COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Archivi tag: Chiamate in attesa

Tolentino Mendonça – Impariamo una valanga di saperi, ma non a morire

È davvero strano che in mezzo alla valanga di saperi utili e inutili che andiamo accumulando per tutto il corso della vita non rientri questo: imparare a morire. La contemporaneità ha fatto della morte il suo tabù, il più temuto e occultato

06/11/2020 · 1 Commento

Tolentino Mendonça – Quell’andare e venire per tornare a casa

Chiamate in attesa (5)
Usciamo di casa e rincasiamo molte volte. Un andare e venire della quotidianità divenuto così abituale che, la maggior parte delle volte, neppure vi facciamo caso. Uscire di casa non è proprio uscire…

06/10/2020 · 1 Commento

Tolentino Mendonça – L’istante, la grazia e la «scelta decisiva»

Chiamate in attesa (4)
​Possono diventare istanti di grazia tutti gli istanti della vita? Oppure no: ci sono istanti limpidi, incomparabili, di cui non conosciamo le regole, e solo questi sono portatori della possibilità di senso e redenzione per la vita?

29/09/2020 · Lascia un commento

Tolentino Mendonça – Se nell’esperimento etico vengono salvati i nonni

Chiamate in attesa (3)
I nonni sono maestri di un’arte splendida e rara, l’arte di essere, e di essere sempre di più. Con cosine da niente, i nonni sanno trasformare un normale incontro quotidiano in un’appetitosa celebrazione.

19/09/2020 · 1 Commento

Tolentino Mendonça – Parlando ai muri talvolta qualcuno risponde

Chiamate in attesa (2)
​Accettare di parlare a un muro è una inevitabilità imposta dalle cose grandi della vita: l’amore e l’amicizia, la scoperta e la trasmissione della conoscenza, l’organizzazione della vita comune o il cammino di fede.

15/09/2020 · 1 Commento

Tolentino Mendonça – Sono le lacrime che separano il cinema di Fellini e Pasolini

Chiamate in attesa (1)
Il rabbino Soloviel, commentatore della cabala, afferma: «Le due voci, quella di Dio, che non dobbiamo nominare, e la voce del male, del male innominabile, sono terribilmente simili. La differenza fra l’una e l’altra è paragonabile al suono di una goccia di pioggia che cade nel mare».

13/09/2020 · Lascia un commento

Ciò che resta di religioso in questa società “laica”

Chiamate in attesa (30)
A cura di José Tolentino Mendonça
Ai giorni nostri vanno acquisendo plausibilità, applicate al religioso, espressioni che agli orecchi di altri secoli sarebbero parse del tutto insolite, espressioni che dicono molto del processo epocale in cui ci troviamo. È un processo che s’intuisce essere di lunga durata e non solo esterno alle religioni.

28/07/2016 · Lascia un commento

Simone Weil, la “santa” alla ricerca della Verità

Chiamate in attesa (29)
A cura di José Tolentino Mendonça.
La santità può essere scioccante quanto un insulto. Si pensi a Simone Weil. Se fosse vissuta in un monastero, se avesse deciso di fissare la sua esistenza nel circoscritto silenzio di un chiostro, qualunque esso fosse, probabilmente la sua testimonianza non sembrerebbe così incatalogabile e scandalosa come invece si sta rivelando sempre più.

22/07/2016 · Lascia un commento

Cultura sostenibile? Sì, è una necessità

Chiamate in attesa (28)
A cura di José Tolentino Mendonça
L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha scommesso, nel tracciare gli obiettivi di sviluppo per il nuovo millennio, sulla creazione di un nuovo concetto: la sostenibilità culturale. Già conoscevamo le nozioni di sostenibilità economica o ambientale; ora emerge questa nuova categoria a ricordarci che tanto il patrimonio culturale di ogni comunità umana quanto le sue industrie culturali e creative, come le sue infrastrutture e pratiche culturali, sono ossature strategiche per il presente e per le generazioni a venire…

15/07/2016 · Lascia un commento

Rosenzweig, così il Messia interrompe il progresso

Chiamate in attesa (27)
A cura di José Tolentino Mendonça.
Uno dei libri più straordinari del XX secolo fu scritto quasi interamente su piccole cartoline postali, inviate dal fronte durante la prima guerra mondiale. Fu così che Franz Rosenzweig, in ore tenebrose della storia dell’Occidente, lo costruì, intitolandolo La stella della redenzione.

08/07/2016 · Lascia un commento

Quel linguaggio che unisce tecnologia e teologia

Chiamate in attesa (26)
A cura di José Tolentino Mendonça.
“Salvare”, “convertire”, “giustificare” sono verbi di chiarissima estrazione teologica che oltretutto giocano un ruolo fondamentale nella dogmatica cristiana. Ma nel convivio quotidiano con i nostri dispositivi portatili, “salvare” equivale a memorizzare un documento Word; “convertire” significa adottare un determinato formato elettronico; “giustificare” corrisponde ad aggiustare uniformemente il testo sulla pagina tra i margini sinistro e destro. Sarà stato il caso a infilare il linguaggio teologico in questo arcipelago della tecnica?

30/06/2016 · Lascia un commento

L’impoverimento dello sguardo

Chiamate in attesa (25)
A cura di José Tolentino Mendonça.
L’impoverimento dello sguardo indotto dal nostro modo di vita accelerato non investe solo l’ambito clinico: è dappertutto. Ricordo la preoccupazione e l’azzeccata ironia con cui la scrittrice portoghese Sophia de Mello Breyner Andresen descrive tale depauperamento in alcune poesie dell’ultimo libro da lei dato alle stampe quand’era in vita. La poetessa vi denuncia l’attivismo in cui noi cadiamo, dove «l’orecchio non ode il flauto della penombra», dove «il pensiero nulla sa dei labirinti del tempo» e «lo sguardo prende nota e non vede».

23/06/2016 · Lascia un commento

Il turista del XXI secolo in viaggio alla ricerca di senso

Chiamate in attesa (24) José Tolentino Mendonça.
Parlando in termini antropologici, il viaggio contemporaneo è diventato una modalità per esporci alla ricerca di senso. Sarà, questo, possibile? Si fatica, ovviamente, ad accostare il turista del XXI secolo a Marco Polo. O a paragonare senza ironia le sue motivazioni a quelle del patriarca Abramo o del monaco cinese Xuánzàng, che visse nel VII secolo a.C. e fu uno dei primissimi a scrivere un racconto di viaggio. Non per questo è meno vero che i milioni di umani che si ammucchiano negli aeroporti pronti per le cosiddette “destinazioni turistiche” condividono un patrimonio simbolico con i veri viaggiatori. E forse varrebbe la pena di riflettere più spesso a partire di qui.

14/06/2016 · Lascia un commento

Insonni e iperattivi non sappiamo più abitare il presente

Chiamate in attesa (23)
A cura di Tolentino Mendonça.
Abbiamo smesso di «esserci» e anche di «sapere di esserci». Adesso siamo fluttuanti, sporadici, disancorati e vaghi. Ci sentiamo obbligati a vivere sette vite in un giorno solo, ci muoviamo ansiosi, come disincontrati.

18/02/2016 · Lascia un commento

La musicista di Bach, Pasolini e le parole dell’anima

Chiamate in attesa (22) a cura di Tolentino Mendonça. La musicista Giovanna Marini racconta in modo delizioso la circostanza in cui incontrò Pier Paolo Pasolini. Correva l’anno 1958. Una delle … Continua a leggere

06/02/2016 · 1 Commento

Quella misteriosa sapienza che si cela nelle strade tortuose

Chiamate in attesa (21) a cura di Tolentino Mendonça. C’è un verso di un importante poeta portoghese del XX secolo, Ruy Belo, che in questi anni ho imparato ad apprezzare, … Continua a leggere

29/01/2016 · Lascia un commento

E il dolore non sia un risentimento

Chiamate in attesa (20) a cura di Tolentino Mendonça. Può sembrare strano, ma a un certo punto ci aggrappiamo al dolore come se questo fosse un eroismo e ci mettiamo … Continua a leggere

21/01/2016 · Lascia un commento

«Llansol ha ragione: ci comprendiamo facendoci compagnia»

Chiamate in attesa (19) a cura di Tolentino Mendonça. Non so se arriviamo mai a comprendere per davvero. Possediamo esperienze, abbiamo accesso alla cateratta delle notizie, ci avvaliamo di miriadi … Continua a leggere

16/01/2016 · Lascia un commento

La mia migliore pastasciutta? Era fatta solo di parole…

Chiamate in attesa (18) a cura di Tolentino Mendonça. Posso ben capire come, in qualsiasi sondaggio che si faccia sui diversi tipi di pastasciutta, gli spaghetti cacio e pepe riescano … Continua a leggere

09/01/2016 · Lascia un commento

Bisogna saper ringraziare: anche di quanto non ci è stato dato.

  Chiamate in attesa (17) a cura di Tolentino Mendonça. La cosa più normale è ringraziare di quanto ci è stato dato. E i motivi di gratitudine non mancano di … Continua a leggere

05/01/2016 · Lascia un commento

Il Natale, festa del tubo digerente

Chiamate in attesa (16) a cura di Tolentino Mendonça. Un padre e il figlio «ritrovato» con i profumi e i sapori della tavola dell’infanzia. La nostra società dell’abbondanza stagionale ha … Continua a leggere

27/12/2015 · Lascia un commento

Oltre Babbo Natale reimpariamo l’arte del dono

Chiamate in attesa (15) a cura di Tolentino Mendonça. Quando i bambini si accorgono – e se ne accorgono molto presto – che Babbo Natale non esiste, ne parlano tra … Continua a leggere

18/12/2015 · Lascia un commento

Quella lettera dal carcere di Rosa Luxemburg sulla gioia della Natività.

Chiamate in attesa (14) a cura di Tolentino Mendonça. Uno dei testi più commoventi che io conosca è una lettera di Rosa Luxemburg scritta a un’amica dal carcere femminile di … Continua a leggere

10/12/2015 · 1 Commento

Gli intellettuali a Obama: «Salva la farfalla monarca»

Chiamate in attesa (13) a cura di Tolentino Mendonça. Centocinquanta intellettuali di tutto il mondo, Orhan Pamuk e Margaret Eleanor Atowood in testa, hanno fatto giungere sulle scrivanie dei presidenti … Continua a leggere

04/12/2015 · Lascia un commento

Nel pollaio dell’Infinito qualcuno ripete il suo verso (inascoltato)

Chiamate in attesa (12) a cura di Tolentino Mendonça. A ottant’anni dalla morte del poeta portoghese Fernando Pessoa, avvenuta il 30 novembre 1935, la sua poesia si rivela sempre più … Continua a leggere

26/11/2015 · Lascia un commento

Rileggendo Etty Hillesum, la Simone Weil d’Olanda.

Chiamate in attesa (11) a cura di Tolentino Mendonça. Quando ad Amsterdam ebbe luogo uno sciopero generale conto il progrom (uno sciopero che unì l’intera società), la risposta nazista non … Continua a leggere

22/11/2015 · Lascia un commento

Benedetto il futuro dove ci stupiremo di non saper cosa pensare.

Chiamate in attesa (10) a cura di Tolentino Mendonça. Credo che nei prossimi decenni, e in quelli successivi, e ancora in quelli che verranno, per molti millenni, l’umanità saprà cosa … Continua a leggere

12/11/2015 · 1 Commento

Il baule dei giochi e quelle storie che racconteremo tutta la vita.

Chiamate in attesa (9) a cura di Tolentino Mendonça. Succede a volte che, a mano a mano che i figli crescono, scompaia dalle famiglie il baule dei giochi. Le case … Continua a leggere

11/11/2015 · 1 Commento

Nella scelta tra il possesso e l’uso si mostra la “fine dei tempi”.

Chiamate in attesa (7) a cura di Tolentino Mendonça. Devo al filosofo Giorgio Agamben il mio risveglio d’interesse per un’appassionante querelle che anticamente cominciò a essere formulata da Aristotele, la … Continua a leggere

07/11/2015 · 1 Commento

Auerbach e Benjamin: la lezione straordinaria dei rifugiati.

Chiamate in attesa (6) di Tolentino Mendonça. Vale la pena di ricordare che alcuni dei testi più ispiratori della contemporaneità sono stati prodotti, in terra europea, da rifugiati, e neppure … Continua a leggere

05/11/2015 · 1 Commento

  • 541.589 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 931 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stato una pubblicazione interna di condivisione sul carisma di Comboni. Assegnando questo nome al blog, ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e patrimonio carismatico.
Il sottotitolo Spiritualità e Missione vuole precisare l’obiettivo del blog: promuovere una spiritualità missionaria.

Combonianum was an internal publication of sharing on Comboni’s charism. By assigning this name to the blog, I wanted to revive this title, rich in history and charismatic heritage.
The subtitle
Spirituality and Mission wants to specify the goal of the blog: to promote a missionary spirituality.

Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
I miei interessi: tematiche missionarie, spiritualità (ho lavorato nella formazione) e temi biblici (ho fatto teologia biblica alla PUG di Roma)

I am a Comboni missionary with ALS. I opened and continue to curate this blog (through the eye pointer), animated by the desire to stay in touch with the life of the world and of the Church, and thus continue my small service to the mission.
My interests: missionary themes, spirituality (I was in charge of formation) and biblical themes (I studied biblical theology at the PUG in Rome)

Manuel João Pereira Correia combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie