COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Archivi categoria: Santo del giorno

25 Gennaio: Conversione di san Paolo

Abbiamo tutti bisogno della mano che ci “conduca a Damasco”; abbiamo tutti bisogno di un Anania che conosca ogni nostro errore, ma che creda in noi comunque; abbiamo tutti bisogno di imbatterci in Gesù nel mezzo della strada che percorriamo con ostinata spavalderia verso i nostri obiettivi.

25/01/2020 · Lascia un commento

 24 Gennaio: Francesco di Sales

«Durante il giorno mantieniti alla presenza di Dio: dà uno sguardo all’azione di Dio e alla tua. Scoprirai che Dio ha sempre gli occhi rivolti verso di te e ti guarda con infinito amore». È un messaggio di amore quello del santo patrono dei giornalisti e dottore della Chiesa…

24/01/2020 · Lascia un commento

 22 Gennaio: Vincenzo Pallotti

Un impegno pastorale a 360 gradi per fare del Vangelo uno strumento in grado di animare e orientare tutto il vissuto umano. Era questo il progetto pensato e poi vissuto da san Vincenzo Pallotti, sacerdote romano che si trovò a vivere in un’epoca di profonde trasformazioni.

22/01/2020 · Lascia un commento

21 Gennaio: Agnese

L’amore cristiano non è semplice “buonismo” infantile, è, infatti, un’esperienza sconvolgente, radicale, profonda perché è un viaggio verso l’essenziale che unisce ogni essere umano, un itinerario di “purificazione”. Sant’Agnese, giovane martire del III secolo, è l’icona proprio di questa purezza di cuore.

21/01/2020 · Lascia un commento

20 Gennaio: Sebastiano

San Sebastiano fu ucciso dalle frecce scoccate dai compagni soldati, un supplizio che fa pensare alle tante piccole persecuzioni che oggi i cristiani, anche nel mondo occidentale, subiscono quotidianamente se appena osano dichiarare la propria fede.

20/01/2020 · Lascia un commento

19 Gennaio: Bassiano

L’amicizia tra pastori è la testimonianza che Dio “abita” nelle nostre relazioni e le trasforma per metterle al servizio del suo Regno d’amore. Non può che commuovere l’immagine di san Bassiano che assiste sul letto di morte l’amico sant’Ambrogio, con il quale aveva condiviso l’impegno nella difesa dell’ortodossia.

19/01/2020 · Lascia un commento

 18 Gennaio: Margherita d’Ungheria

Non basta “indossare un abito” o entrare in “luoghi sacri” per stare vicino a Dio, perché in realtà è necessario far diventare la propria anima una casa aperta al trascendente per trovare la fonte della vita. Santa Margherita d’Ungheria, una delle più grandi mistiche medievali del suo Paese, si trovò a vivere in monastero per volontà della famiglia…

18/01/2020 · Lascia un commento

 17 Gennaio: Antonio abate

Io ero qui e assistevo alla tua lotta. La storia di sant’Antonio abate, uno dei santi più cari alla devozione popolare, ci parla di un Dio vicino, che si può incontrare in ogni luogo, anche nel buio dell’anima. «Io ero qui e assistevo alla tua lotta» è la risposta che, secondo il racconto di sant’Atanasio, Dio diede a sant’Antonio …

17/01/2020 · Lascia un commento

 16 Gennaio: Giuseppe Vaz

Il Vangelo è come un piccolo seme in grado di sfidare ogni tipo di avversità, mettere radici, crescere oltre ogni aspettativa e dare frutti per lungo tempo. Lo dimostra la storia di san Giuseppe Vaz, prete e religioso indiano, che diede delle solide basi alla Chiesa di Ceylon (oggi Sri Lanka), facendola rinascere dalle ceneri.

16/01/2020 · Lascia un commento

15 Gennaio: Arnoldo Janssen

La Parola di Dio è un tesoro prezioso da donare a tutti, portandolo al di là di confini e divisioni culturali. Da qui nasce la missione della Chiesa e il messaggio lasciato da sant’Arnoldo Janssen (1837-1909), sacerdote tedesco, fondatore della Società del Verbo Divino (Verbiti).

15/01/2020 · Lascia un commento

14 Gennaio: Felice da Nola

San Felice da Nola è venerato come martire, eppure non venne ucciso: questa anomalia si spiega gettando uno sguardo al periodo particolare nel quale si trovò a vivere, cioè nel cuore della transizione dall’epoca delle persecuzioni a quella della libertà di culto con l’editto di Costantino del 313.

14/01/2020 · Lascia un commento

13 Gennaio: Ilario di Poitiers

Saper «coniugare fortezza nella fede e mansuetudine nel rapporto interpersonale»: è questo l’invito che, tramite l’esempio di vita e l’eredità spirituale contenuta anche nelle sue preziose opere giunte fino a noi, ci lascia sant’Ilario di Poitiers.

13/01/2020 · Lascia un commento

12 Gennaio: Bernardo da Corleone

Dalla spada alla preghiera: è un percorso esistenziale dall’alto valore simbolico quello di san Bernardo da Corleone. Nato nel 1605 nel centro siciliano da cui prende il nome, era un ragazzo sanguigno, cresciuto però da un padre calzolaio con il cuore generoso.

12/01/2020 · Lascia un commento

 11 Gennaio: Tommaso Placidi

Il Vangelo ha bisogno di testimoni che portino il messaggio del Risorto là dove gli uomini vivono, in mezzo alle loro case, lungo le loro strade. Un’opera che valse a san Tommaso Placidi l’appellativo di “apostolo del Sublancese”: da predicatore, infatti, seppe animare con dedizione ed efficacia l’intero territorio della diocesi di Subiaco

11/01/2020 · Lascia un commento

 10 Gennaio: Agatone

Il Papa santo Agatone gettò un ponte tra Oriente e Occidente, tra Roma e Bisanzio, e per questo il Martirologio ne ricorda l’impegno a favore dell’unità della Chiesa. A quel tempo non si pensava a uno scisma ma le diverse sensibilità producevano anche visioni diverse, alle volte inficiate da un complesso contesto politico.

10/01/2020 · Lascia un commento

9 Gennaio: Agata Yi e Teresa Kim

In un secolo si parla di 10mila martiri coreani, 103 dei quali sono stati canonizzati nel 1984. Tra essi troviamo le laiche Agata Yi, giovane ragazza nata a Seoul nel 1824, e Teresa Kin, vedova nata a Myeoncheon nel 1797. Alla fine del 1839 vennero incarcerate, torturate ed infine sgozzate.

09/01/2020 · Lascia un commento

 8 Gennaio: Gudula

Santità genera santità e la radice della testimonianza del Vangelo trova terreno particolarmente fertile in famiglia. Ce lo ricorda santa Gudula, vergine e patrona del Belgio: nata ad Hamme attorno al 650, suo padre, il conte Witger, si fece in seguito poi monaco, mentre la madre era santa Amalberga.

08/01/2020 · Lascia un commento

7 Gennaio: Raimondo de Peñafort

Il servizio alla Parola è fatto di preghiera e cura della spiritualità ma deve essere sempre affiancato anche da un approfondito studio e un rigoroso impegno: ne va della credibilità della stessa testimonianza cristiana. Ce lo ricorda la figura del terzo superiore generale dei Domenicani, san Raimondo de Peñafort.

06/01/2020 · Lascia un commento

6 Gennaio: Rafaela Porras y Ayllón

Il mondo confonde spesso santità con follia, riducendo così la fede a un semplice dettato di buone regole morali e dimenticando la radicalità cui il Vangelo chiama ogni uomo. A santa Rafaela Porras y Ayllón, nata a Cordoba nel 1850, toccò la sofferenza di essere presa per insana di mente proprio dalle persone che le stavano vicino…

06/01/2020 · Lascia un commento

5 Gennaio: Giovanni Nepomuceno Neumann

Sulle strade del mondo per portare il Vangelo: per san Giovanni Nepomuceno Neumann questo non era solo uno slogan ma un modo di vivere, una scelta di stile. Fu apostolo degli USA e vescovo delle periferie.

04/01/2020 · Lascia un commento

 4 Gennaio: Angela da Foligno

Angela da Foligno. Da una vita nobile alla nobiltà di vita:
Dagli agi di una vita “nobile” alla nobiltà di una vita austera ma autentica: così sant’Angela da Foligno c’insegna che scegliere Dio è la meta di un lungo percorso interiore, fatto di piccoli passi che portano nella profondità dell’anima.

03/01/2020 · Lascia un commento

3 Gennaio: Santissimo Nome di Gesù

Nel nome di Gesù le prime comunità cristiane trovarono la loro radice, perché proprio la loro fede in una persona le distingueva e ne definiva l’identità. Per questo la devozione per il nome di Gesù, autentica “formula” per la santità, ha sempre accompagnato la storia della Chiesa.

03/01/2020 · Lascia un commento

 2 Gennaio: Gregorio e Basilio

Basilio Magno e Gregorio Nazianzeno: Due amici sulla strada che porta al cuore di Dio.
La strada che porta al cuore di Dio è un cammino da condividere, un’esperienza di comunità, una radice che genera amicizia tra gli uomini.

02/01/2020 · Lascia un commento

 1 Gennaio – Maria Santissima Madre di Dio

Maria Santissima Madre di Dio: Generare Dio, ogni giorno.
Aprire l’anno nuovo con questa solennità significa aprire il cuore alla vita del Creatore perché viva in ogni creatura.

31/12/2019 · Lascia un commento

Edith Stein e i cercatori di Dio

Oggi la memoria liturgica della carmelitana convertita dall’ebraismo e martire ad Auschwitz, su cui crescono pubblicazioni e iniziative. Il successo dell’Associazione a lei dedicata in Austria.

09/08/2019 · Lascia un commento

Santi Pietro e Paolo Apostoli – Commento

La solennità dei santi apostoli Pietro e Paolo riunisce in un’unica celebrazione Pietro –il primo discepolo chiamato da Gesù nelle narrazioni dei vangeli sinottici, la roccia della chiesa – e Paolo, che non fu discepolo di Gesù, né fece parte del gruppo dei dodici, ma che è stato chiamato “l’Apostolo”, il missionario per eccellenza.

26/06/2019 · Lascia un commento

13 Marzo: Leandro di Siviglia

Un santo europeo che riuscì con la sua testimonianza a portare alla fede più autentica un intero popolo, i visigoti. San Leandro, nato a Cartagena in Spagna nel 540, dovette fare da padre ai fratelli Florentina, Fulgenzio e Isidoro, tutti e tre poi religiosi e santi.

13/03/2019 · Lascia un commento

12 Marzo: Luigi Orione

Essere testimoni della carità significa sapersi piegare sulle ferite dell’umanità e camminare assieme a chi rischia di rimanere indietro nel turbinio provocato dall’incedere della storia. San Luigi Orione visse immerso nel suo tempo e fu maestro di carità, padre di una numerosa famiglia religiosa istituita per dare speranza alle nuove generazioni e ai deboli.

12/03/2019 · Lascia un commento

11 Marzo: Sofronio di Gerusalemme

«Tu hai reso bella la natura degli uomini»: la santità è pura bellezza e per questo Maria ci ha aperto gli occhi sullo splendore che ogni essere umano porta dentro. Lo ricorda san Sofronio di Gerusalemme, patriarca della Città santa dal 634 al 639 (anno della morte).

11/03/2019 · Lascia un commento

10 Marzo: Simplicio

Nei secoli il Vangelo ha saputo abitare nella tessitura quotidiana della storia dell’umanità, anche nei momenti di crisi. Proprio come fece – anche grazie al papa santo Simplicio – in uno dei momenti storici più delicati per il mondo occidentale antico: la caduta dell’Impero Romano.

10/03/2019 · Lascia un commento

9 Marzo: Domenico Savio

Qualsiasi età è quella giusta per diventare santi, perché il messaggio di Cristo è una chiamata universale a ritrovare se stessi e a vivere la verità. San Domenico Savio non ebbe molti anni per coltivare il proprio percorso di fede, poiché morì poco prima di compiere 15 anni nel 1857, ma riuscì ad essere un autentico testimone del Risorto

09/03/2019 · Lascia un commento

8 Marzo: Giovanni di Dio

Pensavano che fosse pazzo e, anche se di fatto non lo era, la sua fu di certo la più grande delle pazzie agli occhi del mondo: offrire l’intera propria vita per chi soffre e vive “ai margini”. Sta qui il cuore dell’avventura del soldato di ventura che fu san Giovanni di Dio, al secolo Giovanni Ciudad, fondatore dei Fratelli Ospedalieri, conosciuti come Fatebenefratelli.

08/03/2019 · Lascia un commento

7 Marzo: Perpetua e Felicita

Un piccolo “documentario” sulle ultime ore di vita dei martiri dei primi secoli: è il diario della giovane Tibia Perpetua che descrive le condizioni della sua stessa prigionia, parlando anche dei suoi compagni. Quelle pagine saranno poi la fonte per la “Passione di Perpetua e Felicita” di Tertulliano.

07/03/2019 · Lascia un commento

6 Marzo: Rosa da Viterbo

Anche dal Martirologio viene un prezioso contributo alla riflessione sul ruolo delle donne nella Chiesa. Oggi, ad esempio, viene proposta la memoria della beata Rosa da Viterbo, la cui opera spirituale lasciò anche un segno “politico” nella sua città divisa dalla lotta tra guelfi e ghibellini.

06/03/2019 · Lascia un commento

5 Marzo: Conone l’Ortolano

Un eremita, intento a coltivare un campicello di legumi e deciso a essere un buon testimone del messaggio del Risorto; poi la violenza della storia, che irrompe in quel piccolo campo e tenta di imporre le sue logiche. È questa la storia di san Conone l’Ortolano, il cui profilo biografico ci è arrivato solo per sommi capi.

05/03/2019 · Lascia un commento

4 Marzo: Casimiro

La ricerca di una purezza interiore può essere un obiettivo anche per chi ha ruoli di governo e occupa posizioni di prestigio: è il messaggio di san Casimiro. Nato a Cracovia nel 1458, era figlio del re di Polonia di origine lituana.

04/03/2019 · Lascia un commento

3 Marzo: Caterina Drexel

Figlia di una ricca famiglia statunitense, santa Caterina Drexel trovò la sua vocazione incontrando coloro che erano lontanissimi dalla sua classe sociale: i neri degli Stati del Sud, non più schiavi ma destinati a una vita subalterna, e i pellerossa nel Nord, ormai ridotti a un popolo ombra.

03/03/2019 · Lascia un commento

2 Marzo: Angela de la Cruz

Povera con i poveri per portarli a Cristo: questo era il motto di sant’Angela de la Cruz e lo stile con il quale visse tutta la sua vita. Nata a Siviglia nel 1846 come Maria de los Angeles Guerrero Gonzales, a 12 anni iniziò a lavorare, anche se passava molto tempo a pregare. Un giorno ebbe una visione: Cristo crocifisso e, accanto, un’altra croce vuota…

02/03/2019 · Lascia un commento

1 Marzo: Giovanna Maria Bonomo

Diventare segni del Trascendente e aprire la storia alla vita di Dio: è questa la missione di ogni battezzato. Un compito che ognuno può vivere nel suo quotidiano, attraverso piccoli o grandi segni. La vita della beata Giovanna Maria Bonomo fu costellata di segni, ma quasi sempre essi non vennero compresi…

01/03/2019 · Lascia un commento

28 Febbraio: Daniele Alessio Brottier

La santità spinge alle frontiere, richiede di farsi carico di tutte quelle situazioni in cui la dignità umana è a rischio, mette a contatto con i “margini della storia”. È questo tipo di santità che testimonia la figura del beato Daniele Alessio Brottier, sacerdote francese nato nato a La Ferté-Saint Cyr, nella diocesi di Blois nel 1876.

28/02/2019 · Lascia un commento

27 Febbraio: Gregorio di Narek

Filosofia, teologia e preghiera sono l’espressione di quella continua ricerca che muove gli uomini verso l’incontro con il trascendente, con il Dio di Gesù Cristo. Una ricerca che ha nella poesia un linguaggio privilegiato, affascinante, profondamente umano e divino. E oggi la Chiesa ricorda un testimone che ha saputo conciliare tutti questi aspetti nella cornice di una vita di ascesi e mistica…

27/02/2019 · Lascia un commento

26 Febbraio: Porfirio di Gaza

Gaza ha un dono per il mondo, ed è il patrimonio spirituale che questa tormentata città custodisce nella propria storia. Ne è testimone san Porfirio che fu vescovo in questo lembo di Palestina per 25 anni tra il 395 e il 420, anno della morte.

26/02/2019 · Lascia un commento

25 Febbraio: Luigi Versiglia

Incontrò don Bosco di persona solo una volta, ma tanto bastò a san Luigi Versiglia per fare del fondatore dei salesiani una guida preziosa fino al martirio. Nel 1906 partì alla volta della Cina guidando un gruppo di missionari salesiani, i primi inviati in quel Paese dalla congregazione…

25/02/2019 · Lascia un commento

24 Febbraio: Sergio di Cesarea

La fede può davvero cambiare il mondo? La risposta che ognuno di noi dà a questa domanda determinerà il modo di vivere il Vangelo nella nostra vita. Questa provocazione oggi ci arriva direttamente dalla storia di san Sergio di Cesarea, martire della persecuzione di Diocleziano, testimone della “potenza” della fede.

24/02/2019 · Lascia un commento

23 Febbraio: Policarpo

Credere sulla parola significa affidarsi all’altro e alla sua testimonianza. E proprio questa operazione di fiducia furono chiamati a compiere i “cristiani di seconda generazione” come san Policarpo, che non incontrò Gesù, ma che fu istruito da coloro che lo avevano conosciuto.

23/02/2019 · Lascia un commento

22 Febbraio: Cattedra di Pietro

La festa odierna, dedicata alla Cattedra di San Pietro, ci offre uno spunto prezioso per riflettere sul significato dell’autorità e della testimonianza: solo chi è fedele al proprio compito è davvero autorevole e diventa un esempio per gli altri.

22/02/2019 · Lascia un commento

21 Febbraio: Pier Damiani

Le grandi riforme nascono sempre da uomini che hanno saputo per primi vivere la conversione, diventando autentici paradigmi del cambiamento e dando voce allo spirito dei tempi. Uno di questi fautori delle riforme fu san Pier Damiani, docente, vescovo, cardinale, consigliere di molti Pontefici…

21/02/2019 · Lascia un commento

20 Febbraio: Giacinta Marto

Solo la preghiera permette di mettersi in ascolto dei più piccoli per cogliere i più grandi misteri dell’esistenza umana: è questo il messaggio che lasciano in eredità i tre veggenti di Fatima ai quali la Madonna ha affidato la chiave per trasformare la storia.

20/02/2019 · Lascia un commento

19 Febbraio: Mansueto di Milano

San Mansueto di Milano, quarantesimo vescovo della comunità ambrosiana, era ben consapevole delle profonde implicazioni sulla visione dell’uomo – e quindi sulla vita sociale – del maggiore dibattito teologico del suo tempo, il VII secolo.

19/02/2019 · Lascia un commento

18 Febbraio: Francesco Regis Clet

Il Vangelo è un tesoro che si arricchisce solo se condiviso, per questo la Parola non può rimanere nei libri ma deve diventare vita vissuta. Tra i testimoni di questo messaggio vi è san Francesco Regis Clet, missionario francese morto martire in Cina.

18/02/2019 · Lascia un commento

  • 367.471 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 780 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie