COMBONIANUM – Formazione e Missione

— Sito di FORMAZIONE PERMANENTE MISSIONARIA — Uno sguardo missionario sulla Vita, il Mondo e la Chiesa — Blog of MISSIONARY ONGOING FORMATION — A missionary look on the life of the world and the church

40 giorni con i Padri del Deserto

Quaresima, giorno per giorno, con i Padri del Deserto Antonio il Grande Se le date tramandate dalla tradizione sono esatte, visse più di 100 anni, dal 250-51 al 356. Era … Continua a leggere

15/02/2018 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (40)

40. Il fratello che sonnecchia durante la liturgia

Alcuni anziani si recarono dal padre Poemen e gli chiesero: “Se vediamo dei fratelli che sonnecchiano durante la liturgia, vuoi che li scuotiamo, perché rimangano desti durante la veglia?”

09/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (39)

39. È meglio parlare o tacere?
Un fratello chiese al padre Poemen: “È meglio parlare o tacere?” L’anziano disse: “Chi parla per amore di Dio fa bene, e chi tace per amore di Dio fa ugualmente bene” (Poemen)

08/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (38)

38. Chi vive con dei fratelli, non deve essere un cubo, ma una sfera

Un fratello chiese al padre Matoes: “Che devo fare? La mia lingua mi è causa di afflizione: quando giungo in mezzo agli altri, non riesco a trattenerla, ma in ogni loro azione trovo da giudicarli e accusarli. Che devo dunque fare?”

07/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (37)

37. Guardati dal giudicare prima che Dio abbia giudicato

Il padre Isacco di Tebe si e mi puoi pascolare verso recò un giorno in un cenobio; vide un fratello peccare e lo condannò.

05/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (36)

36. Diventare fuoco ardente

Il padre Poemen chiese al padre Giuseppe: «Dimmi, come posso diventare monaco?». Dice: «Se vuoi trovare pace in qualsiasi luogo tu sia e in qualsiasi circostanza, di’: – Chi sono io? E non giudicare nessuno».

05/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (35)

35. Il cane e la lepre
Un giovane monaco andò un giorno a trovare un vecchio monaco, carico di anni e di esperienza e gli disse: “Padre mio, spiegami come mai tanti vengono alla vita monastica e tanto pochi perseverano, tanti tornano indietro”.

04/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (34)

34. Il giardino dei santi

Diceva il padre Poemen che il padre Giovanni aveva detto che i santi assomigliano a un giardino di alberi che danno frutti differenti ma sono abbeverati da un’unica acqua

03/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (33)

33. Costruire una casa dall’alto

Il padre Giovanni Nano disse: «Non è possibile costruire una casa dall’alto verso il basso, ma dalle fondamenta verso l’alto». Gli chiesero: «Che significa questa parola?».

02/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (32)

32. Chi si umilia sarà esaltato
Il padre Giovanni Nano raccontò di un santo anziano, che si era recluso in cella e che godeva di grande fama e onore in città. Gli fu rivelato: «Uno dei santi sta per morire; suvvia, va’ a salutarlo prima che spiri».

01/04/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (31)

31. Il carico leggero e quello pesante.
Il padre Giovanni disse: «Se lasciamo il carico leggero, cioè l’accusa di noi stessi, ci carichiamo di quello pesante, cioè la giustificazione di noi stessi».

30/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (30)

30. Lotta e umiltà.
Il padre Poemen raccontava che il padre Giovanni Nano aveva pregato Dio e furono allontanate da lui le passioni e fu liberato da ogni sollecitudine. Si recò allora da un anziano… Gli disse il vecchio: Va’ e prega Dio perché sopraggiunga su di te la lotta e tu ne tragga quella contrizione ed umiltà che avevi prima.

29/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (29)

29. Una mente concentrata.
Una volta dei fratelli si recarono dal padre Giovanni Nano per metterlo alla prova, poiché non permetteva alla sua mente di vagare né parlava di alcuna cosa di questo mondo…

28/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (28)

28. La beatitudine del servizio e dell’essere servito.
Accadde che un giorno gli anziani mangiavano insieme, e vi era con loro anche il padre Giovanni. Si alzò a porgere l’acqua un presbitero molto ragguardevole, e nessuno volle accettarla da lui tranne Giovanni Nano.

27/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (27)

27. Giovanni è divenuto un angelo.
Raccontavano che il padre Giovanni Nano disse un giorno al suo fratello maggiore: «Vorrei essere libero da ogni preoccupazione come lo sono gli angeli, che non fanno nessun lavoro, ma adorano Dio incessantemente».

26/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (26)

26. L’albero del frutto dell’obbedienza.
Racontavano del padre Giovanni Nano che, ritiratosi a Scete presso un anziano della Tebaide, visse nel deserto. Il suo padre, preso un legno secco, lo piantò e gli disse di innaffiarlo ogni giorno con un secchio d’acqua, finché non desse frutto.

26/03/2017 · 1 Commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (25)

25. Il monaco e la nave.
«Non hai ancora trovato la nave non hai ancora caricato il tuo bagaglio, e sei già arrivato in quella città prima di essere partito?».

25/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (24)

24. La nostra principale occupazione.
«Qual è il lavoro dell’anima che ora è per noi divenuto secondario, e qual è il secondario, che ora è divenuto principale?». «Tutto ciò che si compie per comando di Dio – dice l’anziano – è occupazione dell’anima, mentre dobbiamo ritenere un lavoro secondario ciò che facciamo e conduciamo a termine per noi stessi».

24/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (23)

23. La tua vita è migliore della mia.
Una volta il santo Epifanio, vescovo di Cipro, mandò a chiamare il padre Ilarione: «Vieni, incontriamoci prima di uscire dal corpo». Egli venne da lui e gioirono insieme. A pranzo furono serviti degli uccelli.

23/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (22)

22. Trascurate le altre ore del giorno.
Il beato Epifanio vescovo di Cipro aveva in Palestina un monastero. Il suo abate un giorno gli mandò a dire: «Grazie alle tue preghiere non abbiamo trascurato la nostra regola, ma con zelo celebriamo l’ora di prima, terza, sesta, nona, e l’ufficio del lucernario»

22/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (21)

21. Il libro di pergamena.
Raccontavano che il padre Gelasio aveva un libro di pergamena, che valeva diciotto monete. Conteneva tutto il Vecchio e il Nuovo Testamento. Lo lasciava in chiesa, perché potessero leggerlo i fratelli che lo desideravano.

21/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (20)

20. Anch’io sono un peccatore.
Il presbitero allontanò dalla chiesa un fratello che aveva peccato. Il padre Bessarione allora si alzò e uscì con lui dicendo: «Anch’io sono un peccatore».

20/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (19)

19. Dare il corpo a un lebbroso.
Il padre Agatone diceva: «Se potessi incontrare un lebbroso, dargli il mio corpo e prendere il suo, lo farei volentieri: questo è l’amore perfetto».

19/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (18)

18. Con un sasso in bocca.
Il padre Agatone disse: «Non mi sono mai addormentato avendo rancore contro qualcuno; e, per quanto mi era possibile, non ho permesso che qualcuno si addormentasse avendo del rancore contro di me».

18/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (17)

17. Vieni e ti mostrerò le opere degli uomini.
Disse il padre Daniele: «Il padre Arsenio ci raccontò questa storia come accaduta a un altro, ma probabilmente era lui stesso. Giunse una volta a un anziano seduto nella sua cella una voce: – Vieni e ti mostrerò le opere degli uomini. Egli si alzò e uscì.

17/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (16)

16. Tutto dipende dalle disposizioni.
Il padre Marco domandò al padre Arsenio: «È bene non avere alcun conforto nella propria cella? Ho visto un fratello che aveva un po’ di piantine e le stava estirpando». Il padre Arsenio rispose: «È bene, ma dipende dalle disposizioni di ciascuno: se infatti non avrà la forza di vivere così, ne pianterà delle altre».

16/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (15)

15. Lode, frutti e carità.
Raccontò anche questo: «Quando il padre Arsenio udiva che ogni genere di frutti era maturo, diceva: – Portatemene. Quindi ne assaggiava una volta sola un po’ di ciascuno, rendendo grazie a Dio».

15/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (14)

14. Escluso dalla benedizione.
Raccontavano gli anziani che una volta furono regalati ai monaci di Scete alcuni fichi. Dato che erano cosa da nulla, non ne mandarono al padre Arsenio, perché non si offendesse. Saputolo, l’anziano non si recò alla liturgia.

14/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (13)

13. Soltanto, non allontanarti dalla cella.
«Va’, mangia, bevi, dormi, e non lavorare; soltanto, non allontanarti dalla cella». Sapeva infatti che la fatica dello stare in cella porta il monaco ad essere ciò che deve.

13/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (12)

12. L’alfabeto del contadino.
Un giorno il padre Arsenio sottopose i suoi pensieri a un padre egiziano. Uno che lo vide gli disse: «Padre Arsenio, come mai tu che possiedi una tale cultura greco-romana interroghi sui tuoi pensieri questo sempliciotto?». Rispose: «Certo possiedo la cultura greco-romana, ma non ho ancora imparato l’alfabeto di questo semplice contadino!».

12/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (11)

11. È dal prossimo che ci vengono la vita e la morte.
Disse ancora: «È dal prossimo che ci vengono la vita e la morte. Perché, se guadagniamo il fratello, è Dio che guadagniamo; e se scandalizziamo il fratello, è contro Cristo che pecchiamo».

11/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (10)

10. A me, padre, basta il solo vederti.
Tre padri avevano costume di andare ogni anno dal beato Antonio; due di loro lo interrogavano sui pensieri e sulla salvezza dell’anima; il terzo invece sempre taceva e non chiedeva nulla. Dopo lungo tempo, il padre Antonio gli dice: «È tanto ormai che vieni qui e non mi chiedi nulla». Gli rispose: «A me, padre, basta il solo vederti».

10/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (9)

9. Tu sei pazzo.
Il padre Antonio disse: «Verrà un tempo in cui gli uomini impazziranno, e al vedere uno che non sia pazzo, gli si avventeranno contro dicendo: – Tu sei pazzo!, a motivo della sua dissimiglianza da loro».

09/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (8)

8. Il monaco come il villaggio devastato.
Un monaco fu lodato dai fratelli presso il padre Antonio. Egli lo prese seco e lo mise alla prova per vedere se sopportava il disprezzo.

08/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (7)

7. Bada a te stesso.
Il padre Antonio, volgendo lo sguardo all’abisso dei giudizi di Dio, chiese: «O Signore, come mai alcuni muoiono giovani, altri vecchissimi? Perché alcuni sono poveri, e altri ricchi? Perché degli empi sono ricchi e dei giusti sono poveri?».

07/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (6)

6. Il discernimento.
Il padre Antonio disse: «Colui che batte un blocco di ferro, prima pensa a quel che vuole farne; se una falce, o una spada, o una scure. E anche noi dobbiamo sapere a quale virtù tendiamo, se non vogliamo faticare invano»

06/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (5)

5. Il monaco e i cani

Un fratello che aveva rinunciato al mondo e dato ai poveri i suoi beni, ma si era tenuto qualcosa per sé, fece visita al padre Antonio. Il padre, sapendo il fatto, gli dice: «Se vuoi farti monaco, va’ al tuo paese, compera della carne…

05/03/2017 · Lascia un commento

QUARESIMA con i Padri del Deserto (4)

4. Stalla senza porte
Dei fratelli, da Scete, vollero far visita al padre Antonio. Imbarcandosi per compiere il tragitto, trovarono un anziano che pure voleva recarsi colà; ma i fratelli non lo conoscevano.

04/03/2017 · Lascia un commento

San Daniele Comboni (1831-1881)

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 593 follower

Follow COMBONIANUM – Formazione e Missione on WordPress.com
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

  • 231.473 visite

Disclaimer

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica. Immagini, foto e testi sono spesso scaricati da Internet, pertanto chi si ritenesse leso nel diritto d'autore potrà contattare il curatore del blog, che provvederà all'immediata rimozione del materiale oggetto di controversia. Grazie.
Annunci

Categorie