COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Archivi tag: Enzo Bianchi

Enzo Bianchi, I poveri hanno molto da insegnarci

I poveri sono in grado di evangelizzare la chiesa nel senso che sono come gli ‘anawim dell’Antico Testamento, quei poveri-curvati che attendevano tutto dal Signore, e di conseguenza erano pronti a riconoscere la sua venuta, fino a farsene annunciatori presso la comunità dei credenti.

14/11/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, La bellezza: vedere l’invisibile nel visibile

Per affrontare in profondità un discorso sulla bellezza, occorre anzitutto il coraggio di dire che la bellezza è un enigma, anche se oggi se ne parla spesso con troppa ingenuità.

12/11/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, La stagione del silenzio

In questi ultimi tempi si sono fatti eloquenti alcuni cattolici e alcune figure autorevoli, anche della gerarchia ecclesiastica italiana, che di volta in volta invocano la nascita di un movimento, di una nuova formazione di ispirazione cattolica che sia presente nella nostra società.

07/11/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: i defunti e ciò che non va nel vento

È giunto l’autunno e per la terra inizia un tempo di “riposo” che può sembrare anche un tempo di morte: gli alberi lasciano cadere le loro foglie, avanza il freddo, la notte si fa più lunga, nebbie e brume rendono debole la luce del sole. È in questa stagione, dopo gli ultimi raccolti, che celebriamo la memoria dei morti.

02/11/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, Sinodo dell’altro mondo

Dal dibattito sinodale va messo in evidenza l’atteggiamento di ascolto reciproco e la grande libertà negli interventi, pronunciati senza timidezze: anche di fronte a profonde divergenze, i conflitti non sono stati silenziati, ma hanno potuto emergere ed essere assunti con dinamiche autenticamente sinodali.

30/10/2019 · Lascia un commento

«Non c’è che una tristezza, quella di non essere santi»

La santità è bellezza che contesta la bruttura della chiusura in sé, dell’egocentrismo, della philautia. È gioia che contesta la tristezza di chi non si apre al dono di amore, come il giovane ricco che «se ne andò triste» (Matteo 19,22). Ha scritto Léon Bloy: «Non c’è che una tristezza, quella di non essere santi».

28/10/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, La nostra parola sia umile

Oggi siamo invasi dalle parole, dal rumore, dalle chiacchiere; l’inquinamento sonoro può ormai essere annoverato tra i problemi ecologici. Molti avvertono il bisogno del silenzio, cioè imparare a tacere per riscoprire la bellezza del silenzio e la bellezza di forme di comunicazione non verbali.

23/10/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: «Rimettere Gesù al centro della missione»

Le sfide della missione in un mondo globale: inculturazione, dialogo, ecumenismo, salvaguardia del Creato, migranti, ministerialità… Nel Mese missionario straordinario dialogo a tutto campo con Enzo Bianchi.

19/10/2019 · Lascia un commento

Pane. Enzo Bianchi: “Va condiviso e crea comunione”

Sapienza, passione, condivisione, cultura, fede. Tutto questo si intreccia nella storia del pane che affonda le sue radici all’inizio della vicenda umana. Ricorre oggi la Giornata mondiale del pane: alimento base per molte popolazioni, ma anche simbolo di vita e cibo sacro per diverse culture e religioni.

17/10/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, Il giudizio di Dio sulle nostre omissioni

Abbiamo forse dimenticato che i primi cristiani potevano definirsi ed essere definiti “coloro che non hanno paura della morte”? La vittoria del perdono sul male, l’affermazione del dono di un amore che non deve mai essere meritato, la vittoria dell’amore sulla morte: questo può essere la giustificazione di ogni esistenza.

11/10/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, “Viaggiare con lentezza, un’arte spirituale”

Vacanze, tempo di viaggi. Grande arte quella del viaggio. Richiede anzitutto di prendersi del tempo, di non aver paura della lentezza. Solo viaggiando con calma, ponendo l’accento sul “fare strada”, si diventa consapevoli che “camminando si apre cammino”

27/09/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, “A che punto è la notte?”

Filosofie, religioni e spiritualità hanno invocato la luce in opposizione alla notte, fino a misconoscere quell’alleanza tra giorno e notte impossibile a spezzarsi: non esiste giorno senza notte né nel cosmo né nel cuore di alcun uomo o donna!

23/09/2019 · Lascia un commento

FP.it 9/2019 Enzo Bianchi, “Il dono della santità”

Le domande umanissime che abitano il nostro cuore — “Chi sono? Da dove vengo? Dove vado” — trovano risposta nel «credere all’amore di Dio» (1 Giovanni, 4, 16) che non deve mai essere meritato. Credere all’amore di Dio è la condizione alla quale si deve pervenire per iniziare la seconda tappa del cammino: la “sequela del Signore”.

06/09/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – Quella lotta spirituale contro il male

È molto difficile “parlare” di Dio ma forse è ancora più difficile dire qualcosa sul demonio. Quasi mai si sente un discorso sul demonio che sia convincente e soltanto obbediente al messaggio del Vangelo.

14/08/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi “In ascolto del grido dei popoli indigeni”

Ll’Instrumentum laboris del Sinodo sull’Amazzonia
è un documento che sorprende, perché traccia con audacia nuovi cammini per l’evangelizzazione e la vita ecclesiale e con passione profetica chiama i cristiani e gli uomini tutti a diventare consapevoli del loro atteggiamento nei confronti del futuro del pianeta, a partire dalla regione amazzonica.

06/08/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, A compaixão perdida

“O ser humano está se mostrando capaz de fechar-se em um egoísmo que o desumaniza, mas ele sempre pode se abrir para sofrer e se alegrar com o outro, para … Continua a leggere

17/07/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi “La fraternità: nuova frontiera del cristianesimo”

Con sempre maggior frequenza si parla oggi di crisi della paternità e anche della maternità, ma ritengo che nel nostro occidente si debba cogliere, alla radice di tali fenomeni, una crisi della fraternità molto attestata.

12/07/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi “Un arco in cielo, promessa di alleanza eterna”

Dopo ogni tempesta l’arcobaleno proclama che l’ultima parola sarà la pace, la vita, non l’inondazione mortifera né il caos! La pioggia cadrà ancora, la tempesta giungerà ancora, ma non l’avranno mai vinta. Sì, in quel balenare subitaneo e fugace c’è il dono di un segno di pace, di bellezza, che tutti colgono e a cui nessuno è indifferente.

05/07/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi “Tolleranza zero sul clericalismo”

Più nessuno ormai nega che nella chiesa cattolica si viva con molta fatica e molta sofferenza. Ogni giorno si registrano contrapposizioni gravi tra credenti, contestazioni pesanti alle parole e alle azioni di papa Francesco, mentre sui mass media vengono denunciati abusi sessuali o scandali finanziari ad opera di uomini di chiesa.

16/06/2019 · Lascia un commento

Riflessioni sullo Spirito (5) La divinizzazione

di ENZO BIANCHI
Abbiamo cercato di meditare sulla vita cristiana e sull’azione dello Spirito santo che ne è creatore e animatore, ma qual è lo scopo di questa kénosis attuata dallo Spirito sull’umanità raccolta, attirata da Dio Padre intorno al Figlio, sua Parola vivente? la divinizzazione!

04/06/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi “Una chiesa stanca e ancora mondana”

Secondo il mio povero ma attento discernimento, ciò che ammorba la vita ecclesiale è, in primo luogo, la mondanità che l’ha invasa. Sempre più sento dire: «Siamo come gli altri fuori, nel mondo». È venuta meno la “differenza cristiana”, quella possibilità di non fare “come fan tutti”.

03/06/2019 · Lascia un commento

Riflessioni sullo Spirito (4) Lo Spirito santo porta i suoi doni

di ENZO BIANCHI
Lo Spirito santo presente nel cuore del cristiano lo è con tutta la sua pienezza, le sue energie distinte, quale policroma, variopinta sapienza di Dio (cf. Ef 3,10). Questa presenza però non impone ma, come l’amore, innanzitutto offre.

03/06/2019 · Lascia un commento

Riflessioni sullo Spirito (3) Lo Spirito Santo rende testimoni

di Enzo Bianchi
Oggi che «la chiesa è diventata nuovamente chiesa di martiri, essa vive la sua pentecoste rinnovata perché dove c’è il martire, là c’è lo Spirito di Dio che riposa su di lui (1Pt 4,14) e si manifesta in tutta la sua potenza»

02/06/2019 · Lascia un commento

Riflessioni sullo Spirito (2) Lo Spirito Santo prega nel cristiano

Il primo frutto dell’inabitazione dello Spirito nel cuore del cristiano è la preghiera. Infatti, lo Spirito insegna maternamente al cristiano a chiamare Dio «Abba, Padre» con gemiti ineffabili prima ancora che il cristiano prenda veramente coscienza del grido che sale dal suo profondo.

01/06/2019 · Lascia un commento

Riflessioni sullo Spirito (1) Lo Spirito genera a figli

di Enzo Bianchi
La prima azione dello Spirito santo che scende nel cuore del cristiano è azione creazionale: egli genera l’uomo a figlio di Dio.

31/05/2019 · Lascia un commento

Sabato Santo – Quando Dio sembra assente

Sabato santo, giorno dopo la morte, tempo in cui davanti ai discepoli c’era solo la fine della speranza, un’aporia, un vuoto su cui incombeva il non senso, l’insopportabile dolore di una ferita mortale: dov’è Dio? Questa la muta domanda del sabato santo. Un giorno intero passa e non c’è intervento di Dio…

17/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Chamas e esperança

Na imediatez do trágico acontecimento, conhecendo bem a condição da fé cristã, a precariedade da comunidade católica e a incerteza de um futuro para a Igreja, também eu fui tentado a ler o incêndio e o desabamento daquela catedral como “o sinal premonitório do possível fim de uma cultura, de uma civilização, de uma religião, o fim da Europa, um fim de que todos somos responsáveis”

17/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – Meditazione per il Venerdì Santo

Per contemplare il Crocifisso è necessario meditare sulla paradossale «parola della croce» (1Cor 1,18), il mistero centrale della nostra fede. In verità, di fronte alla «parola della croce», debolezza di Dio, debolezza del cristiano, debolezza della chiesa, ma pienezza della vita perché «vita in abbondanza».

17/04/2019 · Lascia un commento

VENERDÌ SANTO, Passione del Signore – Commento

Ecco allora Dio, l’Amante nella passione di Gesù. Egli soffre per amore perché soffre per il male che noi ci facciamo: il male inflitto a Gesù vittima, infatti, è l’icona dei mali, delle sofferenze che infliggiamo agli altri, della mancanza di amore con cui li facciamo soffrire.

17/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – O Triduo Pascal

Na tarde da Quinta-feira Santa somos comensais da mesa do Senhor. Somos todos convidados pelo Senhor a celebrar a Páscoa, a Páscoa em que o Senhor passou deste mundo para o Pai (cf. Jo 13,1), a Páscoa em que o Senhor quis resumir toda a sua vida, tanto quanto é humanamente possível, em dois gestos acompanhados de poucas palavras.

16/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi : A profecia do silêncio

O silêncio abre no nosso ser profundo um espaço para o fazer habitar a alteridade, para fazer ressoar a palavra e, ao mesmo tempo, dispõe-nos à escuta inteligente, ao falar comedido, ao discernimento daquilo que arde no coração do outro e que está oculto no silêncio de onde nascem as suas palavras. O silêncio, então, esse silêncio, suscita em nós a caridade, o amor do irmão.

14/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi «Fermare il rancore prima che sfoci in razzismo»

Non dimentichiamo che la storia ci insegna che piccoli atteggiamenti di razzismo portano poi a trovare delle giustificazioni, primo passo verso una ideologia razzista vera e propria con tutte le conseguenze che ci possono essere.

13/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Il sigillo della “differenza cristiana”

Com’è noto, il grido della modernità occidentale è stato “libertà, uguaglianza, fraternità”: ma se la libertà può essere istituita e l’uguaglianza imposta, la fraternità non si stabilisce con una legge, viene da un’esperienza personale di solidarietà e di responsabilità.

30/03/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Somos os últimos cristãos?

Jean-Marie Tillard, grande teólogo de alcance ecuménico, nos últimos anos de vida perguntava muitas vezes: «Somos os últimos cristãos?» Era um discípulo de Jesus, não tomado pelo pessimismo ou pela amargura, mas aquela interrogação brotava-lhe espontaneamente; e era impelido a colocá-la aos outros e a si não por causa…

21/01/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: La sapienza è un esercizio del gusto

Tra tutti i sensi, il gusto richiede non solo di guardare e sentire ciò che è fuori di noi, ma di introdurlo nel corpo, di farlo aderire il più possibile alla cavità orale, di distruggerlo mediante la masticazione e infine di discernerlo. Ciò che è introdotto nella bocca viene innanzitutto guardato e annusato, ma poi lo si gusta e lo si giudica con il palato.

10/01/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Il Natale è per l’uomo

Il Natale, ormai, è una festa non solo riservata ai cristiani ma sempre più carica di una valenza antropologica. I valori della quotidianità, del tessuto della vita, le relazioni umane, l’amicizia, l’amore, la fraternità sono ormai legati a questo giorno al punto che anche là dove vi è contrapposizione tra credenti e non credenti, la festa rimane tale per tutti.

25/12/2018 · Lascia un commento

FP.pt 12/2018 Enzo Bianchi: Advento, tempo de vigilância

«Não precisamos de mais nada a não ser um espírito vigilante.» Este apotegma do abade Poemen, um Padre do Deserto, exprime bem o carácter essencial que reveste a vigilância na vida espiritual cristã.

11/12/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi : Afoni e incapaci di dire il vangelo

Si informa, si comunica, si moltiplicano le parole, si alzano i toni; così facendo, però, non si trasmette, perché la buona notizia, il Vangelo, è trasmissibile solo con la presenza di testimoni, di chi, al solo vederlo, presenta tratti evangelici nella sua persona, nel suo stare davanti a Dio e in mezzo agli uomini e alle donne del nostro tempo.

11/11/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, O que é o discernimento?

Aos ouvidos da maioria, e em particular dos das novas gerações cristãs, o termo “discernimento” é hermético. Trata-se, com efeito, de uma palavra caída no esquecimento, mas que recentemente tem aparecido muitas vezes no ensinamento do papa.

11/11/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Nella storia siamo tutti migranti

Guardando le immagini di quella moltitudine in cammino, è impossibile non pensare ai racconti dell’esodo biblico. Leggere con profondità e attenzione la Sacra Scrittura potrebbe aiutarci a decifrare il presente. Sì, perché «la Bibbia nasce da migrazioni di popoli», ci ricorda Enzo Bianchi.

09/11/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Ai giovani che non cercano più Dio si deve parlare di Gesù

Credo che il Sinodo sia stata una buona cosa per il grande ascolto che si è fatto di tutte le situazioni mondiali e perché tutti hanno parlato con libertà. Ma ci sono anche dei grossi vuoti, mi riferisco alla centralità di Gesù come risposta possibile.

06/11/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Escutar os jovens

Os jovens temem uma certa retórica da Igreja em relação a eles: chama-los de modo obsessivo “futuro da Igreja” ou “sentinelas do amanhã” não é suficiente para os interessar. Eles querem ser reconhecidos Igreja já hoje

19/10/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Bene comune, patrimonio dimenticato

Bisaccia del mendicante –
di ENZO BIANCHI.
Esiste un’espressione che appartiene al patrimonio ereditato come società civile, ma che oggi pare dimenticata quando non addirittura contestata: il bene comune.

16/09/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Condividere l’essenziale per vivere

Bisaccia del mendicante (39) Se il pane, bisogno comune, pane per tutti, non è condiviso, allora “le pain se lève”, “il pane insorge, si alza in rivolta”. Questo è il grido delle rivoluzioni per la mancanza di pane e la fame dei poveri: lo era nel medioevo ma lo è ancora ai giorni nostri.

13/09/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Lacrime come perle

Bisaccia del mendicante (38)
Ma noi, sappiamo ancora piangere? La sorpresa che suscita questa domanda è già di per sé indice del progressivo affievolirsi della presenza di questo atto eminentemente umano nel nostro quotidiano. Oggi si piange poco, le lacrime si sono fatte più rare.

10/09/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Le tre porte della parola

Un proverbio arabo recita: “Ogni parola, prima di essere pronunciata, dovrebbe passare attraverso tre porte. Sulla prima c’è scritto: È vera? Sulla seconda c’è la domanda: È necessaria? Sulla terza porta è scolpita la scritta: È buona?”.

12/06/2018 · Lascia un commento

FP.pt 6/2018 Coração e Compaixão (1)

O toque de Deus que muda a vida. Enzo Bianchi:
No coração dos episódios em que Jesus está lidando com pessoas doentes, não há técnicas de cura e atividade taumatúrgica ou exorcista, mas sim a atitude humana de escuta e de acolhida das pessoas, há a humaníssima realidade do encontro

06/06/2018 · Lascia un commento

Entrevista Enzo Bianchi: “As mulheres devem estar nos lugares de decisão da Igreja”

O teólogo que fundou a comunidade monástica de Bose, Itália, mantém-se fiel à ausência de hierarquias. Procura a “espiritualidade a sério” e já ensinou um chef a confeccionar ovos pelo tempo de uma ave-maria.

06/05/2018 · Lascia un commento

La bisaccia del mendicante (36)

La vera essenza del perdono
di ENZO BIANCHI
Perdonare sempre e subito può anche essere una tentazione di orgoglio e di protagonismo spirituale: sono talmente buono che perdono! Non si dimentichi che Gesù in croce, rivolto ai carnefici, non ha detto: “Io vi perdono”, ma ha invocato Dio: “Padre, perdona loro!”

30/04/2018 · Lascia un commento

  • 340.148 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 747 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie