COMBONIANUM – Formazione e Missione

–– Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA –– Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa A missionary look on the life of the world and the church –– VIDA y MISIÓN – VIE et MISSION – VIDA e MISSÃO ––

Archivi tag: Enzo Bianchi

Sabato Santo – Quando Dio sembra assente

Sabato santo, giorno dopo la morte, tempo in cui davanti ai discepoli c’era solo la fine della speranza, un’aporia, un vuoto su cui incombeva il non senso, l’insopportabile dolore di una ferita mortale: dov’è Dio? Questa la muta domanda del sabato santo. Un giorno intero passa e non c’è intervento di Dio…

Annunci
17/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Chamas e esperança

Na imediatez do trágico acontecimento, conhecendo bem a condição da fé cristã, a precariedade da comunidade católica e a incerteza de um futuro para a Igreja, também eu fui tentado a ler o incêndio e o desabamento daquela catedral como “o sinal premonitório do possível fim de uma cultura, de uma civilização, de uma religião, o fim da Europa, um fim de que todos somos responsáveis”

17/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – Meditazione per il Venerdì Santo

Per contemplare il Crocifisso è necessario meditare sulla paradossale «parola della croce» (1Cor 1,18), il mistero centrale della nostra fede. In verità, di fronte alla «parola della croce», debolezza di Dio, debolezza del cristiano, debolezza della chiesa, ma pienezza della vita perché «vita in abbondanza».

17/04/2019 · Lascia un commento

VENERDÌ SANTO, Passione del Signore – Commento

Ecco allora Dio, l’Amante nella passione di Gesù. Egli soffre per amore perché soffre per il male che noi ci facciamo: il male inflitto a Gesù vittima, infatti, è l’icona dei mali, delle sofferenze che infliggiamo agli altri, della mancanza di amore con cui li facciamo soffrire.

17/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi – O Triduo Pascal

Na tarde da Quinta-feira Santa somos comensais da mesa do Senhor. Somos todos convidados pelo Senhor a celebrar a Páscoa, a Páscoa em que o Senhor passou deste mundo para o Pai (cf. Jo 13,1), a Páscoa em que o Senhor quis resumir toda a sua vida, tanto quanto é humanamente possível, em dois gestos acompanhados de poucas palavras.

16/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi : A profecia do silêncio

O silêncio abre no nosso ser profundo um espaço para o fazer habitar a alteridade, para fazer ressoar a palavra e, ao mesmo tempo, dispõe-nos à escuta inteligente, ao falar comedido, ao discernimento daquilo que arde no coração do outro e que está oculto no silêncio de onde nascem as suas palavras. O silêncio, então, esse silêncio, suscita em nós a caridade, o amor do irmão.

14/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi «Fermare il rancore prima che sfoci in razzismo»

Non dimentichiamo che la storia ci insegna che piccoli atteggiamenti di razzismo portano poi a trovare delle giustificazioni, primo passo verso una ideologia razzista vera e propria con tutte le conseguenze che ci possono essere.

13/04/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Il sigillo della “differenza cristiana”

Com’è noto, il grido della modernità occidentale è stato “libertà, uguaglianza, fraternità”: ma se la libertà può essere istituita e l’uguaglianza imposta, la fraternità non si stabilisce con una legge, viene da un’esperienza personale di solidarietà e di responsabilità.

30/03/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Somos os últimos cristãos?

Jean-Marie Tillard, grande teólogo de alcance ecuménico, nos últimos anos de vida perguntava muitas vezes: «Somos os últimos cristãos?» Era um discípulo de Jesus, não tomado pelo pessimismo ou pela amargura, mas aquela interrogação brotava-lhe espontaneamente; e era impelido a colocá-la aos outros e a si não por causa…

21/01/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: La sapienza è un esercizio del gusto

Tra tutti i sensi, il gusto richiede non solo di guardare e sentire ciò che è fuori di noi, ma di introdurlo nel corpo, di farlo aderire il più possibile alla cavità orale, di distruggerlo mediante la masticazione e infine di discernerlo. Ciò che è introdotto nella bocca viene innanzitutto guardato e annusato, ma poi lo si gusta e lo si giudica con il palato.

10/01/2019 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Il Natale è per l’uomo

Il Natale, ormai, è una festa non solo riservata ai cristiani ma sempre più carica di una valenza antropologica. I valori della quotidianità, del tessuto della vita, le relazioni umane, l’amicizia, l’amore, la fraternità sono ormai legati a questo giorno al punto che anche là dove vi è contrapposizione tra credenti e non credenti, la festa rimane tale per tutti.

25/12/2018 · Lascia un commento

FP.pt 12/2018 Enzo Bianchi: Advento, tempo de vigilância

«Não precisamos de mais nada a não ser um espírito vigilante.» Este apotegma do abade Poemen, um Padre do Deserto, exprime bem o carácter essencial que reveste a vigilância na vida espiritual cristã.

11/12/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi : Afoni e incapaci di dire il vangelo

Si informa, si comunica, si moltiplicano le parole, si alzano i toni; così facendo, però, non si trasmette, perché la buona notizia, il Vangelo, è trasmissibile solo con la presenza di testimoni, di chi, al solo vederlo, presenta tratti evangelici nella sua persona, nel suo stare davanti a Dio e in mezzo agli uomini e alle donne del nostro tempo.

11/11/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi, O que é o discernimento?

Aos ouvidos da maioria, e em particular dos das novas gerações cristãs, o termo “discernimento” é hermético. Trata-se, com efeito, de uma palavra caída no esquecimento, mas que recentemente tem aparecido muitas vezes no ensinamento do papa.

11/11/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Nella storia siamo tutti migranti

Guardando le immagini di quella moltitudine in cammino, è impossibile non pensare ai racconti dell’esodo biblico. Leggere con profondità e attenzione la Sacra Scrittura potrebbe aiutarci a decifrare il presente. Sì, perché «la Bibbia nasce da migrazioni di popoli», ci ricorda Enzo Bianchi.

09/11/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Ai giovani che non cercano più Dio si deve parlare di Gesù

Credo che il Sinodo sia stata una buona cosa per il grande ascolto che si è fatto di tutte le situazioni mondiali e perché tutti hanno parlato con libertà. Ma ci sono anche dei grossi vuoti, mi riferisco alla centralità di Gesù come risposta possibile.

06/11/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Escutar os jovens

Os jovens temem uma certa retórica da Igreja em relação a eles: chama-los de modo obsessivo “futuro da Igreja” ou “sentinelas do amanhã” não é suficiente para os interessar. Eles querem ser reconhecidos Igreja já hoje

19/10/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Bene comune, patrimonio dimenticato

Bisaccia del mendicante –
di ENZO BIANCHI.
Esiste un’espressione che appartiene al patrimonio ereditato come società civile, ma che oggi pare dimenticata quando non addirittura contestata: il bene comune.

16/09/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Condividere l’essenziale per vivere

Bisaccia del mendicante (39) Se il pane, bisogno comune, pane per tutti, non è condiviso, allora “le pain se lève”, “il pane insorge, si alza in rivolta”. Questo è il grido delle rivoluzioni per la mancanza di pane e la fame dei poveri: lo era nel medioevo ma lo è ancora ai giorni nostri.

13/09/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Lacrime come perle

Bisaccia del mendicante (38)
Ma noi, sappiamo ancora piangere? La sorpresa che suscita questa domanda è già di per sé indice del progressivo affievolirsi della presenza di questo atto eminentemente umano nel nostro quotidiano. Oggi si piange poco, le lacrime si sono fatte più rare.

10/09/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Le tre porte della parola

Un proverbio arabo recita: “Ogni parola, prima di essere pronunciata, dovrebbe passare attraverso tre porte. Sulla prima c’è scritto: È vera? Sulla seconda c’è la domanda: È necessaria? Sulla terza porta è scolpita la scritta: È buona?”.

12/06/2018 · Lascia un commento

FP.pt 6/2018 Coração e Compaixão (1)

O toque de Deus que muda a vida. Enzo Bianchi:
No coração dos episódios em que Jesus está lidando com pessoas doentes, não há técnicas de cura e atividade taumatúrgica ou exorcista, mas sim a atitude humana de escuta e de acolhida das pessoas, há a humaníssima realidade do encontro

06/06/2018 · Lascia un commento

Entrevista Enzo Bianchi: “As mulheres devem estar nos lugares de decisão da Igreja”

O teólogo que fundou a comunidade monástica de Bose, Itália, mantém-se fiel à ausência de hierarquias. Procura a “espiritualidade a sério” e já ensinou um chef a confeccionar ovos pelo tempo de uma ave-maria.

06/05/2018 · Lascia un commento

La bisaccia del mendicante (36)

La vera essenza del perdono
di ENZO BIANCHI
Perdonare sempre e subito può anche essere una tentazione di orgoglio e di protagonismo spirituale: sono talmente buono che perdono! Non si dimentichi che Gesù in croce, rivolto ai carnefici, non ha detto: “Io vi perdono”, ma ha invocato Dio: “Padre, perdona loro!”

30/04/2018 · Lascia un commento

La bisaccia del mendicante (35)

La libertà di errore degli eletti
di ENZO BIANCHI
Negli ultimi tempi la parola “discernimento” è molto presente sulle labbra dei cattolici, soprattutto dopo l’avvento di papa Francesco, il quale ha subito manifestato la sua convinzione che il discernimento è tra le operazioni più urgenti oggi nella chiesa.

23/04/2018 · Lascia un commento

La bisaccia del mendicante (34)

Chiamati a vivere
di ENZO BIANCHI
I giovani di oggi nella nostra società difficilmente si pongono il problema della vocazione nel senso più profondo e vasto. Per questo è urgente che si parli innanzitutto di vocazione umana, vocazione alla vita, prima ancora di qualsiasi determinazione e assunzione di forme di vita specifiche.

16/04/2018 · Lascia un commento

VEGLIA PASQUALE – Commento

La nostra fede pasquale non è un mito, una favola, ma una storia di amore. È la scoperta di un Amante, Dio, che possiede un Amore che vince la morte: ma questo Amore lo offre anche a noi, perché nella nostre vite possiamo essere amati e amanti. Guardiamo al Crocifisso risorto perché – come affermava Riccardo di San Vittore – «ubi amor, ibi oculus»

31/03/2018 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Contemplazione del Crocifisso

Se c’è pittore che ha saputo cantare la presenza di un Cristo agli inferi, credo sia stato soltanto Congdon. In Congdon c’è il Cristo che, nella kenosis, raggiunge gli inferi. È davvero il Cristo del XX secolo, quello che hanno percepito in maniera profetica un Silvano dell’Athos o, in una forma non sempre evidente, la grande, piccola Teresa del Bambino Gesù: Cristo alla tavola dei peccatori, Cristo nelle profondità degli inferi. Dramma dell’uomo per il male che lo abita e lo invade anche per la potenza del peccato.

30/03/2018 · 1 Commento

VENERDÌ SANTO – Commenti di Enzo Bianchi

Sulla croce, quando Gesù vive la sua passione e morte, Dio ci racconta in Gesù il suo amore e la sua sofferenza per la nostra lontananza. Sempre Dio ci attira a sé, ci prega di rientrare nella sua comunione, perché egli ci ama e non può cessare di amarci.

30/03/2018 · Lascia un commento

GIOVEDÌ SANTO – Commenti di Enzo Bianchi

Se Gesù ha detto – lo abbiamo sentito – consegnando il pane: “Il mio corpo è per voi (hypér hymôn)” (1Cor 11,24), noi dovremmo saper dire lo stesso: “Il mio corpo, tutta la mia esistenza è per voi”. Dovremmo dire al fratello: “Il mio corpo, la mia esistenza è per te, perché il mio corpo è la mia vita”.

29/03/2018 · Lascia un commento

Valutare e discernere nella sinodalità

di ENZO BIANCHI
Cinquant’anni fa nel mondo occidentale è avvenuta una rivoluzione che gli osservatori più intelligenti significativamente sintetizzano in una sola espressione: “la prise de la parole”, il diritto a prendere la parola.

04/03/2018 · Lascia un commento

Un tempo decisivo

di ENZO BIANCHI

La Quaresima è un tempo decisivo nella vita cristiana. È un cammino verso la Pasqua da percorrere con consapevolezza e impegno, è un “segno sacramentale della nostra conversione”, del nostro ritornare al Signore, nello sforzo di cambiare mentalità e comportamento.

22/02/2018 · Lascia un commento

La bisaccia del mendicante (33)

Enzo Bianchi: Vorrei davvero che la comunicazione non fosse monca, perché al di là delle parole – troppo spesso non chiare, confuse, irritanti, contraddittorie – si riuscisse ad ascoltare il corpo dell’altro.

04/01/2018 · Lascia un commento

Il rifiuto del povero

Enzo Bianchi: Forse con la nostra durezza di cuore incapace di guardare il povero negli occhi avremo salvaguardato il decoro di qualche via del centro città, forse avremo edifici, monumenti, vetrine di negozi ben decorati, ma un Natale dove non c’è posto per i poveri tra noi non è un Natale decoroso, non è un Natale umano, non è un Natale cristiano.

03/01/2018 · Lascia un commento

III Domenica di Avvento (B) Commento

Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era… Abramo, Mosè, Maria, Francesco… Giovanni XXIII, Tonino Bello, Giovanni Paolo II, Teresa di Calcutta, fino a noi. La storia riletta dalla prospettiva di uomini e donne docili alle intuizioni dello Spirito e fedeli al qui e ora della loro vicenda. Tanti gli uomini e le donne mandati da Dio. Innumerevoli. I più neppure consapevoli che stavano edificando possibilità inedite anche per altri.

14/12/2017 · Lascia un commento

O Pão do III Domingo de Advento (B)

«Apareceu um homem, enviado por Deus, que se chamava João. Este vinha como testemunha, para dar testemunho da Luz e todos crerem por meio dele. Ele não era a Luz, mas vinha para dar testemunho da Luz. Este foi o testemunho de João, quando as autoridades judaicas lhe enviaram de Jerusalém sacerdotes e levitas para lhe perguntarem: «Tu quem és?»

14/12/2017 · Lascia un commento

Veli che si alzano

Jesus – Rubrica La bisaccia del mendicante – Novembre 2017 di ENZO BIANCHI Robert Rauschenberg, La cavalcata delle cariatidi, 1985 Viviamo un tempo di “apocalissi”. Lo ripeto sovente perché vedo … Continua a leggere

06/12/2017 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: il Sabato Santo, il giorno più lungo

Il sabato santo, o grande sabato, è il giorno «frammezzo», perché sta tra il giorno della morte di Gesù e quello della sua resurrezione. È un giorno unico nel ritmo liturgico, un giorno di silenzio e di attesa, che non sta solo nella settimana santa ma diventa un’ora, un tempo, a volte una stagione nella vita del cristiano. Dobbiamo anche confessare che è un giorno scomodo, che appare vuoto, e non è un caso che fino a qualche decennio fa fosse stato, per così dire, «rubato», «sottratto», perché in qualche modo era stato quasi espulso dalla liturgia stessa.

14/04/2017 · Lascia un commento

Venerdì santo – Commento di Enzo Bianchi

In quest’ora della croce i cristiani su tutta la terra ascoltano il racconto della passione e della morte di Gesù, il loro Kýrios, Signore. Sono i quattro vangeli a consegnarci questa narrazione lunga, sproporzionatamente lunga rispetto al racconto della vita di Gesù. Noi abbiamo ascoltato la testimonianza del quarto vangelo

14/04/2017 · Lascia un commento

Enzo Bianchi: Stare al centro

Nel cammino quaresimale con la sua ardente tensione verso la Pasqua siamo chiamati ogni anno a interrogarci nuovamente su quale sia il “centro” della nostra fede e come ci collochiamo rispetto a questo cuore pulsante che è altro da noi e, al contempo, capace di determinare le nostre vite. Stare

13/04/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Enzo Bianchi (70)

AMORE DEL NEMICO
«Amare gli amici lo fanno tutti, i nemici li amano soltanto i cristiani.» Queste parole di Tertulliano (Ad Scapulam 1,3), che vogliono esprimere la differenza cristiana, vertono significativamente sull’amore per i nemici. Questo appare come vera e propria sintesi del Vangelo…

26/02/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Enzo Bianchi (69)

PERDONO
Il cuore del cristianesimo, cioè l’evento della rivelazione di Dio in Gesù Cristo crocifisso, è letto da Paolo come evento dell’amore di Dio per gli uomini nel loro peccato, nel loro essere nemici di Dio (Romani 5,8-11).

25/02/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Enzo Bianchi (68)

SPERANZA Ilario di Poitiers, nel suo Commento ai Salmi (118,15,7), riporta la domanda di molti che gridano ai cristiani: «Dov’è, cristiani, la vostra speranza?». Questa domanda deve essere assunta dai cristiani e dalle chiese di oggi come indirizzata direttamente a loro.

24/02/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Enzo Bianchi (67)

DIGIUNO
Assistiamo oggi in Occidente a un’eliminazione de facto della pratica ecclesiale del digiuno: così una prassi vissuta già da Israele, riproposta da Cristo, accolta dalla grande tradizione ecclesiale, è sempre meno presente, non più richiesta…

23/02/2017 · Lascia un commento

Un grano di sale, da Enzo Bianchi (66)

POVERTÀ
Il discorso cristiano sulla povertà è molto delicato. Si tratta di un argomento facilmente manipolabile: estrapolando alcuni testi evangelici si può fondare su di essi un rigorismo tanto radicale quanto irrealizzabile e perciò irreale. D’altro canto, nell’attuale clima di esaltazione del «mercato» si arriva perfino a cercare (e a pretendere di trovare) il fondamento evangelico al sistema capitalistico.

22/02/2017 · Lascia un commento

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 561 follower

maggio: 2019
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Annunci
Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com

Categorie

Traduci – Translate

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.