COMBONIANUM – Spiritualità e Missione

Blog di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA – Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa MISSIONARY ONGOING FORMATION – A missionary look on the life of the world and the church

Archivi tag: José Tolentino Mendonça

Tolentino Mendonça – L’istante, la grazia e la «scelta decisiva»

Chiamate in attesa (4)
​Possono diventare istanti di grazia tutti gli istanti della vita? Oppure no: ci sono istanti limpidi, incomparabili, di cui non conosciamo le regole, e solo questi sono portatori della possibilità di senso e redenzione per la vita?

29/09/2020 · Lascia un commento

Tolentino Mendonça – Se nell’esperimento etico vengono salvati i nonni

Chiamate in attesa (3)
I nonni sono maestri di un’arte splendida e rara, l’arte di essere, e di essere sempre di più. Con cosine da niente, i nonni sanno trasformare un normale incontro quotidiano in un’appetitosa celebrazione.

19/09/2020 · 1 Commento

Tolentino Mendonça – Parlando ai muri talvolta qualcuno risponde

Chiamate in attesa (2)
​Accettare di parlare a un muro è una inevitabilità imposta dalle cose grandi della vita: l’amore e l’amicizia, la scoperta e la trasmissione della conoscenza, l’organizzazione della vita comune o il cammino di fede.

15/09/2020 · 1 Commento

Tolentino Mendonça – Sono le lacrime che separano il cinema di Fellini e Pasolini

Chiamate in attesa (1)
Il rabbino Soloviel, commentatore della cabala, afferma: «Le due voci, quella di Dio, che non dobbiamo nominare, e la voce del male, del male innominabile, sono terribilmente simili. La differenza fra l’una e l’altra è paragonabile al suono di una goccia di pioggia che cade nel mare».

13/09/2020 · Lascia un commento

Silêncio, pelo Card. Tolentino Mendonça

O silêncio é indispensável. É uma condição da nossa existência. Sem o silêncio, as realidades sobrepõem-se – palavra acima de palavra –, e não damos espaço a uma audição efetiva da realidade, seja a externa, seja a nossa interior. O silêncio costura-nos. É uma espécie de linha que atravessa todas as coisas da nossa vida, mesmo quando não nos apercebemos dele.

03/09/2020 · Lascia un commento

Espiritualidade cristã em tempo de isolamento, pelo cardeal Tolentino

Este é um tempo “kénosis”, de esvaziamento, um tempo de silêncio, um tempo em que, talvez, sintamos uma incerteza muito grande, um tempo de crise, um tempo em que parece que a vida vem menos. Um tempo precário.

25/06/2020 · Lascia un commento

Tolentino Mendonça – O poder da esperança: Mãos que sustenham a alma do mundo

«Foi Pascal que escreveu que “as mãos sustêm a alma”. Hoje precisamos de mãos – mãos religiosas e laicas – que sustenham a alma do mundo. E que mostrem que a redescoberta do poder da esperança é primeira oração global do século XXI.»

23/03/2020 · Lascia un commento

A flor do mundo é a santidade

A santidade é-nos dada todos os dias como possibilidade. E se a recusamos teremos de a recusar todos os dias da nossa vida, porque quotidianamente a santidade se avizinha de nós como possibilidade.

02/11/2019 · Lascia un commento

Tolentino Mendonça: Per una società dell’ascolto

Nella società della comunicazione c’è un deficit di ascolto. In una cultura della valanga di parole come la nostra, un vero ascolto si può configurare solo come una risignificazione del silenzio, un arretramento critico di fronte al delirio di parole e messaggi che a ogni istante vorrebbero impadronirsi di noi.

06/10/2019 · Lascia un commento

Reconciliar-se com o tempo

A sabedoria está em aceitar que, na realidade, o tempo é breve, e por isso temos de o viver da maneira o mais equilibrado possível.

11/06/2019 · Lascia un commento

Os imprevisíveis caminhos da beleza

A beleza, a verdadeira beleza, tem maneiras imprevisíveis de chegar até nós. Recordo a peça de teatro de Romeo Castellucci, intitulada “Sobre o conceito de rosto no Filho de Deus”, … Continua a leggere

29/05/2019 · Lascia un commento

O imenso e nós

Em 1917, o poeta Giuseppe Ungaretti escreve uma das mais célebres poesias do século XX. Trata-se de uma composição brevíssima, que consiste nisto: «Ilumino-me de imenso». Qualquer que seja a … Continua a leggere

26/05/2019 · Lascia un commento

Il lungo ascolto

José Tolentino Mendonça: L’ascolto della nostra anima è, frequentemente, più lungo e lento di quanto noi non supponiamo, e non è in maniera immediata che riusciamo a esprimerlo. È anche vero, però, che non è mai troppo tardi per trovare il proprio linguaggio personale e profondo.

14/05/2019 · Lascia un commento

In principio, la benedizione

José Tolentino Mendonça: Credo che ognuno di noi dipenda da ciò che una benedizione è in grado di mettere in moto. Poiché la vita è dono, e conferma reiterata di tale dono, possiamo dire che “in principio era la benedizione”

12/05/2019 · Lascia un commento

Parlare d’allegria

José Tolentino Mendonça: Ciò che ci rende felici deve essere un’esperienza infinitamente più umile dello standard fantasioso richiesto dall’ideologia della felicità. Invece di una felicità astratta dovremmo parlare di più, per esempio, dell’allegria.

10/05/2019 · Lascia un commento

Habitar a dor

O místico medieval Ricardo de São Vítor escreveu: «Onde está o amor, aí há um olhar». Não raro, este olhar que o amor nos requer dá-se no contexto de um sofrimento que teríamos absolutamente preferido não viver, mas da qual aprendemos alguma coisa – e alguma coisa de belíssimo – a que, sem ela, não teríamos chegado.

30/04/2019 · Lascia un commento

Precisamos da primavera

Também a nossa vida precisa de primavera; também nós necessitamos de voltar a acender o fogo debaixo das cinzas; também nós precisamos de uma revitalização interna e de um florescimento.

09/04/2019 · Lascia un commento

FP.pt 3/2019 A atualidade do auto-esvaziamento de Cristo para a Igreja de hoje

Não podemos permanecer indiferentes aos sofrimentos das multidões de excluídos, daqueles que são catalogados como mercadorias descartáveis, que são descidos à “segunda divisão” e cuja dignidade não é tomada em consideração na ordem social e do progresso.

26/03/2019 · Lascia un commento

José Tolentino a los consagrados: “Tenemos que tomar más en serio nuestra humanidad”

“Todos sabemos lo que Francisco quiere decir con que los pastores vivan impregnados con el olor a rebaño, pero no lo hacemos”. Para el pastor portugués, “el gran peligro de la vida consagrada es convertirse en una vida aséptica, sin olor, sin rasgos…”

21/03/2019 · Lascia un commento

Mons. Tolentino: problema dell’uomo di oggi è quello di una identità sconosciuta

Da due mesi alla guida della Biblioteca apostolica e dell’Archivio vaticano, mons. Josè Tolentino de Mendonça racconta ai microfoni di Radio Vaticana Italia la sfida di fare parlare questi tesori al cuore del mondo contemporaneo

05/11/2018 · Lascia un commento

Tolentino Mendonça: A mística do instante

Evocando Karl Rahner, para quem «o cristão do futuro ou será um místico ou nada será», Tolentino Mendonça defende que «o corpo é a língua materna de Deus» e a vida é o espaço que «permite reconhecer em cada instante, por mais precário e escasso» que seja, a «reverberação» dos «passos do próprio Deus».

14/10/2018 · Lascia un commento

Tolentino: É urgente nutrir a vida

É importante não condicionar o fluxo espantoso da vida e a capacidade que ela tem de nos surpreender. A nossa pequena vida é um instante em aberto. Somos chamados a cultivá-la com a paciente humildade que um jardineiro reserva ao seu jardim.

30/09/2018 · Lascia un commento

Questa società ha perso il desiderio

José Tolentino Mendonça:
È la sete dell’anima che ci fa uomini. Ma troppe volte la neghiamo, travolti da effimere soddisfazioni che mortificano la voglia di bere. E le nostre Chiese hanno sete?

26/08/2018 · Lascia un commento

Una rilettura del vangelo di Luca. Elogio della sete

Uno stralcio del libro “Elogio della sete” (Milano, Vita e Pensiero, 2018) di José Tolentino Mendonça, sacerdote, poeta e scrittore portoghese. «Lungo gli anni ho raccolto diverso materiale sulla sete» ma «non avevo un’idea concreta di come impiegarlo. Fino al giorno in cui squillò il mio telefono e all’altro capo del filo mi parlava papa Francesco».

06/08/2018 · Lascia un commento

Papa chama padre Tolentino Mendonça ao Vaticano e eleva-o a arcebispo

O Papa nomeou, esta terça-feira, 26 de junho, o padre Tolentino Mendonça como arquivista e bibliotecário da Santa Sé, elevando-o à categoria de arcebispo.

26/06/2018 · Lascia un commento

Entrevista com Tolentino Mendonça: “Deus é um problema também para os crentes”

Crer não é “ter as soluções”, mas é “habitar o caminho, habitar a tensão, viver dentro da procura”. Por isso, Deus é um problema também para os crentes. Um Deus que, na configuração cristã, é sobretudo um Deus frágil.

29/04/2018 · Lascia un commento

Lançamento do livro “Elogio da sede”, de José Tolentino Mendonça

Será que reconhecemos a sede que há em nós? Apercebemo-nos da desidratação que, voluntária ou involuntariamente, nos impomos? Damos tempo a decifrar o estado da nossa secura?

25/04/2018 · Lascia un commento

FP 2/2018 Meditações do P. José Tolentino Mendonça no retiro do papa (síntese)

O P. José Tolentino Mendonça, poeta e biblista português, vice-reitor da Universidade Católica, foi o pregador das meditações dos Exercícios Espirituais do papa Francisco e dos colaboradores da Cúria Romana,  de 18  a 23 de fevereiro, em Ariccia, próximo de Roma. “Elogio da sede” foi o tema geral das reflexões. Eis uma sintese das dez meditações.

01/03/2018 · Lascia un commento

Esercizi spirituali del Papa (3)

L’umanità che noi fatichiamo ad abbracciare, la nostra stessa e quella degli altri, è l’umanità che Gesù abbraccia veramente, poiché egli si china con amore sulla nostra realtà, non sulla idealizzazione di noi stessi che ci andiamo costruendo.

23/02/2018 · Lascia un commento

Esercizi spirituali del Papa (2)

Quarta meditazione degli Esercizi spirituali del Papa: L’accidia, la perdita del sapore di vivere Debora Donnini – Vatican News martedì 20 febbraio 2018 È l’accidia, la perdita del sapore di vivere, … Continua a leggere

21/02/2018 · Lascia un commento

Venha o teu Anjo

Venha o teu Anjo tocar o peso da nossa vida e descobrir neste cerco o que ainda não vemos: a beleza completamente acesa Venha o teu Anjo dizer-nos que é … Continua a leggere

29/12/2017 · Lascia un commento

O Anjo

Venha o teu anjo amparar nosso passo vacilante mesmo se parecemos pessoas tão seguras de si Venha reparar o azul que a cada momento em nós soçobra Desfazer a armadilha … Continua a leggere

27/12/2017 · Lascia un commento

Para dizer junto à manjedoura

Que teus olhos, Menino, ensinem largueza e altura aos meus olhos Que teus olhos curem os meus da fadiga e dos seus filtros Que teus olhos desimpeçam a visão fragmentária, … Continua a leggere

26/12/2017 · Lascia un commento

Ciò che resta di religioso in questa società “laica”

Chiamate in attesa (30)
A cura di José Tolentino Mendonça
Ai giorni nostri vanno acquisendo plausibilità, applicate al religioso, espressioni che agli orecchi di altri secoli sarebbero parse del tutto insolite, espressioni che dicono molto del processo epocale in cui ci troviamo. È un processo che s’intuisce essere di lunga durata e non solo esterno alle religioni.

28/07/2016 · Lascia un commento

Simone Weil, la “santa” alla ricerca della Verità

Chiamate in attesa (29)
A cura di José Tolentino Mendonça.
La santità può essere scioccante quanto un insulto. Si pensi a Simone Weil. Se fosse vissuta in un monastero, se avesse deciso di fissare la sua esistenza nel circoscritto silenzio di un chiostro, qualunque esso fosse, probabilmente la sua testimonianza non sembrerebbe così incatalogabile e scandalosa come invece si sta rivelando sempre più.

22/07/2016 · Lascia un commento

Cultura sostenibile? Sì, è una necessità

Chiamate in attesa (28)
A cura di José Tolentino Mendonça
L’Organizzazione delle Nazioni Unite ha scommesso, nel tracciare gli obiettivi di sviluppo per il nuovo millennio, sulla creazione di un nuovo concetto: la sostenibilità culturale. Già conoscevamo le nozioni di sostenibilità economica o ambientale; ora emerge questa nuova categoria a ricordarci che tanto il patrimonio culturale di ogni comunità umana quanto le sue industrie culturali e creative, come le sue infrastrutture e pratiche culturali, sono ossature strategiche per il presente e per le generazioni a venire…

15/07/2016 · Lascia un commento

Rosenzweig, così il Messia interrompe il progresso

Chiamate in attesa (27)
A cura di José Tolentino Mendonça.
Uno dei libri più straordinari del XX secolo fu scritto quasi interamente su piccole cartoline postali, inviate dal fronte durante la prima guerra mondiale. Fu così che Franz Rosenzweig, in ore tenebrose della storia dell’Occidente, lo costruì, intitolandolo La stella della redenzione.

08/07/2016 · Lascia un commento

Quel linguaggio che unisce tecnologia e teologia

Chiamate in attesa (26)
A cura di José Tolentino Mendonça.
“Salvare”, “convertire”, “giustificare” sono verbi di chiarissima estrazione teologica che oltretutto giocano un ruolo fondamentale nella dogmatica cristiana. Ma nel convivio quotidiano con i nostri dispositivi portatili, “salvare” equivale a memorizzare un documento Word; “convertire” significa adottare un determinato formato elettronico; “giustificare” corrisponde ad aggiustare uniformemente il testo sulla pagina tra i margini sinistro e destro. Sarà stato il caso a infilare il linguaggio teologico in questo arcipelago della tecnica?

30/06/2016 · Lascia un commento

L’impoverimento dello sguardo

Chiamate in attesa (25)
A cura di José Tolentino Mendonça.
L’impoverimento dello sguardo indotto dal nostro modo di vita accelerato non investe solo l’ambito clinico: è dappertutto. Ricordo la preoccupazione e l’azzeccata ironia con cui la scrittrice portoghese Sophia de Mello Breyner Andresen descrive tale depauperamento in alcune poesie dell’ultimo libro da lei dato alle stampe quand’era in vita. La poetessa vi denuncia l’attivismo in cui noi cadiamo, dove «l’orecchio non ode il flauto della penombra», dove «il pensiero nulla sa dei labirinti del tempo» e «lo sguardo prende nota e non vede».

23/06/2016 · Lascia un commento

Il turista del XXI secolo in viaggio alla ricerca di senso

Chiamate in attesa (24) José Tolentino Mendonça.
Parlando in termini antropologici, il viaggio contemporaneo è diventato una modalità per esporci alla ricerca di senso. Sarà, questo, possibile? Si fatica, ovviamente, ad accostare il turista del XXI secolo a Marco Polo. O a paragonare senza ironia le sue motivazioni a quelle del patriarca Abramo o del monaco cinese Xuánzàng, che visse nel VII secolo a.C. e fu uno dei primissimi a scrivere un racconto di viaggio. Non per questo è meno vero che i milioni di umani che si ammucchiano negli aeroporti pronti per le cosiddette “destinazioni turistiche” condividono un patrimonio simbolico con i veri viaggiatori. E forse varrebbe la pena di riflettere più spesso a partire di qui.

14/06/2016 · Lascia un commento

Le pagine del Vangelo scritte come un romanzo

La sorpresa di un ritratto.
Anticipiamo qui alcuni brani tratti dal libro di don José Tolentino Mendonça dal titolo “Gesù. La sorpresa di un ritratto” (San Paolo, pagine 234, euro 16,00). Sui temi affrontati dal teologo portoghese nel volume, che si sviluppano attorno ad alcune considerazioni sull’arte narrativa dell’evangelista Luca…

29/05/2016 · Lascia un commento

FP.pt 3/2016 Esperança, apesar do absurdo, aconteça o que acontecer

O tema da esperança está fora de estação. Desapareceu dos títulos dos volumes de teologia. É como se tivesse sido a locomotiva do pensamento teológico e depois feito um enorme silêncio. A exceção será a encíclica “Spe salvi”, de Bento XVI, mas mesmo assim não é nada comparado com a época anterior.

06/05/2016 · Lascia un commento

José Tolentino Mendonça: «Teologia dos sentidos»

A cisão da alma e do corpo é estranha à tradição bíblica, na qual o ser humano, criado à imagem e semelhança de Deus, é considerado na sua integridade: “O corpo já não é um revestimento externo do princípio espiritual ou uma prisão da alma, como pretende o platonismo e as suas muitas réplicas.

07/04/2016 · 1 Commento

Insonni e iperattivi non sappiamo più abitare il presente

Chiamate in attesa (23)
A cura di Tolentino Mendonça.
Abbiamo smesso di «esserci» e anche di «sapere di esserci». Adesso siamo fluttuanti, sporadici, disancorati e vaghi. Ci sentiamo obbligati a vivere sette vite in un giorno solo, ci muoviamo ansiosi, come disincontrati.

18/02/2016 · Lascia un commento

La musicista di Bach, Pasolini e le parole dell’anima

Chiamate in attesa (22) a cura di Tolentino Mendonça. La musicista Giovanna Marini racconta in modo delizioso la circostanza in cui incontrò Pier Paolo Pasolini. Correva l’anno 1958. Una delle … Continua a leggere

06/02/2016 · 1 Commento

E il dolore non sia un risentimento

Chiamate in attesa (20) a cura di Tolentino Mendonça. Può sembrare strano, ma a un certo punto ci aggrappiamo al dolore come se questo fosse un eroismo e ci mettiamo … Continua a leggere

21/01/2016 · Lascia un commento

«Llansol ha ragione: ci comprendiamo facendoci compagnia»

Chiamate in attesa (19) a cura di Tolentino Mendonça. Non so se arriviamo mai a comprendere per davvero. Possediamo esperienze, abbiamo accesso alla cateratta delle notizie, ci avvaliamo di miriadi … Continua a leggere

16/01/2016 · Lascia un commento

La mia migliore pastasciutta? Era fatta solo di parole…

Chiamate in attesa (18) a cura di Tolentino Mendonça. Posso ben capire come, in qualsiasi sondaggio che si faccia sui diversi tipi di pastasciutta, gli spaghetti cacio e pepe riescano … Continua a leggere

09/01/2016 · Lascia un commento

Fernando Pessoa: Cantar a cantiga do Infinito numa capoeira e ouvir a voz de Deus num poço tapado.

Aos 80 anos da morte do poeta português Fernando Pessoa, ocorrida a 30 de novembro de 1935, a sua poesia revela-se cada vez mais um diagnóstico espiritual extraordinariamente conseguido da … Continua a leggere

09/01/2016 · Lascia un commento

Bisogna saper ringraziare: anche di quanto non ci è stato dato.

  Chiamate in attesa (17) a cura di Tolentino Mendonça. La cosa più normale è ringraziare di quanto ci è stato dato. E i motivi di gratitudine non mancano di … Continua a leggere

05/01/2016 · Lascia un commento

  • 492.386 visite
Follow COMBONIANUM – Spiritualità e Missione on WordPress.com

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Unisciti ad altri 895 follower

San Daniele Comboni (1831-1881)

COMBONIANUM

Combonianum è stata una pubblicazione interna nata tra gli studenti comboniani nel 1935. Ho voluto far rivivere questo titolo, ricco di storia e di patrimonio carismatico.
Sono un comboniano affetto da Sla. Ho aperto e continuo a curare questo blog (tramite il puntatore oculare), animato dal desiderio di rimanere in contatto con la vita del mondo e della Chiesa, e di proseguire così il mio piccolo servizio alla missione.
Pereira Manuel João (MJ)
combonianum@gmail.com

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d’autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all’immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.

Categorie