COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Archivi categoria: Preghiera

Un grano di sale, da Anthony Bloom (36)

IL SILENZIO DELLA SEQUELA
La sequela inizia con il silenzio e l’ascolto. Quando ascoltiamo qualcuno, pensiamo di essere in silenzio perché non parliamo; ma le nostre menti continuano a lavorare, le nostre emozioni reagiscono, la nostra volontà si schiera pro o contro quel che stiamo ascoltando…

30/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (35)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50) Un granello di sale quotidiano per dare sapore alla tua giornata. SIA FATTA LA … Continua a leggere

29/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (34)

PREGHIERA CRISTIANA
Caratteristica della preghiera cristiana è che si tratta della preghiera di Cristo, portata a suo Padre, di generazione in generazione in situazioni sempre nuove…

28/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (33)

PREGHIERA E IMPEGNO
Le parole della preghiera possiedono la caratteristica di essere sempre parole che impegnano. Gli anziani scrivevano: “Dai il tuo sangue e Dio ti darà lo Spirito”

27/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (32)

PREGHIERA E VITA
Finché continuiamo a occuparci profondamente di tutte le trivialità della vita, non possiamo sperare di pregare con tutto il cuore; queste finiranno sempre per colorare il treno dei nostri pensieri.

26/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (31)

DISCIPLINA E GRAZIA
La disciplina spirituale è una strada, un cammino nel quale ci apriamo a Cristo, alla grazia di Dio. Questa è tutta la disciplina, tutto quel che possiamo fare. È Dio che, rispondendo al nostro sforzo ascetico, ci dà la sua grazia e porta a compimento i nostri sforzi.

25/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (30)

DISCIPLINA NELLA SEQUELA
A meno di rinunciare a noi stessi e di accettare la sua vita al posto della nostra, a meno di ambire a ciò che Paolo descrive dicendo: “Non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me” (Gal 2,20), non saremo mai né disciplinati né discepoli.

24/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (29)

In noi risiedono due volontà, di cui una è quella cosciente, che si possiede in misura più o meno elevata, e che consiste nella capacità di costringere noi stessi ad agire in accordo con le nostre convinzioni. La seconda è qualcosa d’altro. Sono le voglie, le aspirazioni, i desideri di tutta la nostra natura, spesso contrari al primo tipo di volontà.

23/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (28)

Teofane il Recluso dice: “Ti domandi: ‘Oggi ho pregato?’. Non cercare di sondare la profondità delle tue emozioni, o quanto profonda sia la tua comprensione delle cose divine; chiediti piuttosto: ‘Sto compiendo la volontà di Dio meglio di prima?’

22/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (27)

AL DI LÀ DEGLI UMORI.
Quando assumiamo il giusto quadro mentale, quando il cuore è colmo di adorazione, di sollecitudine per gli altri, quando, come dice Luca, le nostre labbra parlano dalla pienezza del cuore (Lc 6,45), non è un problema pregare; parliamo a Dio con libertà facendo uso delle parole a noi più familiari.

19/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (26)

PREGHIERA PIENA DI SIGNIFICATO
A meno che la preghiera che intendi offrire a Dio non sia importante e piena di significato anzitutto per te, non sarai in grado di presentarla al Signore.

18/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (25)

IL MISTERO DELL’ESSERE
Qualunque cosa facciamo, quale che sia il nostro livello di conoscenza di Dio, per quanto gli siamo vicini (e ciò vale ancor più fra Dio e l’uomo che fra gli uomini), permane un mistero centrale che non è mai possibile dissipare.

16/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (24)

DIO AL PRIMO POSTO
L’amore e l’amicizia non crescono se non siamo disposti a sacrificare molte cose per coltivarli, e allo stesso modo dobbiamo esser pronti a mettere da parte tante realtà per assegnare a Dio il primo posto.DIO AL PRIMO POSTO
L’amore e l’amicizia non crescono se non siamo disposti a sacrificare molte cose per coltivarli, e allo stesso modo dobbiamo esser pronti a mettere da parte tante realtà per assegnare a Dio il primo posto.

15/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (23)

PREGARE NEL REGNO
Per poter pregare, dobbiamo trovarci in quella situazione che definiamo “regno di Dio”. Dobbiamo riconoscere che lui è Dio, che è re, dobbiamo arrenderci a lui. Dobbiamo quantomeno preoccuparci della sua volontà, anche se ancora non siamo in grado di compierla.

14/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (22)

CONCENTRARSI SU DIO E NIENT’ALTRO
Dio deve restare sempre al centro della nostra attenzione, perché il nostro raccoglimento può essere falsificato in molti modi; quando preghiamo per qualcosa che ci preoccupa profondamente, ci sembra che tutto il nostro essere converga in un’unica preghiera …

13/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (21)

IL SILENZIO DELL’UOMO
Il silenzio di Dio è la sua assenza, ma anche il silenzio è l’assenza dell’uomo. Un incontro non acquista spessore e pienezza finché le due parti che convergono non diventano capaci di tacere l’una con l’altra. Fino a quando abbiamo bisogno di parole e azioni, di prove tangibili, non abbiamo ancora raggiunto la profondità e la pienezza che cercavamo.

12/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (20)

IL SILENZIO DI DIO
L’incontro fra Dio e noi nell’orazione continua parte sempre dal silenzio. Dobbiamo imparare a distinguere due generi di silenzio: il silenzio di Dio e il nostro silenzio interiore. Anzitutto il silenzio di Dio, spesso più difficile da sopportare del suo rifiuto, quel silenzio assente …

11/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (19)

IL DIO NOTO E IL DIO IGNOTO
Possiamo aver capito un sacco di cose riguardo a Dio, a partire dalla nostra esperienza, da quella degli altri, dagli scritti dei santi…ma dobbiamo ricordarci che in ogni istante egli può rivelarsi in un modo mai sperimentato in precedenza

10/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (18)

PENTIMENTO
Il pentimento non va confuso col rimorso, non consiste nel sentirsi terribilmente dispiaciuti perché le cose sono andate male in precedenza; è invece un atteggiamento attivo, positivo, che consiste nel muoversi nella direzione giusta.

09/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (17)

CONVERSIONE
Si vede dunque che non possiamo partecipare profondamente alla vita di Dio se non cambiamo in modo radicale. E dunque essenziale andare a Dio perché egli ci trasformi e ci renda diversi, e questa è la ragione per la quale, tanto per cominciare, dovremmo desiderare la conversione.

08/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (16)

LA CONDIZIONE PER UNA VITA DI PREGHIERA
Vorrei ribadire che l’incontro fra Dio e l’uomo è pericoloso. Non è senza motivo che la tradizione orientale zen chiama il luogo in cui si trova colui che cerchiamo “la tana della tigre”. Cercare Dio è una cosa da temerari, a meno che non si tratti di un atto di completa umiltà

07/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (15)

L’INIZIO DELLA PREGHIERA
Fin dall’inizio la preghiera è davvero la nostra umile ascesa verso Dio, un momento nel quale ci voltiamo verso di lui, avvicinandoci con timidezza, poiché sappiamo che se lo incontriamo troppo presto, prima che la sua grazia abbia avuto il tempo di aiutarci a essere capaci di incontrarlo, allora avverrà il giudizio

06/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (14)

PROFONDITÀ POCO PROFONDE
Se osservi con attenzione la tua vita scoprirai molto presto che ben difficilmente si vive “da dentro a fuori”; rispondiamo piuttosto all’incitamento, all’eccitazione. In altre parole, viviamo di riflesso, per reazione. Qualcosa accade e noi reagiamo, qualcuno parla e noi rispondiamo.

03/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (13)

VIVERE IN MODO CREATIVO
La nostra stessa giornata è benedetta da Dio. Questo non significa forse che ogni cosa che essa contiene, ogni evento che accade nel corso di essa è volontà di Dio? Credere che le cose accadono solo per caso non è credere in Dio. E se accogliamo tutto quel che avviene e ogni persona con questo spirito, ci accorgeremo che siamo chiamati a compiere l’opera dei cristiani in ogni cosa.

02/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (12)

LO SCOPO DELLA MEDITAZIONE
Fine della meditazione non è praticare una riflessione di tipo accademico; essa non intende essere un’attività puramente intellettuale, né un mero abbozzo di pensiero privo di conseguenze. Essa vuole essere un pensare sotto la guida di Dio e “verso Dio”

01/09/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (11)

IL CONTRASTO FRA PREGHIERA E MEDITAZIONE
Meditare è un’attività del pensiero, mentre la preghiera è rifiuto di qualsiasi pensiero. Secondo quanto insegnano i padri dell’oriente, perfino i pensieri più spirituali e le considerazioni teologiche più profonde e sublimi, se compiute nel corso dell’orazione, devono essere ritenute alla stregua di una tentazione, e perciò soppresse; perché, come dicono i padri, è da stupidi pensare a Dio e dimenticare che ci troviamo in sua presenza.

31/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (10)

METODO DI MEDITAZIONE
Spesso consideriamo al più, un paio di punti per poi passare al successivo. E un atteggiamento errato: abbiamo visto infatti che ci vuole un lungo tempo per ottenere il raccoglimento, per divenire come quelle persone che i padri chiamano “vigilanti”, uomini capaci di prestare attenzione a un’idea così bene e talmente a lungo che nulla di essa viene perso per strada.

30/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (9)

MEDITARE CON DISCIPLINA
Abbiamo tante occasioni per dedicarci ad abbondanti riflessioni; in un sacco di situazioni nella vita di tutti i giorni ci troviamo senza nulla da fare, eccetto aspettare; se siamo disciplinati – e questo fa parte della nostra educazione spirituale – saremo capaci di ritrovare rapidamente la concentrazione per fissare l’attenzione repentinamente sull’oggetto dei nostri pensieri, del nostro meditare. Dobbiamo imparare a farlo obbligando i nostri pensieri ad aderire a un punto focale ben preciso, lasciando cadere ogni altra cosa.

29/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (9)

MEDITARE CON DISCIPLINA
Abbiamo tante occasioni per dedicarci ad abbondanti riflessioni; in un sacco di situazioni nella vita di tutti i giorni ci troviamo senza nulla da fare, eccetto aspettare; se siamo disciplinati saremo capaci di ritrovare rapidamente la concentrazione per fissare l’attenzione repentinamente sull’oggetto dei nostri pensieri, del nostro meditare.

27/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (8)

LEGGENDO LA SCRITTURA (2)
Vi sono dei passi dell’evangelo che fanno ardere i nostri cuori, che illuminano la nostra intelligenza e scuotono la nostra volontà. Essi danno vita e forza a tutto il nostro essere fisico e morale. Questi brani rivelano quelle regioni del nostro intimo nelle quali Dio e la sua immagine coincidono di già; mostrano a che punto ci troviamo, anche solo fugacemente, per un attimo, nella via che conduce a quel che siamo chiamati a essere.

26/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (7)

LEGGENDO LA SCRITTURA (1)
L’evangelo non è un succedersi di comandi esteriori, ma un’intera galleria di quadri interiori. E ogni volta che diciamo di no all’evangelo, ci rifiutiamo di essere persone nel senso più pieno del termine.

25/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (6)

IL DIO VERO
Il Dio che incontriamo dev’essere vero tanto quanto lo siamo noi che andiamo alla sua ricerca. Ma Dio non è sempre vero? Non è forse sempre uguale a se stesso, immutabile?

24/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (5)

INCONTRO NELLA VERITÀ
Un incontro è vero solo quando sono vere le persone che si incontrano. Da questo punto di vista, finiamo costantemente col contraffare l’incontro. Non solo in noi, ma nell’immagine stessa che abbiamo di Dio, ci è assai difficile essere autentici.

20/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (4)

PREGHIERA COME INCONTRO
L’incontro è centrale nella preghiera. È la categoria basilare della rivelazione, perché la rivelazione stessa è incontro con un Dio che ci offre una visione nuova del mondo. Ogni cosa è incontro, nella Scrittura come nella vita. Incontro personale e universale, unico ed esemplare.

19/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (3)

LA NASCITA DELLA PREGHIERA
La preghiera è ricerca di Dio, incontro con Dio, e andare oltre quest’incontro nella comunione. E dunque un’attività, uno stato e anche una situazione; e si tratta di situarsi sia rispetto a Dio che riguardo al creato.

18/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (2)

DIO IN NOI
L’evangelo ci insegna che il regno di Dio si trova prima di tutto in noi. Se non siamo capaci di trovare dentro di noi il regno, se non riusciamo a incontrare Dio interiormente, nelle profondità stesse del nostro essere, le probabilità che abbiamo di incontrarlo al di fuori sono estremamente remote.

17/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Anthony Bloom (1)

LA VERA PREGHIERA
Per me pregare significa mettersi in rapporto. lo non ero credente; un bel giorno, scoprii Dio ed egli mi apparve improvvisamente come valore supremo e pienezza di vita, ma al tempo stesso come persona. Credo che la preghiera non possa dire assolutamente nulla a chi non ritiene di avere un tu al quale indirizzare la propria lode.

16/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (60)

Nella solitudine ho finalmente scoperto che Tu, o mio Dio, hai desiderato l’amore del mio cuore, l’amore del mio cuore così com’è — l’amore di un cuore di uomo.
Ho scoperto ed ho conosciuto, per tua grande misericordia, che ti piace tanto e attira lo sguardo della tua pietà l’amore di un cuore di uomo, fiducioso, contrito, povero, e che è tuo desiderio e tua consolazione, o mio Signore, essere vicinissimo a chi Ti ama e Ti invoca su di sé come suo Padre

15/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (55)

È cosa più grande e preghiera migliore vivere in Colui che è infinito, e rallegrarsi che sia così, anziché star sempre a lottare per racchiudere la sua infinità nello stretto spazio del nostro cuore. Finché sono contento di conoscere che Egli è infinitamente più grande di me e che non Lo posso conoscere se non mi si mostra, avrò pace ed Egli sarà vicino a me e dentro di me, ed io avrò quiete in Lui.

10/08/2016 · Lascia un commento

L’inconcepibile potere del silenzio

I monasteri sono, o dovrebbero essere — a mio parere — il cuore orante della Chiesa. Per questo potrebbero trasformarsi molto bene in autentiche scuole di formazione per la vita interiore, tanto del popolo di Dio, sempre più affamato di interiorità — e questo è per me uno dei segni più chiari dei tempi — così come dei cosiddetti ricercatori spirituali, persone allontanatesi dalla confessione e dalla pratica cristiane e che, tuttavia, hanno sentito la chiamata dello Spirito e tentano di rispondere senza per questo arrivare a essere inquadrati in un determinato regime di organizzazione ecclesiale, che quasi sempre considerano sorpassato. Queste “nuove scuole monastiche” potrebbero costituire la principale piattaforma per una nuova primavera ecclesiale.

09/08/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Thomas Merton (53)

La vera povertà è quella del povero che è felice di ricevere l’elemosina da chiunque, ma specialmente da Dio. La falsa povertà è quella di chi pretende di possedere l’autosufficienza di un angelo. La vera povertà è quindi un ricevere ed un ringraziare trattenendo per sé solo quello che si ha bisogno di consumare.

08/08/2016 · Lascia un commento

FPit 3/2016 IL DONO DELLA PREGHIERA

La seconda colonna che sostiene il mondo ci fa volgere verso Dio, verso il santo e il trascendente, sviluppando così la dimensione sacerdotale dell’esistenza. Il sacerdote biblico è l’uomo della preghiera, del culto, del “servizio divino” (‘avodà), del tempio.

09/03/2016 · Lascia un commento

Bisogna saper ringraziare: anche di quanto non ci è stato dato.

  Chiamate in attesa (17) a cura di Tolentino Mendonça. La cosa più normale è ringraziare di quanto ci è stato dato. E i motivi di gratitudine non mancano di … Continua a leggere

05/01/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale (25) Promesse e desideri sono atti in germoglio.

“Abbiate sale in voi” (Mc 9,50) Un granello di sale quotidiano per dare sapore alla tua giornata. Promesse e desideri sono atti in germoglio. 12 febbraio 1942 – «Quando preghi, … Continua a leggere

01/01/2016 · Lascia un commento

Un grano di sale (15) Ciò che abbiamo nel cuore è presto detto con le labbra.

“Abbiate sale in voi” (Mc 9,50) Un granello di sale quotidiano per dare sapore alla tua giornata. Ciò che abbiamo nel cuore è presto detto con le labbra 26 luglio … Continua a leggere

22/12/2015 · Lascia un commento

Giubileo (18) Preghiera del Papa per il Giubileo.

Preghiera del Santo Padre Francesco per il Giubileo Straordinario della Misericordia. Signore Gesù Cristo, tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste, e ci hai detto che … Continua a leggere

17/12/2015 · Lascia un commento

Un grano di sale (4)

“Abbiate sale in voi” (Mc 9,50) Un granello di sale quotidiano per dare sapore alla tua giornata.   26 dicembre 1936 – «La tua immaginazione? È il cane di casa … Continua a leggere

11/12/2015 · 1 Commento

Purgatorio: tra storia e eternità.

Che senso hanno suffragio e preghiera per i defunti? Memoria di Le Goff: storia eternità e «Comunione dei Santi» Ieri qui (p. 22) e “Manifesto” (p. 11) a 10 anni … Continua a leggere

04/06/2015 · 1 Commento

La preghiera giorno dopo giorno (26)

PREGHIERA PIENA DI SIGNIFICATO. Anthony Bloom. A meno che la preghiera che intendi offrire a Dio non sia importante e piena di significato anzitutto per te, non sarai in grado … Continua a leggere

31/01/2015 · Lascia un commento

La preghiera giorno dopo giorno (25)

IL MISTERO DELL’ESSERE. Anthony Bloom. Qualunque cosa facciamo, quale che sia il nostro livello di conoscenza di Dio, per quanto gli siamo vicini (e ciò vale ancor più fra Dio … Continua a leggere

30/01/2015 · Lascia un commento

  • 489.735 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 896 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie