COMBONIANUM – Formazione Permanente

UNO SGUARDO MISSIONARIO SUL MONDO E LA CHIESA Missionari Comboniani – Formazione Permanente – Comboni Missionaries – Ongoing Formation

Un grano di sale, mattutino (41)

PERCHÉ SEI VENUTO A DISTURBARCI? Cristo tace sempre di fronte alla valanga di accuse dell’Inquisitore che gli contesta di essere un pericolo per la quiete amorfa dell’umanità alla quale ha portato la libertà, la coscienza, la responsabilità, alla quale ha insegnato il senso segreto del dolore e nel cui cuore ha deposto il seme dell’amore.

Annunci
30/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (40)

FACCIAMO SILENZIO
«Con non altri che te è il colloquio. E qui ti aspetto». Sono parole che valgono per ogni vero incontro d’amore, per ogni attesa di uno svelamento dell’altro. Anche dell’Altro supremo e misterioso, cioè di Dio.

25/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (39)

UN DIO SORDOMUTO?
«Abbiate pietà di me, ascoltatemi, Signore! Abbiate pietà di quelli che si amano e sono stati separati!» – «Mi avete chiamato?» – «Aiutatemi, ho bisogno d’aiuto, abbiate pietà e vogliate aiutarmi!» – «No!»

20/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (38)

LA LAMPADA DELL’AMORE
L’amore vuol sentirsi dire le cose che sa già. L’amore dev’essere un’eterna confessione. Nell’amore la confessione è l’anima stessa della comunione intima. Se la lampada della lealtà è a intermittenza, l’amore presto si fulmina.

17/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (37)

Il lifting dell’anima
La giovinezza non è un periodo della vita, ma uno stato d’animo, un effetto della volontà, una qualità dell’immaginazione, un’intensità emotiva, una vittoria del coraggio sull’amore della comodità.

16/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (36)

NON TOGLIETE IL CROCIFISSO
«Rimuovere un crocifisso lascia, sulla parete, la propria sindone di orli grigiastri, una croce di bianca assenza nell’intonaco del muro. La prossima sentenza sarà, dunque, contro l’inquietante Presenza dell’Ombra»

14/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (35)

IL CLOWN
Perché la mia bocca è larga di riso / e la mia gola profonda di canto, / tu non credi che io soffra / trattenendo in me il mio dolore? / Perché i miei piedi sono gioia di danza, / tu non sai che io muoio!

13/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (34)

Antiquati e infantili.
Nel succedersi delle generazioni può avvenire che si abbia una generazione anziana dalle idee antiquate e una generazione giovane dalle idee infantili, che cioè manchi l’anello storico intermedio: la generazione che abbia potuto educare i giovani.

10/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (33)

FEDE E SCIENZA
Poca scienza allontana da Dio, ma molta scienza riconduce a lui. Sottile è il Signore, ma non maligno. «Scienza e religione non sono in contrasto, ma hanno bisogno una dell’altra per completarsi nella mente di un uomo che pensa seriamente».

09/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (32)

PICCOLE CANDELE
Io sono come quelle piccole candele che si piegano al calore; non ho la rigidezza dei grossi ceri che però sono di legno: vuoti e falsi. Io sono un debole, ma sono vero.

08/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (31)

SELVAGGI DELLA LOUISIANA
Quando i selvaggi della Louisiana vogliono un frutto, tagliano alla base l’albero e raccolgono il frutto. Ecco il governo dispotico.

07/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (30)

IL PICCIONE
Sembra che il piccione sia il più crudele degli animali. Quando si batte con un altro piccione, si accanisce su di lui fino a che non muore. E dire che gli uomini di buona volontà hanno scelto la colomba come simbolo della pace!

05/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (29)

CEDRI E PALME
Ci sono maestri-cedro e maestri-palma. I primi levano verso il cielo i loro rami irraggiungibili, carichi di frutti. I secondi, invece, hanno i datteri già nei loro rami bassi e anche chi è piccolo può afferrarli e gustarli.

04/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (28)

I LETTI BEN RIFATTI
L’uomo, fin che sta in questo mondo, è un infermo che si trova su un letto scomodo più o meno, e vede intorno a sé altri letti, ben rifatti al di fuori, piani, a livello; e si figura che ci si deve star benone.

03/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (27)

Delitti veri e immaginari
Non di rado le ragioni per cui ci si astiene dai delitti sono più vergognose e più segrete dei delitti stessi…

02/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (26)

SEMPLICE O INGENUO?
La semplicità viene dal cuore, l’ingenuità dalla mente. Un uomo semplice è quasi sempre un uomo buono; un uomo ingenuo può essere un farabutto. Perciò l’ingenuità è sempre naturale, mentre la semplicità può essere frutto dell’esercizio. 

01/03/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (25)

PERCHÉ
«La chiave di tutte le scienze è indiscutibilmente il punto di domanda. Dobbiamo la maggior parte delle grandi scoperte al Come?, e la saggezza della vita consiste forse nel chiedersi, a qualunque proposito, Perché?».

28/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (24)

Il peso delle lacrime
Nel giorno del giudizio / verranno pesate solo le lacrime. Sono stato tante volte in Egitto e devo confessare di essere stato sempre affascinato dalle pitture parietali con le scene del giudizio del defunto

26/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (23)

LE PRIGIONI DEL CUORE
Il cuore ha le sue prigioni che l’intelligenza non apre. C’è una frase dei Pensieri di Pascal che è divenuta proverbiale: «Il cuore ha le sue ragioni che la ragione non conosce»

25/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (22)

DESIDERARE DI MENO
Un uomo d’affari chiese al maestro: «In che modo la spiritualità può aiutare un uomo di mondo come me?». «Ti può aiutare ad avere di più», rispose il maestro. «Ma come?», domandò l’altro. «Insegnandoti a desiderare di meno»

24/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (21)

Lasciati indietro
Invece di grandi aspettative di sogni d’oro, il progresso evoca un’insonnia piena dell’incubo di ‘essere lasciati indietro’, di perdere il treno, o di cadere dal finestrino di un veicolo che accelera troppo in fretta.

23/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (20)

LA GEMMA E LA MONTATURA
La bellezza è come una ricca gemma, per la quale la montatura migliore è la più semplice. Molti sono convinti che quanto più si è sofisticati, elaborati, ornati tanto più si è prestigiosi, ammirati, belli.

22/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (19)

IL QUADRO E LA CORNICE
Di molte persone si può affermare quanto vale per certi dipinti, cioè che la parte più preziosa è la cornice.

21/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (18)

ALLA PORTA DEL PARADISO
Un uomo bussò alla porta del paradiso. «Chi sei?», gli fu chiesto dall’interno. «Sono un ebreo», rispose. La porta rimase chiusa. Bussò ancora e disse: «Sono un cristiano». Ma la porta rimase ancora chiusa. L’uomo bussò per la terza volta e gli fu chiesto ancora: «Chi sei?»

20/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (17)

IL VOLO DELLE FARFALLE
Lontano dai rumori nel riconquistato silenzio posso ascoltare le farfalle che mi volano per la testa. È necessaria molta attenzione e persino del raccoglimento perché il loro battere d’ali è quasi impercettibile.

19/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (16)

IL TETTO DI DIO
La misericordia di Dio è come il cielo che rimane sempre fermo sopra di noi. Sotto questo tetto siamo al sicuro, dovunque ci troviamo. È, questa, la voce di Martin Lutero.

18/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (15)

CONDANNATI ALLA MEDIOCRITÀ
Oggi abbiamo perso l’abitudine al silenzio, perché abbiamo paura di confrontarci con la verità. Così non possiamo crescere: siamo condannati alla mediocrità.

17/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (14)

LA FARFALLA DELLA FELICITÀ
La felicità è come una farfalla: se la insegui, non riesci mai a prenderla; ma se ti metti tranquillo, può anche posarsi su di te. «Si può prendere la felicità per la coda come un passero», scriveva il poeta Leonardo Sinisgalli (1908-1981). 

16/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (13)

LE PROFONDITÀ DELL’IO
è solo attraverso questa discesa nelle profondità dell’io che ci si può liberare dalle catene e dalle paure. «Dal profondo a te grido, Signore!», invoca il salmista e dall’alto scende una voce e si stende una mano sicura.

13/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (12)

IL DEGRADO
In generale ho notato che il degrado è molto più rapido del progresso. E per di più, se il progresso ha dei limiti, il degrado è illimitato. La fiducia nel progresso è stata non di rado sbandierata come un’insegna destinata a illuminare la via della modernità.

12/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (11)

QUOTIDIANITÀ
Se la vostra quotidianità vi sembrerà povera, non date ad essa la colpa. Accusate invece voi stessi di non essere abbastanza poeti per scoprire tutte le sue ricchezze. Per il Creatore, infatti, niente è povero.

11/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (10)

LE DUE ALI
Carità e verità non sono nemiche; come non lo sono scienza e fede, pensiero umano e pensiero divino; estrema elaborazione critica ed estrema semplicità mistica. 

10/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (9)

IL CERCHIO E I RAGGI
Pensate a un cerchio tracciato per terra. Il cerchio è il mondo e il centro è Dio. I raggi sono le vie degli uomini: quanto più essi avanzano, tanto più si avvicinano a Dio e più si avvicinano anche tra di loro. E viceversa.

09/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (8)

LA TORRE DI BABELE
Non credo all’opinione diffusa che, allo scopo di rendere feconda una discussione, coloro che vi partecipano debbano avere molto in comune. Anzi, credo che più diverso è il loro retroterra, più feconda sarà la discussione.

08/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (7)

L’HOMO ZAPPIENS
Dall’homo sapiens siamo passati all’homo zappiens che, saltabeccando sui canali televisivi, diventa sempre più superficiale nel dire e nel fare, temendo e rifuggendo da ogni approfondimento e dalla riflessione.

07/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (6)

UNA FIUMANA UMANA
Il maggior pericolo non è tanto la tendenza della massa a comprimere la persona, ma la tendenza della persona a precipitarsi ad annegare nella massa.

06/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (5)

VEDERE LE COSE
Sospetto che il bambino colga il suo primo fiore con una percezione della sua bellezza e del suo significato che il futuro botanico non conserverà mai più. Così annotava nel suo diario, il 5 febbraio 1852, lo scrittore americano Henry David Thoreau.

05/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (4)

I TRE VOLTI
In ciascuno di noi ci sono tre persone: quella che vedono gli altri; quella che vediamo noi; quella che vede Dio. Quella che oggi propongo è solo una scheggia di pensiero, offerta da uno straordinario personaggio spagnolo, il filosofo e scrittore Miguel de Unamuno (1864-1936)

04/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (3)

GENTILEZZA
Come il calore riesce a sciogliere la cera (e il ghiaccio), così un piccolo gesto di cortesia riempie l’animo di simpatia, di cordialità, di fiducia nei confronti dell’altro.

03/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (2)

UNO SPICCHIO DI CIELO
Sì, ma vedo anche uno spicchio di cielo, e in questo spicchio di cielo che ho nel cuore io vedo libertà e bellezza. Non ci credete? Invece è così! Il filo spinato, il fumo denso che esce dai comignoli dei forni, le urla degli aguzzini, uomini e donne stremati per i lavori forzati, un odore di morte e un respiro di disperazione. Tutto questo è il lager nazista di Auschwitz

02/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, mattutino (1)

TRE TRISTI SORELLE
La vigliaccheria chiede: «È sicuro?». L’opportunità chiede: «È conveniente?». La vanagloria chiede: «È vantaggioso?». La vera misura di un uomo si vede non nei momenti di comodità o convenienza, ma tutte le volte in cui affronta il rischio o la sfida

01/02/2018 · Lascia un commento

Un grano di sale, dal beato cardinale Newman (8)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Per dare sapore alla tua giornata e gustare la pace, ecco un granello di sale: una preghiera al giorno, dal beato cardinal John Henry Newman

12/09/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, dal beato cardinale Newman (7)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Per dare sapore alla tua giornata e gustare la pace, ecco un granello di sale: una preghiera al giorno, dal beato cardinal John Henry Newman

11/09/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, dal beato cardinale Newman (6)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Per dare sapore alla tua giornata e gustare la pace, ecco un granello di sale: una preghiera al giorno, dal beato cardinal John Henry Newman

10/09/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, dal beato cardinale Newman (5)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Per dare sapore alla tua giornata e gustare la pace, ecco un granello di sale: una preghiera al giorno, dal beato cardinal John Henry Newman

09/09/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, dal beato cardinale Newman (4)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Per dare sapore alla tua giornata e gustare la pace, ecco un granello di sale: una preghiera al giorno, dal beato cardinal John Henry Newman

08/09/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, dal beato cardinale Newman (3)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Per dare sapore alla tua giornata e gustare la pace, ecco un granello di sale: una preghiera al giorno, dal beato cardinal John Henry Newman

07/09/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, dal beato cardinale Newman (2)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
Per dare sapore alla tua giornata e gustare la pace, ecco un granello di sale: una preghiera al giorno, dal beato cardinal John Henry Newman

06/09/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, dal beato cardinale Newman (1)

“Abbiate sale in voi stessi e siate in pace gli uni con gli altri” (Marco 9,50)
per dare sapore alla tua giornata e gustare la pace, ecco un granello di sale da Andrewes – Newman, HO PENSATO A TE, SIGNORE. Preghiamo con John Henry Newman… per leggere, pregare e meditare la meraviglia della Creazione

05/09/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Henri Nouwen (38)

SPEZZATO (7)
Vivere con persone con handicap mentali mi ha reso sempre più conscio di come le nostre ferite siano spesso una parte essenziale del tessuto della nostra vita. La paura del rifiuto dei genitori, la sofferenza di pensare di non potersi sposare, l’angoscia di avere sempre bisogno di aiuto anche nelle cose più “normali”

13/08/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Henri Nouwen (37)

SPEZZATO (6)
Così il grande compito diventa quello di consentire alla benedizione di raggiungerci nel nostro “essere spezzati”. Allora, esso verrà gradualmente visto come una apertura verso la piena accettazione di noi stessi come Amati.

12/08/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Henri Nouwen (36)

SPEZZATO (5)
La seconda risposta al nostro “essere spezzati” è di porlo sotto la benedizione. Per me porre il nostro “essere spezzati” sotto benedizione è una condizione a priori per favorirlo. Infatti, se è così spaventoso da affrontare è perché lo viviamo sotto la maledizione.

11/08/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Henri Nouwen (35)

SPEZZATO (4)
Come possiamo rispondere a questa fragilità? Vorrei suggerire due vie: la prima, favorirla, la seconda, porla sotto la benedizione. Spero che tu sia capace di praticare queste vie nella tua vita. Io ho provato e provo continuamente, a volte con più successo di altri, ma sono convinto che queste due vie indicano la giusta direzione per venir a patti con la nostra fragilità.

10/08/2017 · Lascia un commento

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 1.604 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione Permanente on WordPress.com
maggio: 2018
L M M G V S D
« Apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

  • 188,541 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.
Annunci

Tag

Advento Africa Afrique Amore Anthony Bloom Arabia Saudita Arte sacra Bibbia Bible Biblia Boko Haram Book of Genesis Cardinal Newman Carême Chiamate in attesa Chiesa China Chrétiens persécutés Cina Contemplazione Cristianos perseguidos Cuaresma Curia romana Daesh Dal rigattiere di parole Dialogo Diritti umani Economia Enzo Bianchi Eucaristia Europa Famiglia Family Família Fede France Gabrielle Bossis Genesi Gianfranco Ravasi Giovani Giubileo Gregory of Narek Guerra Guglielmo di Saint-Thierry Gênesis Henri Nouwen Iglesia India Iraq ISIS Islam Italia Jacob José Tolentino Mendonça Kenya La bisaccia del mendicante La Cuaresma con Maurice Zundel La preghiera giorno dopo giorno Laudato si' Le Carême avec Maurice Zundel Lectio Lent LENT with Gregory of Narek Libro del Génesis Magnificat Martin Lutero martiri Matrimonio Maurice Zundel Migranti Misericordia Missione Natal Natale Natale (C) Nigeria Noël P. Cantalamessa Pace Padri del Deserto Pakistan Paolo VI Papa Francesco Papa Francisco Pape François Paz Pedofilia Perdono Persecuted Christians Persecution of Christians Persecuzione dei cristiani Pittura Pope Francis Poveri Povertà Prayers Profughi Quaresima (C) Quaresima con i Padri del Deserto Quaresma Quaresma com Henri Nouwen Raniero Cantalamessa Rifugiati Sconfinamenti della Missione Silvano Fausti Simone Weil Sinodo Siria Sud Sudan Terrorismo Terrorismo islamico Testimonianza Thomas Merton Tolentino Mendonça Turchia Uganda Vatican Vaticano Venerdì Santo Virgin Mary

Categorie