COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Archivi categoria: Liturgia

Il Santo della Settimana: 13 maggio, Vergine di Fatima

Il 13 maggio si celebrano le apparizioni della Vergine Maria a Fatima, in Portogallo nel 1917. Il 12 e 13 maggio prossimi Papa Francesco giungerà «come pellegrino» a Fatima per il centenario delle apparizioni e la canonizzazione dei due veggenti Francesco e Giacinta Marto.

13/05/2021 · Lascia un commento

VII Domenica di Pasqua – Ascensione (B) Commento

L’Ascensione rovescia il proverbio: “lontano dagli occhi, vicino nel cuore”. Paradossalmente quella visibilità di Gesù a cui, a volte, guardiamo con nostalgia, la visibilità del passato, quando le folle lo toccavano, quando la donna peccatrice lo ungeva e lo profumava, quella visibilità era anche un ostacolo.

11/05/2021 · Lascia un commento

VII Domenica di Pasqua – Ascensione (B) Lectio

Gesù di Nazaret, ritornando donde era venuto, è riuscito tuttavia a svelare definitivamente il mistero delle Origini, il mistero del destino fontale dell’uomo: così nasce la storia dell’uomo. Il Verbo è disceso dal cielo per congiungerlo alla terra

11/05/2021 · 1 Commento

Commento al Vangelo della VI settimana di Pasqua

Sono due a dare testimonianza: lo Spirito e i discepoli della prima ora. Lo Spirito, il Paraclito, cioè il difensore, colui che protegge dagli assalti del mondo, il primo dono ai credenti da parte del risorto.

10/05/2021 · Lascia un commento

VI Domenica di Pasqua (B) Commento

Un canto d’amore al cuore degli insegnamenti di Gesù. Una poesia dolcissima e profonda, ritmata sul lessico degli amanti: amare, amore, gioia, pienezza, frutti…. È il canto della nostra fede. Come il Padre ha amato me, io ho amato voi.

05/05/2021 · 2 commenti

VI Domenica di Pasqua (B) Lectio

Può rifondarsi la Comunità ove l’Amico si pone nel mezzo, per sperimentare gesti leali di patti di durature amicizie, per ricordare di offrirsi in dono come amici veri, e poi anche a chi rinuncia e rifiuta l’amore

05/05/2021 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della V settimana di Pasqua

Gesù pone un’unica condizione per entrare in comunione con il discepolo: che questi sia disposto ad amare e a farsi amare. Fin qui tutto bene, penserete voi. È vero. Ma, troppo spesso, il sentimento dell’amore è quanto di più vago possiamo immaginare. Oggi l’amore e, in particolare, l’innamoramento, è al centro della nostra attenzione…

03/05/2021 · Lascia un commento

V Domenica Pasqua (B) Commento

Per un ebreo credente la vite è una pianta familiare, che insieme al grano e all’olivo contrassegna la terra di Israele; è la pianta da cui si trae “il vino, che rallegra il cuore umano” (Sal 104,15). Proprio la vite era diventata l’immagine del popolo di Israele, della comunità del Signore.

28/04/2021 · Lascia un commento

V Domenica di Pasqua (B) Lectio

In questa domenica di Pasqua la liturgia proclama con forza che la vita del Risorto alimenta la nostra vita in una relazione stabile, duratura, feconda, chiamata a dare il suo frutto.

28/04/2021 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della IV settimana di Pasqua

Gesù parla per immagini e oggi riprendiamo la figura del pastore delle pecore che ieri, dolorosamente, ci ha spinto a riflettere sul sacerdozio nella Chiesa e a pregare perché il Signore doni alla sua Chiesa pastori secondo il suo cuore.

25/04/2021 · Lascia un commento

IV domenica di Pasqua (B) Commento

Nei brani evangelici che la chiesa (dopo quelli delle manifestazioni del Risorto) ci propone per il tempo pasquale, sempre tratti dal quarto vangelo, è il Gesù Cristo risorto che parla alla sua comunità, rivelando la sua identità più profonda, identità che viene da Dio suo Padre.

20/04/2021 · 1 Commento

IV Domenica di Pasqua (B) Lectio

Gesù già si è presentato come porta (Gv 10,7.9) perché egli stesso è l’accesso alla vita, l’alternativa alla morte; pastore, invece, è termine che descrive la sua attività con coloro che il Padre gli ha dato

20/04/2021 · 1 Commento

Commento al Vangelo della III settimana di Pasqua

Il miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci si è rivelato un’autentica catastrofe: il messaggio di Gesù era chiaro, davanti alla fame degli uomini il discepolo è chiamato a mettere in gioco tutto quello che ha, anche se poco. La folla ha capito l’esatto contrario: davanti alla fame del mondo ecco che Dio trova le soluzioni.

20/04/2021 · Lascia un commento

III Domenica di Pasqua (B) Commento

Pace, è la prima parola del Risorto. E la ripete ad ogni incontro: entro in chiesa, apro il Vangelo, scendo nel silenzio del cuore, spezzo il pane con l’affamato. Sono molte le strade che l’Incamminato percorre, ma ogni volta, sempre, ad ogni incontro ci accoglie come un amico sorridente, a braccia aperte.

15/04/2021 · Lascia un commento

III Domenica di Pasqua (B) Lectio

In questo brano Luca collega direttamente il nostro riconoscerlo con l’esperienza di Simone e degli altri con lui. La differenza tra noi e loro sta nel fatto che essi contemplarono e toccarono la sua carne anche fisicamente, noi invece la contempliamo e tocchiamo solo spiritualmente

15/04/2021 · 1 Commento

Commento al Vangelo della II settimana di Pasqua

Nicodemo è incuriosito da Gesù, ne è affascinato. È un uomo retto, un uomo di Legge, come potrebbe un peccatore compiere i prodigi che Gesù compie? Ma ha paura, teme il giudizio impietoso dei suoi amici farisei, del Sinedrio, non è opportuno manifestare simpatia per il Galileo: va da Gesù di notte.

11/04/2021 · Lascia un commento

Esiste un’altra strada (ma io non la conosco)

Esiste di sicuro un’altra strada, una via più leggera e luminosa, esiste una fede senza ombre e pesantezze, consolante, sorridente e sicura, una fede che rende pieno perfino il presente. Mi scuso, io non la conosco.

11/04/2021 · Lascia un commento

II Domenica di Pasqua (B) Commento

La risurrezione non ha richiuso i fori dei chiodi, non ha rimarginato le labbra delle ferite. Perché la morte di croce non è un semplice incidente da superare: quelle ferite sono la gloria di Dio, il punto più alto dell’amore, la grande bellezza della storia.

06/04/2021 · 1 Commento

II Domenica di Pasqua (B) Lectio

Grazie al Risorto che supera muri e barriere, per rivedere volti cari, risentire voci amiche, per riguardare occhi gonfi di ricerche, cuori orfani di amore sincero. E si svela, senza pudori divini: metti qui, guarda, tendi… Ma tutto si dissolve in confessioni umane e profezie divine.

06/04/2021 · Lascia un commento

Commento al Vangelo dell’ottava di Pasqua

Possiamo essere talmente fermi al venerdì santo da non riuscire a girarci, ad alzare lo sguardo per riconoscere che il crocefisso è veramente risorto. Come accade a Maria di Magdala, stordita dall’assenza del cadavere del suo Maestro

05/04/2021 · Lascia un commento

Veglia Pasquale – Papa Francesco: con Lui, sempre la vita ricomincia

Sorella, fratello se in questa notte porti nel cuore un’ora buia, un giorno che non è ancora spuntato, una luce sepolta, un sogno infranto, vai, apri il cuore con stupore all’annuncio della Pasqua: “Non avere paura, è risorto! Ti attende in Galilea”. Le tue attese non resteranno incompiute, le tue lacrime saranno asciugate, le tue paure saranno vinte dalla speranza.

04/04/2021 · Lascia un commento

Cantalamessa – Predica del Venerdì Santo 2021

Qual è la causa più comune delle divisioni tra i cattolici? Non è il dogma, non sono i sacramenti e i ministeri: tutte cose che per singolare grazia di Dio custodiamo integri e unanimi. È l’opzione politica, quando essa prende il sopravvento su quella religiosa ed ecclesiale e sposa una ideologia.

03/04/2021 · Lascia un commento

DOMENICA DI PASQUA – Risurrezione del Signore (B) Commento

La nostra fede inizia da un corpo assente. Nella storia umana manca un corpo per chiudere in pareggio il conto delle vittime, manca un corpo alla contabilità della morte. I suoi conti sono in perdita. E questo apre una breccia, uno spazio di rivolta, un tuffo oltre la vita uccisa: la morte non vincerà per sempre.

02/04/2021 · Lascia un commento

Domenica di Pasqua (B) Lectio

È risorto, non è qui. Per dire a tutti gli uomini e donne di tutti i tempi e spazi :”Siete destinati a risorgere. Attratti nel circuito della salvezza, nel flusso dell’eternità che oggi prende l’avvio, riassorbendo persino i tempi passati.

02/04/2021 · Lascia un commento

VEGLIA PASQUALE – Commento

La nostra fede pasquale non è un mito, una favola, ma una storia di amore. È la scoperta di un Amante, Dio, che possiede un Amore che vince la morte: ma questo Amore lo offre anche a noi, perché nella nostre vite possiamo essere amati e amanti. Guardiamo al Crocifisso risorto perché – come affermava Riccardo di San Vittore – «ubi amor, ibi oculus»

02/04/2021 · Lascia un commento

VEGLIA PASQUALE – Lectio

La Comunità della Chiesa, nella sacralità dei segni, oggi rivive il vigore della speranza, il rinnovamento e la purificazione, lo slancio dello Spirito: nella luce del Cero, nell’acqua della fonte, nel canto della gioia…

02/04/2021 · Lascia un commento

Prepararsi alla Veglia pasquale

Una sorta di pensiero magico alquanto adolescenziale ci fa ritenere che la gioia sia qualcosa che rimpiazzi o si sostituisca al dolore, magari cancellandolo o ignorandolo. La gioia che viene dalla Pasqua è la gioia che matura dentro il dolore del mondo, lo cambia dal di dentro.

02/04/2021 · Lascia un commento

Il silenzio di Dio

Non so dire quante volte, come responsabile di chiesa, ho udito questa frase: «Come può Dio permettere tutto questo? Perché Dio resta muto?». Proprio a queste domande che mi sono state rivolte così spesso, vorrei ora cercare di rispondere.

02/04/2021 · Lascia un commento

Sabato Santo, il giorno dell’attesa, il giorno più femminile dell’anno

Il Sabato Santo è il giorno più femminile dell’anno, perché è il giorno dell’attesa. Solo la donna sa cosa vuol dire attendere, perché porta in grembo la vita per nove mesi e la si dice per questo in dolce attesa. Attesa e attenzione hanno la stessa radice, per questo le donne sono attente ai dettagli…

02/04/2021 · 2 commenti

Il giardino del Sabato Santo

Questo sabato è il giorno della libertà e «tutto deve essere vissuto nell’incanto della grazia, nella pace e in grande amore (…) perché in esso persino il malvagio nell’inferno trova pace» dice ancora la tradizione ebraica.

02/04/2021 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – Sabato Santo: quando Dio sembra assente

Sabato santo, giorno dopo la morte, tempo in cui davanti ai discepoli c’era solo la fine della speranza, un’aporia, un vuoto su cui incombeva il non senso, l’insopportabile dolore di una ferita mortale: dov’è Dio? Questa la muta domanda del sabato santo. Un giorno intero passa e non c’è intervento di Dio…

02/04/2021 · 1 Commento

Papa Francesco: chi abbraccia il Vangelo stringe sempre una Croce

L’annuncio del Vangelo è sempre legato all’abbraccio di una Croce concreta. La luce mite della Parola genera chiarezza nei cuori ben disposti e confusione e rifiuto in quelli che non lo sono. Questo lo vediamo costantemente nel Vangelo.

02/04/2021 · Lascia un commento

Venerdì della Settimana Santa. Sant’Agostino, la croce e la fuga dalla Risurrezione

Venerdì Santo richiama il buio, la sofferenza, la morte. È il giorno dello sguardo fisso sulla croce, da contemplare pensando alla Pasqua. L’insegnamento di sant’Agostino, la pittura di Paolo Uccello

01/04/2021 · Lascia un commento

Anima Christi

“Anima Christi” ci accompagna alla morte e risurrezione di Gesù e ci aiuta a cogliere nel profondo il senso dell’espressione di S. Paolo: “Sono stato crocifisso con Cristo e non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me” (Gal. 2,20). Qui c’è tutta la teologia e la spiritualità della Croce.

01/04/2021 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Contemplazione del Crocifisso

Se c’è pittore che ha saputo cantare la presenza di un Cristo agli inferi, credo sia stato soltanto Congdon. In Congdon c’è il Cristo che, nella kenosis, raggiunge gli inferi. È davvero il Cristo del XX secolo, quello che hanno percepito in maniera profetica un Silvano dell’Athos o, in una forma non sempre evidente, la grande, piccola Teresa del Bambino Gesù: Cristo alla tavola dei peccatori, Cristo nelle profondità degli inferi. Dramma dell’uomo per il male che lo abita e lo invade anche per la potenza del peccato.

01/04/2021 · 1 Commento

VENERDÌ SANTO – Commenti di Enzo Bianchi

Sulla croce, quando Gesù vive la sua passione e morte, Dio ci racconta in Gesù il suo amore e la sua sofferenza per la nostra lontananza. Sempre Dio ci attira a sé, ci prega di rientrare nella sua comunione, perché egli ci ama e non può cessare di amarci.

01/04/2021 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – Meditazione per il Venerdì Santo

Per contemplare il Crocifisso è necessario meditare sulla paradossale «parola della croce» (1Cor 1,18), il mistero centrale della nostra fede. In verità, di fronte alla «parola della croce», debolezza di Dio, debolezza del cristiano, debolezza della chiesa, ma pienezza della vita perché «vita in abbondanza».

01/04/2021 · 1 Commento

VENERDÌ SANTO, Passione del Signore – Commento

Ecco allora Dio, l’Amante nella passione di Gesù. Egli soffre per amore perché soffre per il male che noi ci facciamo: il male inflitto a Gesù vittima, infatti, è l’icona dei mali, delle sofferenze che infliggiamo agli altri, della mancanza di amore con cui li facciamo soffrire.

01/04/2021 · Lascia un commento

Digiuno e silenzio, ecco i segni del Triduo pasquale

Il Triduo pasquale è il tempo liturgico centrale, più forte dell’Anno. Si celebrano la Passione e morte di Cristo, la sua discesa agli inferi e, soprattutto, la sua Risurrezione.
Il Triduo è iniziato con la Messa vespertina del Giovedì Santo e si conclude con l’analoga celebrazione della Domenica di Pasqua.

30/03/2021 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – Meditazione per Giovedì Santo

Con questa liturgia noi tentiamo, possiamo solo tentare, di entrare nel mistero pasquale, il mistero della nostra salvezza che riviviamo in questi tre giorni santi della passione, morte e resurrezione del Signore.

30/03/2021 · 1 Commento

GIOVEDÌ SANTO, Messa in Coena Domini – Commento

È arrivata l’“ora” di Gesù, verso la quale il suo operare era diretto fin dall’inizio. Ciò che costituisce il contenuto di questa ora, Giovanni lo descrive con due parole: passaggio (metabainein, metabasis) ed agape – amore. Le due parole si spiegano a vicenda; ambedue descrivono insieme la Pasqua di Gesù.

30/03/2021 · Lascia un commento

GIOVEDÌ SANTO, Messa in Coena Domini – Lectio

La liturgia del giovedì santo ci propone la Messa con il gesto della lavanda dei piedi. Se il giovedì è introduzione al triduo pasquale, il gesto della lavanda dei piedi non è solo un segno inserito nell’Eucaristia, ma è un evento liturgico di estrema rilevanza, diventa cioè il cuore della celebrazione del giovedì.

30/03/2021 · 1 Commento

Mercoledì santo – Tradimento: Sono forse io, Signore?

La cosa più interessante di questo brano di Vangelo è che ognuno dei discepoli, di fronte all’annuncio del tradimento di qualcuno tra loro, si domanda e domanda a Gesù se, per caso, sia lui stesso il traditore. Anche noi oggi ci dobbiamo chiedere se potremmo essere noi a tradire il nostro Maestro e Signore.

30/03/2021 · Lascia un commento

Mercoledì Santo: Una storia di mani

La tua morte, o Gesù, è una storia di mani. Una storia di povere mani, che denudano, inchiodano, giocano a dadi, spaccano il cuore. Tu lo sai, tu lo vedi, o Signore. Prima di giudicare, però, pensiamoci (Primo Mazzolari)

30/03/2021 · 1 Commento

Martedì santo: Mistero di luce e di tenebra

Due simboli primordiali caratterizzano i due testi della liturgia di oggi: la luce e la notte. Siamo come riportati all’inizio della creazione, ma in questo caso non è solo l’azione di Dio che divide il giorno e la luce, dal buio della notte, ma la libertà dell’uomo.

30/03/2021 · Lascia un commento

Martedì Santo: Povero fratello Giuda

Povero Giuda. Che cosa gli sia passato nell’anima io non lo so. È uno dei personaggi più misteriosi che noi troviamo nella Passione del Signore. Non cercherò neanche di spiegarvelo, mi accontento di domandarvi un po’ di pietà per il nostro povero fratello Giuda. Non vergognatevi di assumere questa fratellanza. (Primo Mazzolari)

30/03/2021 · Lascia un commento

Lunedì santo: tenerezza, profumo e lacrime

La Settimana Santa, la Settimana di Passione comincia qui a Betania, in casa di Lazzaro, di Marta e di Maria. Sono gli amici di Gesù, da sempre. Qui a Betania Gesù si sente a casa. Ha sempre avuto bisogno di questi amici, ha sempre avuto bisogno di un’accoglienza speciale e oggi ha proprio bisogno di Maria, della sua audacia, della sua femminilità, della sua tenerezza.

29/03/2021 · Lascia un commento

Lunedì Santo: Il Povero e i poveri

È la parola più triste dell’Evangelo, la più carica di tristezza. Prima di tutto, è rivolta a Giuda. Giuda! San Luca ci riferisce che teneva i conti e che la sua contabilità non era pulitissima; e sia pure! Ma infine era il banchiere dei Dodici; e chi ha mai visto in regola la contabilità d’una banca? (Bernanos)

29/03/2021 · 1 Commento

Domenica delle Palme, Papa Francesco: dall’ammirazione allo stupore!

Chiediamo la grazia dello stupore. La vita cristiana, senza stupore, diventa grigiore. Come si può testimoniare la gioia di aver incontrato Gesù, se non ci lasciamo stupire ogni giorno dal suo amore sorprendente, che ci perdona e ci fa ricominciare?

29/03/2021 · Lascia un commento

Le cinque lacrime eterne di Gesù

Nella scena più commovente della Passione di Cristo il regista Mel Gibson ritrae la lacrima dell’Onnipotente che cade dall’alto sul suo amato Unigenito che esala l’ultimo respiro. Queste lacrime sono eterne perché continuano a segnare i volti degli uomini e delle donne di ogni epoca

29/03/2021 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della Settimana Santa (B)

Il tempo della liturgia è cambiato: se normalmente comprimiamo la storia della salvezza in dodici mesi, in questa settimana la Chiesa rallenta il suo passo e lo sincronizza col suo Signore. Ora dopo ora seguiremo l’ultima settimana di vita di Gesù…

28/03/2021 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della Settimana Santa (A)

Gli ultimi giorni, le ultime ore. È iniziata la più grande fra le settimane. Ora dopo ora seguiremo i passi del Signore, cercando di scrutare le sue emozioni, in punta di piedi. Si ripete, la grande settimana, ora e per sempre.

28/03/2021 · Lascia un commento

Settimana santa, la “grande settimana”

Per i primi cristiani la celebrazione pasquale si inscriveva in un quadro temporale ben preciso: non arrivava in un momento qualsiasi dell’anno, ma al termine di un periodo eccezionale, una settimana particolare nella quale tutto aveva inizio, e tutto veniva portato a compimento. La chiamavano la “grande settimana”.

28/03/2021 · Lascia un commento

Annunciazione del Signore – Commento

L’angelo Gabriele è ancora inviato ad ogni casa ad annunciare a ciascuno: «sii felice, anche tu sei amato per sempre, verrà in te la Vita». Io credo in un angelo che ha il seme di Dio nella voce; credo in un Bambino, sgusciato dal grembo di una donna, che è il racconto della tenerezza di Dio, immagine alta e pura del volto dell’uomo.

25/03/2021 · Lascia un commento

Annunciazione del Signore – Lectio

La data del 25 marzo, nove mesi esatti prima della Natività di Gesù, in alcuni luoghi (e specialmente in Toscana dal secolo XV al XVIII) è stata assunta per indicare l’inizio dell’anno, ed ancora oggi, nelle città di Pisa e Firenze, permane la festa di un secondo capodanno, con celebrazioni religiose e civili.

25/03/2021 · Lascia un commento

Domenica delle Palme (B) Commento

Gesù entra a Gerusalemme, non solo un evento storico, ma una parabola in azione. Di più: una trappola d’amore perché la città lo accolga, perché io lo accolga. Dio corteggia la sua città, in molti modi. Viene come un re bisognoso, così povero da non possedere neanche la più povera bestia da soma.

23/03/2021 · Lascia un commento

Domenica delle Palme (B) Lectio

Il somaro, che porta la soma degli altri, è immagine di Gesù, che per primo ha fatto ciò che ci ha lasciato come legge. “Portate i pesi gli uni degli altri, così adempirete la legge di Cristo”, dice Paolo (Gal 6,2). Questo essere schiavi per amore è la vera libertà (Gal 5,13s), compimento della legge, realizzazione in terra del regno dei cieli.

23/03/2021 · Lascia un commento

V Settimana di Quaresima – Meditazioni di Papa Francesco

Cristo non si rassegna ai sepolcri che ci siamo costruiti con le nostre scelte di male e di morte, con i nostri sbagli, con i nostri peccati. Lui non si rassegna a questo! Lui ci invita, quasi ci ordina, di uscire dalla tomba in cui i nostri peccati ci hanno sprofondato.

21/03/2021 · Lascia un commento

Commento al Vangelo della V Settimana di Quaresima

Chi è veramente Gesù? Questa domanda è cresciuta nel tempo del ministero di Gesù, fino a raggiungere la consapevolezza, da parte dei contemporanei di Gesù della pretesa messianica di Gesù. La crescente tensione che Gesù subisce è ben documentata dal vangelo di Giovanni che stiamo leggendo in questa fine di quaresima.

21/03/2021 · Lascia un commento

V Domenica di Quaresima (B) Commento

Anche tu sii chicco di grano: fuggi l’esteriorità, l’innalzamento, il mito del successo, il rumore delle parole, la smania della visibilità. Sta nella terra di tutti, nell’apparente insignificanza dei gesti quotidiani, nella dedizione apparentemente inosservata, nella terra delle domande senza riposta. E ricorda la piccola parabola di Gesù…

17/03/2021 · 2 commenti

V Domenica di Quaresima (B) Lectio

L’evangelo di oggi ci accompagna da questo desiderio (“vogliamo vedere Gesù”) al luogo dove è possibile vederlo (“quando sarò innalzato da terra, attirerò tutti a me”), attraverso un modo in cui ci è concesso di vedere (“Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna”).

17/03/2021 · Lascia un commento

IV Settimana di Quaresima – Meditazioni di Papa Francesco

Siamo noi il «sogno di Dio» che, da vero innamorato, vuole «cambiare la nostra vita». Per amore appunto. A noi chiede solo di avere la fede per lasciarlo fare. E così «possiamo solo piangere di gioia» davanti a un Dio che ci «ri-crea».

15/03/2021 · Lascia un commento

  • 677.103 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 774 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie