COMBONIANUM – Formazione e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Archivi categoria: Cultura

Parlare d’allegria

José Tolentino Mendonça: Ciò che ci rende felici deve essere un’esperienza infinitamente più umile dello standard fantasioso richiesto dall’ideologia della felicità. Invece di una felicità astratta dovremmo parlare di più, per esempio, dell’allegria.

Annunci
10/05/2019 · Lascia un commento

Gianfranco Ravasi: «Anche Gesù usava i tweet (a fin di bene)»

In questi ultimi anni, le iniezioni di negatività hanno intossicato la convivenza, non solo nella società italiana, e spesso avvelenato i pozzi, impedendo, a chi cercava di farlo, di ribaltare la tendenza e diffondere positività.

27/04/2019 · Lascia un commento

Inferno a Notre-Dame: in fiamme il cuore della cristianità

Ore intere di fuoco ininterrotto, la guglia che cade, il tetto trecentesco che crolla: una ferita nella memoria dell’Occidente.

16/04/2019 · Lascia un commento

Bruno Forte: «Ratzinger sulla pedofilia sprona la Chiesa a reagire»

Joseph Ratzinger va alle radici dei processi che hanno determinato una ferita così drammatica: con tratti brevi e al tempo stesso magistrali delinea il contesto della questione, in mancanza del quale il problema risulta incomprensibile, mostrando come la crisi affondi le sue radici negli anni ’60.

13/04/2019 · Lascia un commento

Medioevo: perché lo chiamano “buio”?

Vediamo in che senso questo splendido periodo viene rattrappito dall’ignoranza o dal pregiudizio degli storici e non; ma prima è opportuno ricordare alcuni aspetti di questi secoli che molti ancora si ostinano definire “bui”.

09/04/2019 · Lascia un commento

Card. Ravasi: Fondamenta dei fondamenti

In questo articolo il Cardinale Gianfranco Ravasi ripercorre il lessico arabo del terrore, da gihad a Isis, per parlare dell’origine del termine “fondamentalismo”.

08/04/2019 · Lascia un commento

Il peso delle parole

La facoltà verbale distingue l’essere umano dagli animali, il contenuto delle parole distingue una persona dall’altra. Le nostre parole sono le spie del nostro stato d’animo, attraverso le quali riconosciamo la storia di una persona, il suo passato e il suo futuro. Scopi e limiti sono fissati con il discorso, e la violenza può essere frutto di parole artefatte o di parole negate.

15/03/2019 · Lascia un commento

Ravasi: Due sfide poste alla fede nella cultura contemporanea

Gianfranco Ravasi ci introduce alla riflessione sulle sfide che la cultura contemporanea pone alla fede. La scienza, con la genetica, le neuroscienze e l’intelligenza artificiale, assieme all’utilizzo delle reti cosiddette “social” stanno modificando, con il crescente timore di una disumanizzazione, il contesto dialogico, religioso e sociale.

12/03/2019 · Lascia un commento

Europa, Mediterraneo e continente africano. Interculturalità e fattore religioso: una sfida

E’ essenziale rendersi conto che la fede cristiana può svolgere in maniera efficace e duratura un simile ruolo pubblico solo se non si riduce a un’eredità culturale del passato, ma è attualmente creduta e vissuta dalle persone concrete, nella sua verità e autenticità…

02/03/2019 · Lascia un commento

Tremate, le streghe sono tornate (e sono 1,5 milioni)

Più i giovani abbandonano il cristianesimo più aumenta la stregoneria, come hanno notato diversi osservatori tra cui anche il laicissimo Newsweek. Secondo la Catholic News Agency, il culto neo pagano della Wicca interessa da 1 a 1,5 milioni di persone. Tra l’«andare in Chiesa» o il «vivere da atei» c’è uno spazio di nuovi culti pericolosi!…

06/02/2019 · Lascia un commento

«Basta vittimismi, l’Africa si scuota»

«Se gli africani vogliono alzarsi e camminare dovranno, presto o tardi, guardare da un’altra parte rispetto all’Europa. Essa non è certo un mondo in via di sparizione ma, stanca, rappresenta ormai il mondo della vita in declino e dei molti tramonti. Qui lo spirito è annacquato, corroso dalle forme più forti di pessimismo, di nichilismo e di superficialità»

21/01/2019 · Lascia un commento

Popoli d’Africa: Zulu

Gli Zulu sono circa 11 milioni di persone che vivono in Sudafrica, in particolare nella provincia di Kwa-Zulu-Natal. Parlano lo isiZulu, una lingua bantu. Essi appartengono all’ampia nazione Ngoni, che … Continua a leggere

14/01/2019 · 1 Commento

Baobab, un simbolo africano

Il nome baobab evoca nell’immaginario comune l’Africa. Infatti l’albero Adansonia digitata della famiglia delle Bombacaceae, comunemente chiamato baobab africano, cresce quasi esclusivamente in Africa (delle otto specie del genere Adansonia … Continua a leggere

07/01/2019 · Lascia un commento

Bandiere africane, l’importanza dei colori

L’origine delle bandiere nazionali e il simbolismo che in esse si raffigura rappresenta uno studio antico e di assoluto interesse. Le bandiere hanno sempre lo scopo di comunicare e tutte … Continua a leggere

04/01/2019 · 1 Commento

Il sabato, l’eternità, il tempo

L’istituzione dello Shabbat è il contributo più importante che l’ebraismo ha portato all’umanità. Essa introduce, nella monotona temporalità dell’universo, una certa figura della settimana centrata sul settimo giorno. L’origine di questa istituzione senza equivalenti risale alla Bibbia…

02/01/2019 · Lascia un commento

Alla scoperta delle tribù “incontattate”

La speranza è che nel selvaggio non si cerchi soltanto un’occasione per attirar curiosi (vissuti a suon di suggestioni cinematografiche e letterarie) e turisti, piuttosto una risorsa da difendere e da cui apprendere, sia a livello linguistico sia di migrazioni antiche non del tutto chiarite, per un’integrazione e una convivenza che, al momento, sembrano impossibili.

28/12/2018 · Lascia un commento

Ateismo, fede e spiritualità. Il silenzio autentico è quello religioso

Oggi proliferano i profeti che annunciano che la religione è arrivata al capolinea. Nelle nostre società occidentali la sensibilità antireligiosa cresce. Prima è stata messa in causa l’istituzione ecclesiale, con i suoi meccanismi di funzionamento. Poi — c’era da aspettarselo — le religioni in particolare e il fatto religioso in generale.

25/11/2018 · Lascia un commento

Simbolo irrinunciabile. La luce e i colori dell’arcobaleno patrimonio cristiano

Troppo caro è questo simbolo per poter essere appannaggio di qualcuno, per diventare una bandiera specifica, un «brand» esclusivo, la proprietà privata di un movimento …

10/11/2018 · Lascia un commento

Mons. Tolentino: problema dell’uomo di oggi è quello di una identità sconosciuta

Da due mesi alla guida della Biblioteca apostolica e dell’Archivio vaticano, mons. Josè Tolentino de Mendonça racconta ai microfoni di Radio Vaticana Italia la sfida di fare parlare questi tesori al cuore del mondo contemporaneo

05/11/2018 · Lascia un commento

Dieci modi per combattere l’odio

Stiamo vivendo in un tempo molto strano: persone che presumono o che hanno realmente subito violenze, che hanno pensato di esserlo o che sono state vittime di abusi, le cui idee e comportamenti sono stati respinti o condannati dalla società, stanno rispondendo e reagendo allo stesso modo.

29/10/2018 · Lascia un commento

Promuovere la civiltà con parole e fatti

Oggi assistiamo a duri conflitti su temi politici ed economici, che trasbordano nelle problematiche sociali e penetrano nei rapporti personali e di gruppo. Siamo tutti consapevoli che in tutto ciò c’è qualcosa di gravemente sbagliato. Come ricondurre ad una corretta postura il confronto pubblico e personale?

24/10/2018 · Lascia un commento

La specie umana esiste soltanto per miracolo

Nella storia dell’Universo esiste solo un periodo di tempo, relativamente ridotto, in cui la vita possa svilupparsi. Tutto questo fa pensare che, per qualche strana confluenza di parametri fisici, siamo riusciti a intrufolarci in questo minuscolo spazio temporale. Esistiamo e ci sviluppiamo, quindi vuol dire che il periodo non si è ancora concluso.

06/10/2018 · Lascia un commento

C’è acqua su Marte: è una scoperta italiana

L’acqua liquida su Marte è sepolta in un lago a circa un chilometro e mezzo di profondità dalla superficie, racchiusa tra due strati di ghiaccio

26/07/2018 · Lascia un commento

Sul futuro dell’universo, tra scienza e teologia

La teologia e la cosmologia – le scienze in genere – sono nelle condizioni di prestare l’una all’altra un grande servizio: piuttosto che cercare una disperata fusione del linguaggio della scienza con quello della teologia e viceversa, esse dovrebbero puntare a dar vita a una comunione di linguaggi.

18/07/2018 · Lascia un commento

Il pallino di Kagame per la scienza

ALTRE AFRICHE di Davide Maggiore La sede dell’Istituto Africano di Scienze Matematiche (AIMS) di Kigali è una palazzina bianca, a poco più di due chilometri dall’aeroporto della capitale rwandese. All’apparenza, … Continua a leggere

13/07/2018 · Lascia un commento

Nessun essere umano è straniero: il saggio di Zygmunt Bauman

All’Europa dei confini chiusi e delle rotte controllate l’intellettuale marxista rivolge l’esortazione ripresa dall’omelia di papa Francesco a Lampedusa, 8 luglio 2013: chiediamoci chi ha pianto, chi ha pianto oggi nel mondo?

11/07/2018 · Lascia un commento

Africa, politica e linguaggio

ALTRE AFRICHE di Davide Maggiore La tentazione sarebbe citare il passo – notissimo – del romanzo “Il Gattopardo”: perché tutto rimanga com’è, bisogna che tutto cambi. A prima vista, in … Continua a leggere

29/06/2018 · Lascia un commento

La “Gioconda africana” ritrovata

CAPOLAVORO DEL NIGERIANO ENWONWU Ci sono voluti quasi quattro decenni affinché il popolo nigeriano ritrovasse uno dei tre originali perduti di questo quadro che ritrae la principessa ‘Tutu’ dipinta dall’artista … Continua a leggere

28/06/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Le tre porte della parola

Un proverbio arabo recita: “Ogni parola, prima di essere pronunciata, dovrebbe passare attraverso tre porte. Sulla prima c’è scritto: È vera? Sulla seconda c’è la domanda: È necessaria? Sulla terza porta è scolpita la scritta: È buona?”.

12/06/2018 · Lascia un commento

Come pensano gli africani?

Le lingue africane sono tanto forti – nonostante l’apartheid a cui sono sottoposte – da aver formato nel tempo linguaggi nuovi e anche sofisticati.
– Penso come parlo. E viceversa. Il linguaggio esprime ciò che siamo, che viviamo, che sentiamo.

28/05/2018 · Lascia un commento

L’elogio degli alberi

Regista Olmi: ci sono due modi di avvicinarci alla natura che corrispondono a dinamiche di disponibilità e di possesso: i contadini la vivono come disponibilità e fatica, il padrone come possesso e sfruttamento.

07/05/2018 · Lascia un commento

Filosofia. Jankélévitch, la noia rivela il senso della vita

Tornano in una nuova edizione italiana i saggi del grande pensatore su come la brevità dell’esistenza renda relative tante cose che ci sembravano necessarie

24/04/2018 · Lascia un commento

20 Marzo: Giornata della Felicità

Promuovere la felicità come obiettivo e aspirazione universale nelle vite degli esseri umani in tutto il mondo; è l’invito lanciato dai 193 Paesi membri dell’ONU che hanno proclamato il 20 marzo Giornata Internazionale della Felicità. Ecco alcuni pensieri di Papa Francesco sulla felicità.

20/03/2018 · Lascia un commento

Cultura sostenibile? Sì, è una necessità

Chiamate in attesa (28)
A cura di José Tolentino Mendonça
L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha scommesso, nel tracciare gli obiettivi di sviluppo per il nuovo millennio, sulla creazione di un nuovo concetto: la sostenibilità culturale. Già conoscevamo le nozioni di sostenibilità economica o ambientale; ora emerge questa nuova categoria a ricordarci che tanto il patrimonio culturale di ogni comunità umana quanto le sue industrie culturali e creative, come le sue infrastrutture e pratiche culturali, sono ossature strategiche per il presente e per le generazioni a venire…

15/07/2016 · Lascia un commento

Dove gli alberi si sposano

In nove paesi tra Basilicata e Calabria, dalle Dolomiti Lucane al Pollino, tra maggio e settembre si celebrano le nozze arboree, riti ancestrali dalle forme potenti.

03/06/2016 · Lascia un commento

Le colonne dell’universo

Piedi in terra e testa in cielo, l’albero è simbolo mitico universale: dalle saghe nordiche all’Asia di Marco Polo.

​Tra tutti i simboli usati nei sistemi mitico-religiosi per indicare valori intensi e profondi, l’albero è uno dei più importanti e comuni. Data la sua si può dire onnipresenza, esso può essere annoverato tra tutti quelli che ben rappresentano la categoria solitamente denominata “universale”: ciò anche data la generale diffusione di essenze vegetali (arbusti, cespugli, piante e così via) che in qualche modo all’albero possono venire associate tipologicamente e che, nei millenni, hanno consentito l’impiantarsi attorno a loro di miti o di leggende che per più versi richiamano all’essere umano e ai suoi rapporti con la natura, e che sovente giungono allo scambio metamorfico, indice di un’occulta “fratellanza” tra alberi ed esseri umani.

03/06/2016 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Mangiare per essere più umani.

Cibo e sapienza del vivere. Escono nella collana «Granelli» di Massetti Rodella Editori «Cibo e sapienza del vivere» di Enzo Bianchi (da cui è tratto il brano qui di fianco) … Continua a leggere

10/01/2016 · Lascia un commento

FP.esp 6/2015 – Cencini, consagrados por amor.

Consagrados por amor, con amor y para el amor. Amadeo Cencini.   File Word: FP.esp 2015-6 Cencini – Consagrados por amor, con amor y para el amor. File PDF :  … Continua a leggere

21/06/2015 · Lascia un commento

Magalhães, «L’arte mi ha portato a Dio»

Magalhães, «L’arte mi ha portato a Dio» “Quando non si crede in Dio, i nostri istinti diventano una religione. Rendiamo le nostre ambizioni un grande Vaticano personale. È questo, penso, … Continua a leggere

14/05/2015 · Lascia un commento

Masullo: il nichilismo del vivere quotidiano.

Masullo: il nichilismo del vivere quotidiano. Aldo Masullo, tra i filosofi italiani più conosciuti sul piano internazionale, abita al Vomero di Napoli, in una casa-studio colma di libri e di … Continua a leggere

22/02/2015 · Lascia un commento

500 anni del ‘papà’ del punto e virgola!

I 500 anni dalla morte di Manuzio, il “papà” del corsivo e del punto e virgola. Un francobollo da 80 centesimi ricorderà la ricorrenza. Cinquecento anni dalla morte. Cadono il … Continua a leggere

06/02/2015 · 1 Commento

Luoghi dell’Infinito (1)

Il “canto della terra”. È il “canto della terra” il tema dello speciale, particolarmente ricco, del nuovo numero di “Luoghi dell’Infinito”, il mensile di itinerari, arte e cultura di “Avvenire” … Continua a leggere

05/02/2015 · Lascia un commento

Esclusione e accoglienza nelle pagine della Bibbia

E la Bibbia accolse lo straniero Gianfranco Ravasi Particolarismo e universalismo, elezione e universalità della salvezza sono prospettive tutte presenti nella Bibbia e non di rado in tensione fra loro. … Continua a leggere

22/01/2015 · Lascia un commento

Qhapaq Nan

Français – Italiano – English – Español – Português Les « Chemins des Incas »,  patrimoine mondial Ces voix de communication millénaires, s’étendant sur 30 000 km et culminant parfois à 5 000 mètres d’altitude, … Continua a leggere

22/06/2014 · Lascia un commento

Roghi di libri

I libri? Li brucia chi ne ha letti di più. Non sono gli analfabeti ma gli uomini di cultura a distruggere le opere “pericolose”. E non solo nelle epoche buie… … Continua a leggere

17/05/2014 · Lascia un commento

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 561 follower

maggio: 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Annunci
Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com

Categorie

Traduci – Translate

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.