di esercitare un controllo sull’identità culturale gli uni degli altri…

05/06/2019 · Lascia un commento

Il multiculturalismo non è il vero pericolo (1) L’identità culturale

Tzvetan Todorov affronta il problema della cultura, sempre composita, perché intersecata con altre culture. La cultura – come la persona – è sempre fatta di relazioni: il pericolo non è il multiculturalismo, ma la deculturazione, la mancanza di vita familiare e scolastica. Considerazioni tanto profonde quanto attuali.

03/06/2019 · Lascia un commento

Game of Thrones. Il potere di una storia

Nella serie più famosa e premiata del mondo, spesso fraintesa o ridotta alle vicende familiari o alle relazioni sentimentali dei protagonisti, la politica costituisce invece il cuore della trama, non un semplice elemento di fondo o una chiave di lettura (più o meno) implicita. Game of Thrones, infatti, è una storia di potere.

01/06/2019 · Lascia un commento

La penultima bontà

Non ci hanno cacciato da nessun paradiso. Ne siamo sempre stati fuori. In realtà, e per fortuna, qui il paradiso è impossibile. La nostra condizione è quella di chi vive ai margini. Margini ben strani: non definiti da nessun centro. Qui, ai margini: la genesi e la degenerazione, la vita e la morte, l’umano e l’inumano…

30/05/2019 · Lascia un commento

Il cristianesimo e l’Europa plurale

“Erano tempi belli, splendidi, quando l’Europa era un paese cristiano, quando un’unica Cristianità abitava questa parte del mondo plasmata in modo umano; un unico grande interesse comune univa le più lontane province di questo ampio regno spirituale”.

28/05/2019 · Lascia un commento

Rosanna Virgili “Qual è il tuo nome?”

Sull’identità di giovani e vecchi, di poveri e ricchi, degli uomini e delle donne, degli europei e degli extracomunitari, dei credenti e degli agnostici c’è sempre più confusione, al punto che, spesso, ci verrebbe da chiedere: chi sei? Qual è il tuo nome? Non solo agli estranei, ma anche a noi stessi.

27/05/2019 · Lascia un commento

Parlare d’allegria

José Tolentino Mendonça: Ciò che ci rende felici deve essere un’esperienza infinitamente più umile dello standard fantasioso richiesto dall’ideologia della felicità. Invece di una felicità astratta dovremmo parlare di più, per esempio, dell’allegria.

10/05/2019 · Lascia un commento

Gianfranco Ravasi: «Anche Gesù usava i tweet (a fin di bene)»

In questi ultimi anni, le iniezioni di negatività hanno intossicato la convivenza, non solo nella società italiana, e spesso avvelenato i pozzi, impedendo, a chi cercava di farlo, di ribaltare la tendenza e diffondere positività.

27/04/2019 · Lascia un commento

Inferno a Notre-Dame: in fiamme il cuore della cristianità

Ore intere di fuoco ininterrotto, la guglia che cade, il tetto trecentesco che crolla: una ferita nella memoria dell’Occidente.

16/04/2019 · Lascia un commento

Bruno Forte: «Ratzinger sulla pedofilia sprona la Chiesa a reagire»

Joseph Ratzinger va alle radici dei processi che hanno determinato una ferita così drammatica: con tratti brevi e al tempo stesso magistrali delinea il contesto della questione, in mancanza del quale il problema risulta incomprensibile, mostrando come la crisi affondi le sue radici negli anni ’60.

13/04/2019 · Lascia un commento

Medioevo: perché lo chiamano “buio”?

Vediamo in che senso questo splendido periodo viene rattrappito dall’ignoranza o dal pregiudizio degli storici e non; ma prima è opportuno ricordare alcuni aspetti di questi secoli che molti ancora si ostinano definire “bui”.

09/04/2019 · Lascia un commento

Card. Ravasi: Fondamenta dei fondamenti

In questo articolo il Cardinale Gianfranco Ravasi ripercorre il lessico arabo del terrore, da gihad a Isis, per parlare dell’origine del termine “fondamentalismo”.

08/04/2019 · Lascia un commento

Il peso delle parole

La facoltà verbale distingue l’essere umano dagli animali, il contenuto delle parole distingue una persona dall’altra. Le nostre parole sono le spie del nostro stato d’animo, attraverso le quali riconosciamo la storia di una persona, il suo passato e il suo futuro. Scopi e limiti sono fissati con il discorso, e la violenza può essere frutto di parole artefatte o di parole negate.

15/03/2019 · Lascia un commento

Ravasi: Due sfide poste alla fede nella cultura contemporanea

Gianfranco Ravasi ci introduce alla riflessione sulle sfide che la cultura contemporanea pone alla fede. La scienza, con la genetica, le neuroscienze e l’intelligenza artificiale, assieme all’utilizzo delle reti cosiddette “social” stanno modificando, con il crescente timore di una disumanizzazione, il contesto dialogico, religioso e sociale.

12/03/2019 · Lascia un commento

Europa, Mediterraneo e continente africano. Interculturalità e fattore religioso: una sfida

E’ essenziale rendersi conto che la fede cristiana può svolgere in maniera efficace e duratura un simile ruolo pubblico solo se non si riduce a un’eredità culturale del passato, ma è attualmente creduta e vissuta dalle persone concrete, nella sua verità e autenticità…

02/03/2019 · Lascia un commento

  • 440.343 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 860 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie