COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Archivi categoria: Lectio Divina

Lectio sul libro di QOÈLET – Carrarini (3)

Nella seconda parte del libro Qoèlet continua la sua critica alla mentalità dominante nel suo tempo attraverso la confutazione di molti luoghi comuni espressi dai proverbi che correvano sulla bocca di tutti. La credulità popolare e il buon senso comune ne avevano fatto un’espressione spicciola della sapienza del vivere

24/09/2020 · Lascia un commento

Lectio sul libro di QOÈLET – Carrarini (2)

Il secondo grande tema sul quale Qoèlet riflette nella sua indagine sulla vita è quello del tempo. Nella logica di Qoèlet bisogna parlare della “inconoscibilità” o del “non senso” del tempo o, meglio ancora, del “tempo giusto” da riconoscere o del “tempo ineluttabile” che scorre travolgendo tutto.

24/09/2020 · Lascia un commento

Lectio sul libro di QOÈLET – Carrarini (1)

Più che dare ai suoi lettori-ascoltatori certezze e consolazione di fronte alla complessità della vita e ai suoi interrogativi, questo poeta – fortemente ironico, disilluso e ormai avanti negli anni – scalza tutte le sicurezze e i luoghi comuni diffusi tra la gente per seminare dubbi, sconcerto, disillusione.

24/09/2020 · Lascia un commento

Vangelo di Luca – Cap. 9 – Fausti (5)

Se nel c. 8 i discepoli ascoltano e vedono soltanto, ora, nel c. 9, dopo il battesimo sulla barca, sono direttamente coinvolti nel destino di Gesù, nella sua missione, nel servizio del pane, nella croce e nella gloria: il battesimo li ha associati a lui.

21/09/2020 · Lascia un commento

Libro dei PROVERBI – Ravasi (3)

Entriamo ora in un elemento delicato: la tipizzazione negativa femminile. Esaminando i testi, si vedrà che questa tipizzazione non è così drammatica, perché la tipizzazione femminile della stoltezza (kesilut) ha, come parallelo perfetto, la tipizzazione femminile della sapienza (in ebraico il femminile hokmah).

21/09/2020 · Lascia un commento

Libro dei PROVERBI – Ravasi (2)

Con Salomone si ha la testimonianza di un contatto, di un dialogo ecumenico con le varie culture. Durante l’epoca salomonica i fermenti, le ricerche delle letterature circostanti vengono portate a Gerusalemme e lì rielaborate. Da questo incontro nasce la letteratura sapienziale ebraica.

21/09/2020 · Lascia un commento

Libro dei PROVERBI – Introduzione

Il libro dei Proverbi appare come un’opera composita, che è stata elaborata in tempi diversi e nella quale confluiscono proverbi di varie epoche e provenienti anche da fuori Israele. Esso può essere considerato come il primo corpus sapienziale, una sorta di antologia letteraria della sapienza di Israele

21/09/2020 · Lascia un commento

Vangelo di Luca – Cap. 7-8 – Fausti (4)

Nei cc. 5-6 Luca, dando per scontato cos’è la fede, si rivolge a Israele per mostrare lo specifico della fede in Gesù. Ora comincia l’itinerario per chi proviene dal paganesimo; e si inizia spiegando cos’è per Israele la fede, in modo da renderla accessibile anche a lui.

13/09/2020 · Lascia un commento

Prima Lettera ai CORINZI – cap. 11-15 – Carrarini (5)

I capitoli dall’11 al 14 formano un’unità letteraria attorno al tema delle riunioni comunitarie che si svolgevano a Corinto per l’ascolto della Parola, la preghiera, la Cena del Signore e il pasto comune.
Nel capitolo 15 Paolo affronta il problema della risurrezione dei corpi, l’ultimo tema che i Corinzi hanno sottoposto a Paolo nella loro lettera.

13/09/2020 · Lascia un commento

Vangelo di Luca – Cap. 5-6 – Fausti (3)

Marco, ponendo la chiamata subito all’inizio del Vangelo (1,16-20), mostra come essa sia il principio della vita cristiana. Luca, facendo precedere il discorso inaugurale, l’osservazione sulla potenza della sua parola e il racconto dei suoi effetti salvifici, non solo motiva la risposta, ma anche ne mostra gli aspetti ecclesiali.

06/09/2020 · Lascia un commento

Prima Lettera ai CORINZI – cap. 7-10 – Carrarini (4)

Col capitolo 7 inizia la risposta di Paolo alle domande poste dai Corinzi nella lettera inviatagli ad Efeso… Quasi tutti i temi trattati da ora in avanti sembrano riferirsi a domande precise dei Corinzi (eccetto, forse, gli abusi nella Cena, riferiti a voce, e la negazione della risurrezione).

06/09/2020 · Lascia un commento

Prima Lettera ai CORINZI – cap. 5-6 – Carrarini (3)

Nei capitoli 5 e 6 Paolo reagisce su altri tre fatti che gli sono stati riferiti a voce da quelli di Cloe o dalla delegazione che gli ha portato la lettera dei Corinzi. Sono dei fatti che riguardano membri della comunità e mettono in luce i molti problemi suscitati dall’entrata dei pagani nella Chiesa.

06/09/2020 · Lascia un commento

Vangelo di LUCA – Cap. 3-4 – Fausti (2)

Giovanni è il prototipo dell’uomo che Dio si è preparato per stare davanti al suo volto, che è Gesù, e per aprirne agli altri la via di accesso. È la persona pronta ad accogliere il Signore che viene. Sintesi vivente dell’AT, in lui vediamo la caratteristica fondamentale di tutta la storia d’Israele: l’attesa.

31/08/2020 · Lascia un commento

Vangelo di LUCA – Cap. 1-2 – Fausti (1)

Il Vangelo di Luca è rivolto a cristiani della terza generazione, provenienti dal paganesimo. Distanti da Cristo nello spazio e nel tempo, non l’hanno visto quando è venuto né hanno conosciuto coloro che lo videro. Inoltre, il suo ritorno comincia a sembrare più lontano di quanto il desiderio e l’impazienza abbiano fatto credere.

31/08/2020 · Lascia un commento

Vangelo di LUCA – una introduzione alla lettura spirituale – Marconi (2)

Luca pone all’inizio della missione di Gesù il racconto di una sua visita a Nazareth, con un importante discorso nella Sinagoga, che diventa una specie di manifesto programmatico della sua missione.

31/08/2020 · Lascia un commento

Vangelo di LUCA – una introduzione alla lettura spirituale – Marconi (1)

Nella nostra esperienza di lettori di testi contemporanei, si apprende ben presto come sia utile dedicare un po’ di tempo alla lettura del risguardo copertina di un libro che stiamo iniziando a leggere. Infatti le informazioni sull’autore, sullo schema generale del libro e sulla motivazione per cui è stato scritto, costituiscono un aiuto interessante per una piena comprensione.

31/08/2020 · Lascia un commento

Vangelo di LUCA: in viaggio con Luca alla scoperta della nostra identità

“La vera preghiera non è nella voce, ma nel cuore. Non sono le nostre parole, ma i nostri desideri a dar forza alle nostre suppliche. Se invochiamo con la bocca la vita eterna, senza desiderarla dal profondo del cuore, il nostro grido è un silenzio. Se, senza parlare, noi la desideriamo dal profondo del cuore, il nostro silenzio è un grido”

31/08/2020 · Lascia un commento

Lectio su Matteo 7-8

Con il capitolo 7 di Matteo si conclude il discorso della montagna. Si tratta di una raccolta di esortazioni varie collegate da una certa unità di contenuto. In particolare si vede che mentre al termine del cap. 6 le esortazioni riguardavano soprattutto l’atteggiamento da assumere nei confronti di Dio, qui si parla anche dei rapporti con i fratelli.

31/08/2020 · Lascia un commento

Matteo 5-7: Il discorso della montagna

E’ il primo dei cinque discorsi – quasi cinque pilastri – su cui poggia e si articola il racconto di Matteo. Si può dire il più lungo e importante perché in esso – con un espediente didattico e letterario – è raccolto tutto l’insegnamento di Gesù, nel suo contenuto più qualificante.

31/08/2020 · Lascia un commento

Meditazioni sul Vangelo di Matteo

Una delle più importanti caratteristiche del vangelo matteano è la presenza di cinque lunghi discorsi, pronunciati da Gesù in persona. Sembra che Matteo abbia voluto raccogliere i detti o i loghia di Gesù, che circolavano tra i discepoli, parte dei quali raccolti nella cosiddetta fonte Q o Quelle, intorno a delle grandi tematiche.

31/08/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Vangelo di MATTEO – Schena (4) Capitoli 13,53-18,35

Dopo il discorso in parabole inizia la più lunga sezione narrativa che si spinge fino al c. 18. Matteo riprende qui il filo di Marco (cc.6-8), riproducendone sostanzialmente l’ordine degli episodi, la struttura letteraria e i temi principali. Come sempre nelle parti narrative il materiale è vario.

31/08/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Vangelo di MATTEO – Schena (3) Capitoli 11,2-13,52

Fra il discorso missionario e il discorso in parabole Matteo inserisce una seconda sezione narrativa. Già sappiamo la funzione di queste sezioni: l’evangelista è convinto che i discorsi di Gesù siano importanti, ma è altrettanto convinto che il messaggio del Regno non è una dottrina ma un evento, una storia.

31/08/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Vangelo di MATTEO – Schena (2) Capitoli 8,1-11,1

Matteo fa seguire al grande discorso della montagna due capitoli narrativi. Sono capitoli strettamente uniti al discorso: lo illustrano e lo completano: Gesù è il Messia della Parola (discorso della montagna) e dell’azione (i miracoli); è il Messia dei poveri, li accoglie e li guarisce.

31/08/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Vangelo di MATTEO – Schena (1) Capitoli 5,1-7,29

Le beatitudini sono il cuore del messaggio di Gesù, per capirle bisogna lasciar parlare il testo. Innanzitutto Gesù sale sulla montagna e pronuncia il discorso circondato dai dodici e dalle folle: si tratta di una folla venuta da ogni dove, persino dalla Decapoli e da oltre il Giordano. Il discorso, quindi, non è rivolto solo ai dodici o al popolo giudaico, ma a tutti.

31/08/2020 · Lascia un commento

Meditazioni sul Vangelo di MATTEO – Fausti (5)

DISCORSO ESCATOLOGICO
Matteo 24-25
In Matteo 24,3 i discepoli chiedono a Gesù quando e quale sarà il segno della sua venuta e della fine del mondo. È bene chiarire che la Parusia sarà il compimento del tempo, non la sua fine; non è che il mondo finirà o verrà distrutto, piuttosto si compirà.

31/08/2020 · Lascia un commento

Meditazioni sul Vangelo di MATTEO – Fausti (4)

Il capitolo 18, è il capitolo della raccolta della semina, è il capitolo della comunità che vive la Parola. Matteo, infatti, applica ora la parola del Figlio alla comunità, ossia fa vedere come essa deve essere vissuta concretamente e storicamente.

31/08/2020 · Lascia un commento

Meditazioni sul Vangelo di MATTEO – Fausti (3)

Le parabole mostrano come la Parola, la fede, l’annuncio, la Chiesa, impatta con il mondo e come questo entra all’interno di essa. Sono parabole di discernimento.
Nel capitolo 13 (v. 3-35), ci sono quattro parabole rivolte al popolo: la parabola del seminatore, della zizzania, del grano di senapa e del lievito.

31/08/2020 · Lascia un commento

Meditazioni sul Vangelo di MATTEO – Fausti (2)

DISCORSO APOSTOLICO (Matteo 10)
Matteo al discorso sulla missione, antepone una serie di dieci miracoli che rappresentano la realizzazione del Regno. Questi miracoli hanno, ovviamente, un valore simbolico, cioè vanno intesi come segni. Tuttavia bisogna fare attenzione ad interpretare i segni come segni…

31/08/2020 · Lascia un commento

Meditazioni sul Vangelo di MATTEO – Fausti (1)

DISCORSO EVANGELICO (Matteo 5-7)
Matteo centra tutto il Vangelo su cinque discorsi, seguiti da cinque parti narrative le quali, non sono altro che la realizzazione del discorso. Questo non perché Gesù dice delle cose e, poi, fa vedere che le compie, ma per un motivo assai più profondo: ciò che si adempie è il frutto di quella parola.

31/08/2020 · Lascia un commento

Vangelo di MATTEO – Il cammino della Giustizia

Nel Vangelo di Matteo incontriamo sette volte il vocabolo GIUSTIZIA (3,15; 5,6.10.20; 6,1; 6,33; 21,32) per indicare che per la comunità di Matteo la giustizia è il tema centrale e perciò anche per noi oggi, se vogliamo essere discepole e discepoli fedeli di Gesù.

31/08/2020 · Lascia un commento

Lectio di MATTEO – Cap. 26-28 – Fausti (10)

“Ha fatto un’opera bella a me”, dice Gesù della donna. Unica persona approvata da lui senza riserve, questa donna è la sola che fa una cosa – e quale cosa! – per colui che si è fatto tutto a tutti. Riconosce infatti in lui, il più piccolo tra gli uomini, il suo Signore.

31/08/2020 · Lascia un commento

Prima Lettera ai CORINZI – cap. 3-4 – Carrarini (2)

Il secondo tema che Paolo affronta è strettamente legato ad un aspetto delle divisioni presenti a Corinto: la sopravvalutazione dei missionari e la non retta comprensione del ruolo dei responsabili nella comunità.

31/08/2020 · Lascia un commento

Prima Lettera ai CORINZI – introduzione e cap.1-2 – Carrarini (1)

Una attualizzazione per le nostre Chiese, chiamate a rievangelizzare la nostra società occidentale sempre più secolarizzata. Siamo chiamati ad annunciare il Vangelo in un contesto sociale in rapida evoluzione e caratterizzato dalla presenza di più culture che si sovrappongono e si contrastano tra di loro.

31/08/2020 · Lascia un commento

Lectio di MATTEO – Cap. 23-25 – Fausti (9)

Prima del suo ultimo discorso (cc. 24-25), Gesù mette in guardia contro il pericolo che il Vangelo sempre corre nella storia, mostrando che, ciò che è capitato a Israele, è profezia costante di ciò che capita a noi (cf. 1Cor 10,11).

24/08/2020 · Lascia un commento

Seconda Lettera ai Tessalonicesi – Presentazione

Le persecuzioni di cui erano vittime i Tessalonicesi avevano aumentato la loro fede, fatto abbondare il loro amore, manifestato la loro pazienza. Che cosa mancava ancora? perché l’apostolo giudica necessario inviare questa seconda epistola?

24/08/2020 · Lascia un commento

Lectio di MATTEO – Cap. 21-22 – Fausti (8)

La Chiesa, quando ascolta la Parola e si converte, sperimenta e testimonia il potere di perdono e di libertà; quando invece la considera ovvia e scontata, si indurisce. Allora la Parola tace: il Signore non le dice più nulla, e lei non dice più nulla al mondo.

16/08/2020 · Lascia un commento

Lectio di MATTEO – Cap. 18-20 – Fausti (7)

La parola del Figlio, rivelata sul monte, proclamata nella missione e spiegata nelle parabole, si realizza nella comunità dei fratelli: il regno del Padre si compie nella fraternità tra i suoi figli. Nel rapporto con l’altro si vive quello con l’Altro, nel rapporto col fratello quello col Padre.

16/08/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Profeta EZECHIELE (2) Cap. 25-48

Chi è il profeta? E’ come una sentinella. Ascolta una parola da parte di Dio e la trasmette. Se uno ascolta la parola e si converte, bene. Se non si converte, la responsabilità è tutta sua e non del profeta. Il vero compito del profeta, quindi, è ascoltare la parola e proclamarla

16/08/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Profeta EZECHIELE (1) Cap. 1-24

Si può ancora credere nella potenza e nella giustizia del Dio che non ha saputo difendere il luogo della sua dimora a Gerusalemme? Come si può venerare Dio in terra straniera? Esiste ancora un futuro per il popolo dell’alleanza? Il profeta Ezechiele tenta di rispondere a questa crisi di fede e di speranza.

10/08/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Profeta ABACUC

Abacuc è un illustre sconosciuto; di lui non si sa molto. Abacuc è un personaggio che fa tutt’uno con un problema che riemerge puntualmente nelle coscienze di coloro che si interrogano circa il senso della storia umana; ed è un problema che diventa più incalzante e dirompente nei momenti in cui la storia dell’umanità affronta momenti di crisi.

08/08/2020 · Lascia un commento

Lectio di MATTEO – Cap. 15-17 – Fausti (6)

Riconoscere il Signore nel pane senza scambiarlo per fantasma non è problema di occhi, ma di cuore (vv. 8.19). Il cuore è il centro della persona, che ri-corda ed esprime ciò che gli interessa (inter-esse = essere-dentro!). Al credente interessa il “pane”, il suo corpo dato per noi, o altre cose? Il suo cuore è con il Signore o lontano da lui?

03/08/2020 · Lascia un commento

Lectio di MATTEO – Cap. 13-14 – Fausti (5)

Con le parabole illustra l’enigma della storia sua e nostra, che presenta un duplice scandalo. Primo: il male sembra bene e riesce bene, mentre il bene sembra male e riesce male; addirittura il male vince e il buono perde. Secondo: il bene, anche quando c’è, è sempre frammisto al suo contrario.

26/07/2020 · Lascia un commento

Lectio su brani del Profeta GEREMIA (2)

In questo brano incontriamo un uomo ricco di speranza. Si tratta della consolazione che caratterizza la maturità del profeta e della sua esperienza spirituale. Possiamo ben dichiarare che Geremia dimostra di aver raggiunto una sintesi, conoscendo Dio e soprattutto se stesso, anche grazie alle prove che egli ha affrontato.

26/07/2020 · Lascia un commento

Lectio su brani del Profeta GEREMIA (1)

Geremia: il profeta sedotto da Dio: si tratta di una personalità singolare nel quadro del movimento profetico, soprattutto per la presentazione del suo mondo interiore e la ricchezza umana che emerge dall’esperienza missionaria.

26/07/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Profeta GEREMIA – Carrarini (3)

Come molti profeti, anche Geremia non usa solo la parola per annunciare il messaggio di Dio, ma usa anche visioni (come Amos, Ezechiele, Isaia, Daniele), azioni simboliche (come Elia, Eliseo, Natan) e le sue stesse scelte di vita diventano segno (come Osea, Giona, Giovanni Battista).

26/07/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Profeta GEREMIA – Carrarini (2)

Se i capitoli 1-6 sono il famoso rotolo del 605 di cui si parla nel capitolo 36, i capitoli 7-25 sono la raccolta (molto eterogenea e frammentata) dell’attività profetica di Geremia a Gerusalemme durante il regno di Ioiakim (609-598 a.C.). Questa raccolta è stata curata (e integrata in varie parti) dagli scribi deuteronomisti…

26/07/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Profeta GEREMIA – Carrarini (1)

La sua predicazione copre un arco di tempo di 40 anni. Molti vedono in questo un riferimento esplicito degli estensori alla figura di Mosè che guida il popolo nel deserto. Il profeta Geremia è il nuovo Mosè mandato da Dio a guidare gli ebrei nel difficile periodo che precede l’esilio.

26/07/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Libro del Profeta Geremia – Introduzione

La “voce profetica di Geremia” è una delle figure più significative di tutta la storia della religiosità. Il termine “voce” indica qualcosa di umano, di udibile, mentre l’aggettivo “profetica” allude al fatto che pronuncia parole di Dio, minacciose o consolatorie, tese comunque a convertire i cuori degli uomini a convertire la città.

26/07/2020 · Lascia un commento

Lectio di MATTEO – Cap. 10-12 – Fausti (4)

Gesù chiama a sé operai, che continueranno a fare e a dire quanto lui, prima di loro, ha fatto e detto. Nasce la Chiesa, che ha nei Dodici la radice che li unisce alla terra promessa, a Cristo. Essa è apostolica non solo perché fondata sugli apostoli, ma perché fatta di apostoli, di figli inviati ai fratelli.

20/07/2020 · Lascia un commento

Lectio sul Profeta MICHEA (Cap. 6-7) Stancari (2)

Il deutero-Michea (così è denominato nel senso che è rimasto anonimo) è un altro profeta che ha svolto il suo ministero nelle regioni settentrionali, là dove ancora è istituzionalmente riconoscibile la presenza del regno di Israele che scompare nell’anno 721 a.C.

20/07/2020 · Lascia un commento

  • 489.830 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 896 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie