COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Archivi categoria: Anno A

Papa Francesco: il segreto dello Spirito

Cari fratelli e sorelle, guardiamoci dentro e chiediamoci che cosa ci ostacola nel donarci. Ci sono, diciamo, tre nemici del dono, i principali: tre, sempre accovacciati alla porta del cuore: il narcisismo, il vittimismo e il pessimismo. 

31/05/2020 · Lascia un commento

Domenica di Pentecoste (A) Commento

Forse è impoverire lo Spirito Santo questa pretesa di imbrigliarlo in un’unica manifestazione. Ed è anche bello pensare che l’avevano ricevuto la sera di Pasqua e ancora l’attendevano: e non è una finta, un far finta, è un anelito vero: vieni, Santo Spirito!

27/05/2020 · Lascia un commento

Domenica di Pentecoste (A) Commento

La Parola di Dio racconta in quattro modi diversi il venire dello Spirito Santo, per dirci che Lui, il respiro di Dio, non sopporta schemi. Nel Vangelo lo Spirito viene come presenza che consola, leggero e quieto come un respiro, come il battito del cuore.
Negli Atti viene come energia, coraggio, rombo di tuono che spalanca le porte e le parole. Mentre tu sei impegnato a tracciare i confini di casa, lui spalanca finestre, ti apre davanti il mondo, chiama oltre…

27/05/2020 · Lascia un commento

Domenica di Pentecoste (A) Lectio

Il contesto liturgico di oggi è segnato dal termine del tempo pasquale e dal rilancio del tempo ordinario. Come a dire: riprendi il tuo solito tran tran, ma ricorda che c’è qualcosa di nuovo che lo attraversa… La luce del Risorto è guida sicura al cammino di quanti vogliono seguirlo, lo Spirito è dato, nessun dono manca a coloro che si lasceranno attrarre e condurre dal Signore della vita sulle strade della quotidianità.

27/05/2020 · Lascia un commento

Domenica di Pentecoste (A) Lectio

Si compie così un tempo, e se ne apre un altro, completamento e continuità: è l’epoca dello Spirito, inanellata a quella del Padre e del Figlio. E qui, ora, siamo anche noi implicati e co-evi di queste epoche, grazie allo Spirito

27/05/2020 · Lascia un commento

Ascensione del Signore (A) Commento

Vivere l’attesa. Non è facile imparare l’attesa. Aspettare Dio. Anche nella religione a volte abbiamo più l’aria di chi possiede, che lo sguardo curioso di chi attende.

19/05/2020 · Lascia un commento

Ascensione del Signore (A) Commento

Io sono con voi, tutti i giorni, fino alla fine del mondo: con voi, sempre, fino alla fine. Cosa sia l’ascensione lo capiamo da queste parole. Non è andato lontano o in alto, in qualche angolo remoto del cosmo, ma si è fatto più vicino di prima. Se prima era insieme con i discepoli, ora sarà dentro di loro. Non è andato al di là delle nubi ma al di là delle forme

19/05/2020 · Lascia un commento

Ascensione del Signore (A) Lectio

L’antica professione di fede della prima comunità cristiana che riconosce Gesù Cristo risorto come il “Signore”, viene trascritta nel linguaggio simbolico della sua ascensione al cielo. Luca privilegia questo modello espressivo alla fine del vangelo e all’inizio del suo secondo libro, gli Atti degli apostoli.

19/05/2020 · Lascia un commento

VI Domenica di Pasqua (A) Commento

“Se incontri il Buddha per la strada, uccidilo!”, a dire che l’amore per il maestro può ostacolare quello per il suo messaggio. Gesù invece vuole che lo si ami, che si sia coinvolti nella sua vita, al punto che i suoi comandi non siano imposizioni o leggi, ma siano realizzati nell’amore.

13/05/2020 · Lascia un commento

VI Domenica di Pasqua (A) Lectio

A pochi giorni dalla Solennità dell’Ascensione di Gesù al cielo, il Vangelo di oggi ci dà una certezza: Gesù non ci ha lasciati soli, in balia di noi stessi e di forze avverse; ha mandato il Paraclito, lo Spirito della verità, che ci sostiene nel cammino della vita

13/05/2020 · Lascia un commento

VI Domenica di Pasqua (A) Commento

Se mi amate, osserverete i miei comandamenti. Facciamo fatica a tenere insieme amore e comandamento. Eppure si tratta di due modi per esprimere il grado di appartenenza a qualcuno: infatti, adempiere i desideri di chi abbiamo amato è il solo modo per custodire la comunione con lui.

13/05/2020 · Lascia un commento

V Domenica di Pasqua (A) Commento

La Bibbia è piena di strade, di vie, di sentieri, piena di progetti e di speranze. Felice chi ha la strada nel cuore, canta il salmo 84,6. I primi cristiani avevano il nome di “Quelli della via” (Atti 9,2), quelli che hanno sentieri nel cuore, che percorrono le strade che Gesù ha inventato, che camminano chiamati da un sogno e non si fermano.

06/05/2020 · Lascia un commento

V Domenica di Pasqua (A) Lectio

Siamo al cap. 14 di Gv, al primo discorso di addio perché Giovanni mette un altro discorso di addio al cap. 15-16 che pone l’attenzione sulla comunione di vita con Lui, che va intensificato per mezzo della pratica del comandamento dell’amore vicendevole. Invece nel cap. 14 Gesù insiste sulla fedeltà dei discepoli alla sua Parola. Gesù invita a non turbarsi.

06/05/2020 · Lascia un commento

Papa Francesco: La mitezza e la tenerezza del Buon Pastore

Questa domenica è una domenica bella, è una domenica di pace, è una domenica di tenerezza, di mitezza, perché il nostro Pastore si prende cura di noi. “Il Signore è il mio pastore: non manco di nulla”

03/05/2020 · Lascia un commento

IV Domenica di Pasqua (A) Commento

Sono venuto perché abbiano la vita e l’abbiano in abbondanza. Per me, una delle frasi più solari di tutto il Vangelo. Anzi, è la frase della mia fede, quella che mi seduce e mi rigenera ogni volta che l’ascolto: sono qui per la vita piena, abbondante, potente. Non solo la vita necessaria, non solo quel minimo senza il quale la vita non è vita, ma la vita esuberante, magnifica, eccessiva

29/04/2020 · 1 Commento

IV Domenica di Pasqua (A) Lectio

I farisei non capirono che cosa significava ciò che diceva loro; La chiesa ci propone questo vangelo nella IV domenica di pasqua per poter capire. Sembra che per riconoscere il buon pastore bisogna aver fatto esperienza della pasqua. È necessario cioè aver fatto esperienza della guarigione, come il cieco nato.

29/04/2020 · Lascia un commento

III Domenica di Pasqua (A) Commento

La strada di Emmaus racconta di cammini di delusione, di sogni in cui avevano tanto investito e che hanno fatto naufragio. E di Dio, che ci incontra non in chiesa, ma nei luoghi della vita, nei volti, nei piccoli gesti quotidiani.

20/04/2020 · 1 Commento

III Domenica di Pasqua (A) Lectio

Gli apostoli rendono testimonianza della Resurrezione di Gesù. Lo fanno perché sono stati coinvolti in prima persona dall’evento, e se è vero che non hanno assistito “in diretta” all’avvenimento dell’uscita dal sepolcro hanno tuttavia visto il loro Signore redivivo che appariva loro, così come a tante altre persone (oltre 500, dice la Scrittura).

20/04/2020 · Lascia un commento

II Domenica di Pasqua (A) Lectio

Un Grazie particolare a Tommaso, detto Didimo, perché ha insegnato alla comunità, come si fa ad indurre Dio a presenze suppletive per l’uomo alla ricerca di autenticità e di fede, ad intenerire il cuore del Figlio che ha riaperto dolorose ferite, per riconfermare il dono della pace e dello Spirito

14/04/2020 · Lascia un commento

II Domenica di Pasqua (A) Commento

L’operazione più difficile, per Tommaso come per noi, sta proprio nel vedere nei corpi piagati la potenza di una trasfigurazione che fa delle piaghe delle cicatrici luminose e piene di senso: non più segno di morte o di peccato, ma segno di guarigione e di vita per sempre.

14/04/2020 · Lascia un commento

II Domenica di Pasqua (A) Lectio

Questo brano di vangelo chiude il vangelo di Giovanni ed è considerato la “prima conclusione” del quarto evangelo. Il vangelo di Giovanni si chiude quindi con la figura di Tommaso. A questa figura, dunque, viene dedicato tempo, spazio, importanza. Ma dove sta la grandezza di Tommaso?

14/04/2020 · 1 Commento

II Domenica di Pasqua (A) Commento

“Beati quelli che, senza avere visto, giungono a credere”. È conoscendo l’amore vissuto dal Crocifisso che si inizia a credere: miracoli e apparizioni non ci fanno accedere alla vera fede. Solo la parola di Dio contenuta nelle sante Scritture, solo l’amore di Gesù di cui il Vangelo è annuncio e narrazione

14/04/2020 · 1 Commento

Domenica di Pasqua (A) Lectio

La Pasqua non è il ritorno al carnevale dopo i rigori penitenziali della Quaresima. Implica una gioia del tutto diversa; è legata alla via di una santità conformata all’esistenza storica di Cristo, che passa per la croce e si rende palese come il trionfo dell’amore.

11/04/2020 · Lascia un commento

Veglia Pasquale e della Domenica della Pasqua del Signore (A) Commento

Come il sole, Cristo ha preso il proprio slancio nel cuore di una notte: quella di Natale – piena di stelle, di angeli, di canti, di greggi – e lo riprende in un’altra notte, quella di Pasqua: notte di naufragio, di terribile silenzio, di buio ostile su di un pugno di uomini e di donne sgomenti e disorientati. Le cose più grandi avvengono di notte.

11/04/2020 · 2 commenti

Domenica di Pasqua (A) Lectio

Sono terminati i tempi biblici, lunghi e cadenzati, fatti di attese, a volte estenuanti, è nato l’Oggi, tempo puntuale e sorgivo di ogni vita.
I tempi del Cristo sono brevi, brevissimi: l’attuazione degli annunci profetici, delle promesse, delle speranze è sempre repentina ed efficace.
La salvezza avviene nel tempo presente.

11/04/2020 · Lascia un commento

Domenica delle Palme e della Passione del Signore (A) Commento

Si aprono, con la lettura della Passione del Signore, i giorni supremi, quelli da cui deriva e a cui conduce tutta la nostra fede. E quelli che fanno ancora innamorare. Volete sapere qualcosa di voi e di me? – dice il Signore – Vi dò un appuntamento: un uomo in croce. La croce è l’immagine più pura e più alta che Dio ha dato di se stesso.

31/03/2020 · Lascia un commento

Domenica delle Palme e della Passione del Signore (A) Lectio

L’itinerario quaresimale è giunto al suo termine. Iniziano i grandi e solenni riti della Settimana definita dalla tradizione la Settimana Santa, perché in essa si compiono i misteri della nostra redenzione. Sta per svolgersi una trama, si interpreta un copione da cui non si può più tornare indietro:

31/03/2020 · Lascia un commento

V Domenica di Quaresima (A) Commento

Di Lazzaro sappiamo poche cose, ma sono quelle che contano: la sua casa è ospitale, è fratello amato di Marta e Maria, amico speciale di Gesù. Il suo nome è: ospite, amico e fratello, insieme a quello coniato dalle sorelle: colui-che-Tu-ami, il nome di ognuno.

25/03/2020 · 1 Commento

V Domenica di Quaresima (A) Lectio

Il tema centrale di questa Domenica è la resurrezione di Lazzaro, l’amico di Gesù. Il vangelo comincia e termina con Lazzaro ma al centro pone Cristo Signore che é la Resurrezione e la Vita. Questo racconto mostra con forza espressiva il dominio di Gesù sulla morte, nel momento stesso in cui questa sta per prendere potere su di lui.

24/03/2020 · Lascia un commento

Annunciazione del Signore – Lectio

La data del 25 marzo, nove mesi esatti prima della Natività di Gesù, in alcuni luoghi (e specialmente in Toscana dal secolo XV al XVIII) è stata assunta per indicare l’inizio dell’anno, ed ancora oggi, nelle città di Pisa e Firenze, permane la festa di un secondo capodanno, con celebrazioni religiose e civili.

24/03/2020 · Lascia un commento

Annunciazione del Signore – Commento

L’angelo Gabriele è ancora inviato ad ogni casa ad annunciare a ciascuno: «sii felice, anche tu sei amato per sempre, verrà in te la Vita». Io credo in un angelo che ha il seme di Dio nella voce; credo in un Bambino, sgusciato dal grembo di una donna, che è il racconto della tenerezza di Dio, immagine alta e pura del volto dell’uomo.

23/03/2020 · Lascia un commento

IV Domenica di Quaresima (A) Lectio

Con questa IV Domenica di Quaresima c’inoltriamo nel vivo delle celebrazioni pasquali. Infatti la Liturgia denomina questa domenica con l’aggettivo: “Laetare”, quasi a dirci di vivificare la nostra gioia perché il Signore è veramente risorto ed ha aperto anche a noi il suo Regno.

18/03/2020 · Lascia un commento

IV Domenica di Quaresima (A) Commento

Gesù vide un uomo cieco dalla nascita… Gesù vede. Vede lo scarto della città, l’ultimo della fila, un mendicante cieco. L’invisibile. E se gli altri tirano dritto, Gesù no, si ferma. Senza essere chiamato, senza essere pregato. Gesù non passa oltre, per lui ogni incontro è una meta.

18/03/2020 · 1 Commento

III Domenica di Quaresima (A) Commento

Vuoi riannodare i fili di un amore? Gesù, maestro del cuore, ci mostra il metodo di Dio, in uno dei racconti più ricchi e generativi del Vangelo. Gesù siede stanco al pozzo di Sicar; giunge una donna senza nome e dalla vita fragile. È l’umanità, la sposa che se n’è andata dietro ad altri amori, e che Dio, lo sposo, vuole riconquistare.

11/03/2020 · Lascia un commento

III Domenica di Quaresima (A) Lectio

Questo tempo forte della Quaresima che viviamo diventi l’occasione di quest’incontro, di questa sosta con Gesù. Egli si fa trovare, se lo vogliamo; basta uscire “dalle nostre abitudini”, “sedersi vicino al pozzo della sua parola e della preghiera” e poi… lasciare che lui ci ami. Senza alcuna paura di essere sanati. É la sola sete che dovremmo avere tutti.

11/03/2020 · Lascia un commento

II Domenica di Quaresima (A) Commento

La Quaresima ci sorprende: la consideriamo un tempo penitenziale, di sacrifici, di rinunce, e invece oggi ci spiazza con un Vangelo pieno di sole e di luce, che mette energia, dona ali alla nostra speranza.

02/03/2020 · Lascia un commento

II Domenica di Quaresima (A) Lectio

Le letture di questa seconda domenica di quaresima proseguono la riflessione penitenziale iniziata la settimana scorsa, proponendo un tema caro alla letteratura biblica e quaresimale: la trasfigurazione dal “cammino di morte” in “cammino di vita”.

02/03/2020 · Lascia un commento

I Domenica di Quaresima (A) Commento

Quando il diavolo si avvicina e sussura: seguimi…
Se Gesù avesse risposto in un altro modo alle tre proposte, non avremmo avuto né la croce né il cristianesimo. Ma che cosa proponeva il diavolo di così decisivo? Non le tentazioni che ci saremmo aspettati… Si tratta invece di scegliere che tipo di Messia diventare, che tipo di uomo.

27/02/2020 · 1 Commento

I Domenica di Quaresima (A) Lectio

Quaresima: tempo di conversione, tempo di rinnovamento, tempo di fedeltà, tempo di risposta. Non è il tempo della ripetitività o della noia, ma è il tempo dell’inquietudine, dell’estremo dibattito; è il tempo della gestazione di una vita nuova, di tempi nuovi, di situazioni nuove.

27/02/2020 · Lascia un commento

VII Domenica del Tempo Ordinario (A) Commento

Dopo le prime quattro antitesi annunciate da Gesù nel “discorso della montagna”, ecco le ultime due, nelle quali appare ancora la “differenza” richiesta da Gesù ai suoi discepoli rispetto alla Legge di Mosè, confermata ma approfondita e reinterpretata.

18/02/2020 · Lascia un commento

VII Domenica del Tempo Ordinario (A) Lectio

Se non esistesse un diritto penale, se l’uomo fosse abbandonato all’arbitrio dei suoi sentimenti, spesso colui che viene ferito si vendicherebbe infliggendo al suo feritore un danno assai più grande di quello ricevuto. Perché così è la vendetta; è esplosiva, non cerca semplicemente il risarcimento, ma cerca l’umiliazione, l’avvilimento, l’offesa dell’altro.

18/02/2020 · Lascia un commento

VI Domenica del Tempo Ordinario (A) Commento

Un Vangelo da vertigini. E come è possibile? Anche Maria lo chiese quel giorno all’angelo, ma poi disse a Dio: “sia fatta la tua volontà, modellami nelle tue mani, io tua tenera argilla, trasformami il cuore”. E ha partorito Dio. Anche noi possiamo come lei, portare Dio nel mondo: partorire amore.

11/02/2020 · 1 Commento

VI Domenica del Tempo Ordinario (A) Lectio

Sono versetti che continuano il discorso della montagna. Gesù ha pronunciato la parola delle beatitudini, seguita dal breve discorso sul sale e sulla luce, e da adesso il testo contiene tutta una serie di norme che possono essere considerate la Torah di Gesù di Nazareth. Solo Matteo mette in esplicito rapporto la Legge con Gesù.

11/02/2020 · Lascia un commento

V Domenica del Tempo Ordinario (A) Commento

Sale e luce. Le due immagini che Gesù utilizza per descrivere i suoi uditori sono infatti introdotte da un verbo all’indicativo: “voi siete il sale della terra”, “voi siete la luce del mondo”. Non si tratta quindi di raggiungere un obiettivo fuori di noi, ma di accogliere un “dato di fatto”.

05/02/2020 · 1 Commento

V Domenica del Tempo Ordinario (A) Lectio

A conclusione delle beatitudini l’evangelista appone un severo monito nel quale risalta la responsabilità della comunità dei credenti nei confronti dell’umanità: essere il sale della terra e la luce del mondo.

05/02/2020 · Lascia un commento

IV Domenica del Tempo Ordinario (A) Commento

Gandhi diceva che queste sono «le parole più alte del pensiero umano». Ti fanno pensoso e disarmato, ma riaccendono la nostalgia prepotente di un mondo fatto di bontà, di sincerità, di giustizia, senza violenza e senza menzogna, un tutt’altro modo di essere uomini. Le Beatitudini hanno, in qualche modo, conquistato la nostra fiducia, le sentiamo difficili eppure suonano amiche.

05/02/2020 · Lascia un commento

IV Domenica del Tempo Ordinario (A) Lectio

Il discorso della montagna è davvero un discorso rivoluzionario che, sebbene sia stato scritto quasi 2000 anni fa, è attualissimo. In questo discorso, Gesù denuncia l’ambiguità e l’illusoria consistenza della rappresentazione della felicità propagata da una società consumistica quale è la nostra. È un Vangelo, quello di questa IV domenica del tempo ordinario, che ci coinvolge tutti in prima persona perché ci propone l’essenza della identità cristiana rispetto a tutte le ideologie terrene.

05/02/2020 · Lascia un commento

Presentazione del Signore (commento)

Mi affascina questo gesto compiuto da Maria e Giuseppe, un gesto di obbedienza alla tradizione, di rispetto per le Leggi di Israele. Sanno bene che quel bambino è ben più di un primogenito da consacrare, sanno e hanno appena fatto esperienza del mistero infinito che lo abita.

29/01/2020 · 1 Commento

Presentazione del Signore (lectio)

Nel tempio di Gerusalemme l’evangelista Luca colloca momenti significativi della rivelazione di Gesù fin dai primi momenti della sua vita. L’incontro con Simeone è occasione di un importante messaggio cristologico.

29/01/2020 · Lascia un commento

III Domenica del Tempo ordinario (A) Commento

Il Battista è appena stato arrestato, un’ombra minacciosa cala su tutto il suo movimento. Ma questo, anziché rendere prudente Gesù, aumenta l’urgenza del suo ministero, lo fa uscire allo scoperto, ora tocca a lui. Abbandona famiglia, casa, lavoro, lascia Nazaret per Cafarnao, non porta niente con sé, solo una parola: convertitevi!

21/01/2020 · 1 Commento

  • 439.368 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 857 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie